La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per poveri:

Indovina chi viene a cena

Tutto è cominciato il 14 febbraio 2017 , quando l’ Università Cattolica , in collaborazione con la Caritas ambrosiana , ha organizzato una cena di solidarietà al Refettorio di Milano per sostenere alcune attività artistiche e sociali. Una sera di dicembre, dopo un po’ di tempo che non lo vedevamo, è tornato con i capelli tagliati, ben vestito, e con gli stessi, inconfondibili occhi azzurri di sempre» racconta ancora commossa Lidia Crafa . Storie di grande dignità o di momentanea difficoltà, come la ragazza dell’Est Europa che ha perso il lavoro di commessa nelle vie della moda e, in attesa di averne un altro, ha trovato un aiuto per qualche mese. Da aprile a dicembre 2017 , grazie alla collaborazione tra Università, Educatt e Caritas sono state servite oltre 1.000 cene gratuite per un totale di 30 persone che hanno potuto usufruire della mensa in orario serale tramite un badge personale. “ Aggiungi un posto a tavola ”, che è diventato il nome del progetto, continuerà per tutto il 2018 nell’ambito di #ShareYourFuture , la campagna solidale dell’Università Cattolica, che offre la possibilità a studenti, genitori, docenti, ricercatori e amici dell’Ateneo di costruire e condividere il proprio futuro anche con chi ha meno opportunità. shareyourfuture #refettorioambrosiano #caritas #poveri Facebook Twitter Send by mail PROSSIMO APPUNTAMENTO IL 12 APRILE «La cena #ShareYourFuture e le attività che poi si sono sviluppate testimoniano la collaborazione innovativa, proficua e in continua crescita tra l’Università Cattolica e la Caritas Ambrosiana. Nel frattempo è stato fissato un nuovo appuntamento per la cena di solidarietà al Refettorio Ambrosiano #ShareYourFuture : si terrà il 12 aprile 2018 .

 

Istat, poveri assoluti 6 italiani su 100

MILANO Istat, poveri assoluti 6 italiani su 100 Il commento del professor Luigi Campiglio sui dati Istat 2016: cresce la povertà assoluta nonostante migliori il tenore medio di vita. luglio 2017 di Luigi Campiglio * Secondo l’analisi dell’Istat, nel 2016 la povertà assoluta in Italia è aumentata: il tasso è del 6,3% per le famiglie, e di poco superiore per le persone, in lieve aumento rispetto al 2015. In altre parole ci sono più poveri assoluti nonostante il tenore medio di vita - misurato dai consumi finali delle famiglie - sia aumentato . Ciò va considerato insieme al fatto che emerge un implicito aumento della disuguaglianza dei consumi, e forse dei redditi, fra la metà inferiore delle famiglie e la metà superiore: cioè il consumo mediano. L’aumento implicito della disuguaglianza dei consumi grava soprattutto sulle famiglie con figli, quindi presumibilmente con genitori ancora giovani: ma la disaggregazione dell’Istat consente di circoscrivere ancora meglio l’area. È più bassa per le famiglie di soli italiani, e riguarda circa un quarto delle famiglie di soli stranieri, per i quali l’accoglienza associata a un lavoro è molto più precaria. Negli Stati Uniti il top 1% con maggiori redditi vive 16 anni di più del bottom 1% : i primi dati che emergono da ricerche recenti indicano che anche in Italia la disuguaglianza economica si traduce in disuguaglianza di salute e di qualità della vita .

 
Go top