La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per badbugshunters:

Trappola smart per la cimice asiatica

piacenza Trappola smart per la cimice asiatica Il team composto anche da tre studenti della magistrale in Scienze e tecnologie agrarie ha sviluppato un sistema innovativo per debellare l’emergenza che causa gravi danni in agricoltura. L’idea è stata sviluppata da un team composto anche da tre studenti dell’Ateneo e potrebbe dare vita a una start-up per servizi in agricoltura. Abbiamo proposto un progetto che prevedeva una rete di “ smart bug traps ” georeferenziate disposte sul territorio e stazioni meteo; le trappole inviano i dati al software DSS che, dopo averli acquisiti ed elaborati, li traduce in informazioni che, in tempo reale, tramite una app, sono inviate agli agricoltori. Il punto di forza del nostro progetto è sicuramente la concretezza del problema reale da cui parte e la soluzione innovativa per risolverlo» proseguono i ragazzi. Un’avventura molto stimolante: «Il lavoro in team con gli ingegneri è stato sorprendentemente educativo, ci ha permesso di apprendere maggiori nozioni su bilanci e costi dell’idea e sul funzionamento della sensoristica». Anche il confronto con dei membri senior del team è stato importante: «Loro hanno ascoltato le nostre idee e hanno contribuito a realizzarle tecnicamente. Ad accompagnare gli studenti all’Hackathon, insieme al professor Stefano Poni , il professor Matteo Gatti , che ha fornito approfondimenti sul tema dell’agricoltura di precisione a tutti i partecipanti.

 
Go top