Università Cattolica del Sacro Cuore

Link funzionali



CattolicaNews Newsletter Rassegna Stampa Area Stampa
  • conciliazione famiglia-lavoro

    Milano

    Famiglia-lavoro in Tv, la conciliazione non fa notizia

    Tre studi dell’ateneo sul grado di copertura mediatica, mostrano che il problema è praticamente assente nei telegiornali nazionali (40 citazioni su 413mila notizie), fortemente semplificato in oltre 1.200 film dell’ultima decade e trattato in modo ambivalente dalla serialità televisiva: innovativo nella fiction, tradizionalista nel factual entertainment

  • transcrime

    Milano

    Transcrime, 80 miliardi di ricavi per le mafie in Europa

    Secondo i primi risultati del progetto di ricerca Organised Crime Portfolio, presentati a Bruxelles alla presenza del commissario europeo Cecilia Malmstrom e del ministro Angelino Alfano, a tanto ammonta il volume d’affari nei 28 Paesi Ue

  • Nature, Volume 513 Number 7518 pp279-454 - 18 September 2014

    Roma

    Italiani con gli occhi a mandorla

    Scienziati dell’Università Cattolica, con un maxi-studio di genetica e antropologia che ha conquistato la copertina di Nature, rivelano che gli Europei sono “figli” non di due ma di tre onde migratorie primitive, la terza ondata di genti venute dal Nord e dalla Siberia. Una ricerca che spiega anche alcune caratteristiche genetiche che ci contraddistinguono

  • Il rettore dell'Università degli Studi di Milano Gianluca Vago e il rettore dell'Università Cattolica Franco Anelli

    Ateneo, Cremona

    Sicurezza alimentare, parte la Scuola Cattolica-Statale

    Con un dottorato che prenderà il via in concomitanza con Expo 2015 prende forma il programma di collaborazione tra le due università milanesi, Miur e ministero della Salute. Il rettore Franco Anelli: «Potrebbe diventare l’eredità dell’esposizione universale»




MILANO

Geopolitica, una finestra sul mondo

Si è concluso lo scorso 8 giugno l’ormai consueto appuntamento con il corso di formazione rivolto a studenti e docenti promosso dal Cestingeo. Quest’anno focus su Siria, primavera araba e gestione delle risorse idriche

News dalle Sedi, Milano
Pubblicato: 27 giugno 2012

Cestingeo 2012

Con la presentazione in Università Cattolica dei lavori di ricerca di otto gruppi di studenti delle scuole superiori di Valenza e Casale Monferrato, si è concluso, lo scorso 8 giugno, il III Corso di Geopolitica organizzato dal Centro Internazionale di Studi di Geopolitica (Cestingeo), fondato dal professor Maurizio Carandini e coordinato da Riccardo Redaelli, docente di Geopolitica presso la facoltà di Scienze politiche dell’Ateneo.

Il corso, realizzato grazie anche al sostegno finanziario di fondazioni bancarie ed enti privati, ha l’obiettivo di coinvolgere i ragazzi nell’analisi delle principali dinamiche tra le complesse realtà del mondo contemporaneo e di farli riflettere sulle implicazioni politiche, economiche e sociali. Il progetto si è articolato in tre moduli: il primo di formazione e aggiornamento, riguardo temi internazionalisti e geopolitici, è rivolto ai docenti delle scuole secondarie; il secondo, strutturato in una serie di lezioni metodologiche e tematiche, è rivolto invece agli studenti, ai quali è stato chiesto – con il terzo modulo – di organizzarsi in gruppi di lavoro e realizzare una ricerca. I singoli progetti di ricerca sono stati coordinati dai professori Aldo Pigoli, Andrea Plebani, Chiara Molinari e Riccardo Redaelli della Cattolica insieme con i docenti –tutor delle scuole superiori.

Varie e di grande attualità le tematiche affrontate nei lavori realizzati dagli studenti: la geopolitica dell’acqua (con particolare attenzione ai problemi posti dalla gestione delle risorse idriche in Turchia, Siria, Egitto, Israele, Africa, India e Cina), la primavera araba, la crisi in Siria, il Maghreb e le problematiche legate ai fenomeni migratori, le catastrofi naturali, gli incidenti nucleari e le emergenze umanitarie. Alle presentazioni, che hanno permesso agli studenti delle scuole secondarie superiori un primo e diretto contatto con il mondo universitario, ha fatto seguito un dibattito nel corso del quale i ragazzi, tramite domande e osservazioni pertinenti, hanno dimostrato di avere ben acquisito le metodologie di ricerca e di analisi apprese durante le lezioni teoriche. Il corso di Geopolitica promosso da Cestingeo rappresenta non solo un ponte tra la scuola e l’università, ma anche una vera e propria finestra sulle molteplici realtà del mondo contemporaneo.