La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per cavallinorosso:

Eugenio Corti, un autore controcorrente

Il suo romanzo “Il cavallo rosso” è un long seller che ha raggiunto la 32esima edizione italiana ed è stato tradotto in otto lingue. maggio 2016 A due anni dalla scomparsa, l’Università Cattolica di Milano e l’Université Paris-Sorbonne ricordano con un convegno internazionale la figura di Eugenio Corti (1921-2014). L’incontro promosso dal dipartimento di Italianistica e comparatistica e dal centro di ricerca “Letteratura e cultura dell’Italia unita”, diretto dal professor Giuseppe Langella , si terrà in Cripta Aula Magna a Milano martedì 7 giugno , alle ore 9, e avrà lo scopo di approfondire gli studi critici sullo scrittore brianteo. Corti è autore controcorrente, dalla fama solida e duratura presso il pubblico: il suo romanzo maggiore, Il cavallo rosso , pubblicato nel 1983, ha raggiunto la trentaduesima edizione italiana ed è stato tradotto in otto lingue. Il tempo ha dato ragione a François Livi, docente di Letteratura italiana alla Sorbona, che nel 1984 scriveva: « Il cavallo rosso diventerà senza dubbio una stella fissa della letteratura della nostra epoca». Muoveranno da un approccio storico le relazioni di Luigi Trezzi , che collocherà il tempo e lo spazio in cui è ambientato il romanzo maggiore, e di Nicolangelo D’Acunto , che approfondirà la concezione del Medioevo – l’epoca più amata da Corti – che traluce dalle sue opere. Il gruppo canoro, che prende il nome da un noto personaggio del romanzo maggiore di Corti, è composto da universitari milanesi che condividono la passione per il canto alpino e per l’opera di questo autore.

 
Go top