La tua ricerca ha prodotto 13 risultati per studenti:

Teatro antico, il trionfo di Caserta

Milano Teatro antico, il trionfo di Caserta Gli studenti del Liceo Manzoni della città campana hanno vinto, con “Processo a Medea”, il Festival Thauma 2017, che ha portato a Milano oltre 400 studenti da tutta Italia. Con la messa in scena del Processo a Medea , i ragazzi dell’istituto campano hanno avuto la meglio, nella sezione spettacoli sulle altre otto scuole partecipanti. GUARDA LE FOTO SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK La giuria di esperti e quella popolare, a cui hanno partecipato anche gli studenti dell’Ateneo, hanno apprezzato della rappresentazione del Processo a Medea soprattutto “il lavoro svolto dai docenti e dai ragazzi sulle varianti del mito, impostate come contraddittorio in forma processuale”. La terza edizione del Thauma festival, organizzato dall’Università Cattolica di Milano sotto la direzione di Elisabetta Matelli , è stata la più ricca di sempre con il coinvolgimento di 410 studenti che si sono fronteggiati a colpi di tragedie e commedie classiche, performance attoriali e la realizzazione di costumi e scenografie. Omaggiata da un’ovazione dell’aula magna quando la professoressa Matelli ha letto il suo nome, la studentessa del Liceo A. Manzoni di Caserta è salita sul podio e ha ricevuto una targa da Mario Gatti , direttore della sede milanese dell’ateneo. Al momento della consegna della targa lo studente di Rho era visibilmente imbarazzato perchè non si aspettava proprio di vincere, nonostante dopo la rappresentazione dello spettacolo al Teatro della Commenda avesse ricevuto molti complimenti. Le prime tre scuole classificate avranno la possibilità di mettere in scena le loro pièce sul palco del Teatro San Lorenzo alle Colonne in collaborazione con l’associazione teatrale Kerkìs - Teatro antico in scena , che tutto l’anno offre spettacoli di teatro classico alla città di Milano.

 

Elogio della mente

Brescia Elogio della mente Celebration of Mind è l'appuntamento annuale dedicato alla matematica e intitolato alla poliedrica figura di Martin Gardner . Nelle scuole e nella sede di Brescia della Cattolica rompicapi, giochi e illusioni per dimostrare che la scienza è anche divertimento. by Bianca Martinelli | 26 ottobre 2016 La matematica può essere divertente, può appassionare, può aiutarci a smascherare situazioni verosimili dimostrandone l’infondatezza o, al contrario, può contribuire a creare illusioni. Ne è un eccellente esempio la storia di Martin Gardner (1914-2010) - matematico, illusionista e divulgatore scientifico statunitense, con interessi variegati che spaziavano dalla filosofia allo scetticismo scientifico. Per ricordare tale figura e il relativo approccio inedito e brillante alla disciplina, ogni anno e in tutto il mondo ricorre Celebration of mind: giornata istituita allo scopo di incentivare le nuove generazioni a esplorare il mondo della matematica e della scienza in modo divertente. Il Dipartimento di Matematica e fisica della Cattolica di Brescia ha fatto parte delle oltre 40 realtà internazionali aderenti all’iniziativa, e c osì, lo scorso 24 ottobre, protagonisti dell’evento bresciano sono stati i nodi. La teoria dei nodi, oltre ad essere molto affascinante, ha una grande importanza per la matematica e discipline come la fisica» ha infatti spiegato Maurizio Paolini , direttore del Dipartimento.

 

La Cattolica al Salone dello Studente

Roma La Cattolica al Salone dello Studente Nuovo appuntamento al Salone dello Studente di Roma, la manifestazione dedicata all'orientamento post-scolastico più importante in Italia. Dal 25 al 27 ottobre oltre 50 mila studenti presso la Fiera di Roma. ottobre 2016 L’Università Cattolica ha come di consueto presentato l’offerta formativa dei suoi Campus e, in particolare, quella della sede di Roma con i corsi della Facoltà di Medicina e Chirurgia e della Facoltà di Economia. Studenti e personale dell’Orientamento hanno accolto i ragazzi delle scuole superiori, che hanno avuto l’occasione di incontrare da vicino il mondo universitario e acquisire informazioni indispensabili nel valutare il percorso di studio più adatto. Nei colloqui individuali e nelle presentazioni d’aula si è parlato di corsi di laurea, di procedure d’ammissione e di servizi, ma anche della storia dell’Ateneo fondato da padre Gemelli e della sua dimensione nazionale, con la specifica vocazione alla cura della persona espressa dalla sede romana. Sull’importanza della scelta post-diploma si è incentrato uno specifico momento di riflessione dedicato ai docenti delle scuole superiori, con l’intervento di Michele Faldi , direttore dell’Offerta formativa, promozione, orientamento e tutorato dell'Università Cattolica del Sacro Cuore. Visita la gallery su Facebook #studenti #orientamento #formazione Facebook Twitter Send by mail.

 

Studenti internazionali, in Cattolica +23%

ateneo Studenti internazionali, in Cattolica +23% Aumenta il numero di quanti scelgono l'Italia e l’Università Cattolica come meta per il loro percorso di studi. I dati presentati rivelano che Milano attira il 25% degli studenti stranieri presenti in Italia : in 18.000 hanno scelto gli atenei milanesi negli ultimi 5 anni per il loro percorso di studi. Infatti l’Ateneo si aspetta di accogliere un numero simile se non superiore di studenti internazionali a partire da febbraio per i programmi in partenza nel secondo semestre e in estate. A partire dal 1° settembre sono stati accolti presso l’Ateneo di largo Gemelli circa 843 studenti di 83 Paesi diversi . Di questi, 460 hanno scelto i programmi Exchange o Study Abroad , mentre 102 si sono iscritti ai master di primo livello ; e per finire sono 281 gli studenti internazionali che hanno scelto i corsi di laurea triennale, magistrale o a ciclo unico . La maggior parte di questi studenti, vale a dire l’11% del totale, proviene dagli Stati Uniti , mente al secondo posto si trova la Francia con il 10%; e il terzo scalino del podio lo conquistano gli studenti cinesi che quest’anno rappresentano il 7% sul totale degli studenti internazionali che sono arrivati. Alla base della crescita del numero degli studenti internazionali – afferma Pier Sandro Cocconcelli , delegato del Rettore per l’Internazionalizzazione – c’è l’incremento, in maniera strutturata, dei nostri rapporti con quegli atenei che sono ai primi posti delle classifiche mondiali, per condividere esperienze e progetti nel campo della formazione e della ricerca.

 

Concorso OsservaItalia

Piacenza Concorso OsservaItalia Premiazione del gruppo vincitore del concorso destinato agli studenti della Laurea Magistrale in Food marketing. aprile 2016 Un premio destinato agli studenti della laurea magistrale in Food marketing e Strategie commerciali dell’Università Cattolica di Piacenza e istituito da OsservaItalia per un progetto di ricerca che veda al centro il settore dell’ortofrutta. Il gruppo di studenti vincitori sarà proclamato venerdì 8 aprile alle 10.30 , in aula Delta e per l’occasione sarà presente il direttore marketing di Conad Giuseppe Zuliani e Luigi Gia, caporedattore di Affari&Finanza – Repubblica. L’ortofrutta è uno dei più importanti comparti dell’industria agro-alimentare con un fatturato aggregato di 11 miliardi di euro, 4 dei quali realizzati all’estero. Un segmento di mercato, quello dei prodotti freschi e freschissimi che vale oggi alla cassa circa il 45% di uno scontrino. E’ dunque chiaro come la competizione per il mondo della grande distribuzione si giochi su questo terreno, attraverso strategie che devono tenere conto delle nuove tendenze dei consumatori sempre più salutisti, più attivi, più informati, meno spendaccioni e alla continua ricerca di prodotti freschi, freschissimi e a Km0. E’ da queste premesse che nasce il concorso rivolto agli studenti di food marketing “Il concorso è aperto ad oltre 100 studenti che hanno lavorato suddivisi in team di 10 persone ciascuno – spiega Giuseppe Zuliani, direttore marketing di Conad -.

 

A scuola di futuro

Riflessioni e testimonianze di esponenti del mondo della cultura dello spettacolo, del lavoro e dello sport, si sono susseguite per raccontare, attraverso l’esperienza, come i giovani si possano “allenare al futuro”. Il giovane Caccamo ha centrato il suo intervento sull’importanza di impegno e dedizione, senza dimenticare la voglia di sperimentare “Tutto ciò che arriva dalla curiosità arricchisce il nostro percorso” “Un consiglio? Fare quello che si ama.. Debora Villa, che si destreggia con l’arma dell’ironia per far passare contenuti di spessore, ha affrontato il tema del viaggio come metafora della vita “ un viaggio dove è nota solo la meta. Per arrivarci spesso si seguono strade che non pensavamo neanche esistessero: ma è questo sperimentare che ci rende persone più ricche”. Parla anche dell’altra metà del cielo, Villa, di quella parte femminile del mondo spesso svalutata, e ne parla soprattutto rivolgendosi ai ragazzi in sala per spingerli a comprendere e rispettare il valore delle donne. Insieme all’aiuto di molte persone che mi hanno aiutato a dare il massimo ho potuto ottenere grandi risultati”. “Ai giovani è fondamentale spiegare che il loro futuro sarà diverso da quello dei loro nonni e dei loro genitori – sottolinea il prof. Fornari -.

 

X-Culture premia gli studenti di Lingue

Brescia X-Culture premia gli studenti di Lingue Beatrice Panzani , Francesca Seneci e Giulia Caggioni si sono piazzate tra i primi 10 team classificati nella prova di marketing globale del progetto X-Culture. Beatrice Panzani , Francesca Seneci e Giulia Caggioni sono le tre studentesse della facoltà di Scienze linguistiche che, con i loro rispettivi gruppi di lavoro, si sono piazzate tra i primi 10 team classificati nella prova di marketing globale. Per loro, oltre al grandissimo traguardo personale, il certificato di “Best Team Certificate” , consegnato questa mattina durante la cerimonia di premiazioni dal coordinatore di facoltà Mario Taccolini e dalla professoressa Loretta Battaglia , coordinatrice e “regista” della partecipazione dei ragazzi al bando. Il progetto è stato proposto durante il corso di Marketing della facoltà di Scienze linguistiche tenuto dalla professoressa Battaglia; ogni studente è stato inserito in un team internazionale composto da 6/7 ragazzi provenienti da altre università, col compito di progettare piani aziendali efficaci. Un successo che si rinnova: Alessandro Carrera è tra gli studenti dell’Università Cattolica di Brescia che l’anno scorso si sono distinti nel medesimo progetto. Per lui l’invito a partecipare all’esclusivo X-Culture 2016 Symposium : la conferenza annuale organizzata in collaborazione con l’ Accademy of International Business Usa Southeast Division e sponsorizzata da SYKES , una della più grandi compagnie multinazionali al mondo, in grado di vantare più di 50.000 unità specializzate nei diversi ambiti del sistema economico. Quest’anno il convegno avrà luogo sull’esclusiva nave da crociera Royal Caribbean “Brilliance of the Seas” che salperà il 10 novembre da Tampa, in Florida, e viaggerà per due giorni alla volta dell’isola messicana di Cozumel, nel mar dei Caraibi, prima di effettuare il ritorno.

 

In Cattolica si impara a comunicare nel team

Piacenza 22 aprile 2016 In Cattolica si impara a comunicare nel team Oltre 100 gli studenti partecipanti alle lezioni proposte dalla prof.ssa Roberta Virtuani La capacità di comunicare e lavorare in gruppo sono richiesti agli studenti fin dai primi anni del loro percorso universitario. “Anche perché il lavoro di gruppo è alla base del successo delle aziende” sottolinea la prof.ssa Roberta Virtuani della facoltà di Economia e Giurisprudenza. “Per questo agli studenti di Economia della Cattolica abbiamo proposto un corso di tecniche della comunicazione, il cui secondo modulo riguardava proprio la comunicazione nel gruppo”. Un corso molto pratico, impostato come laboratorio, in cui gli studenti in prima persona costruiscono e “allenano” le loro competenze di comunicazione attraverso attività e giochi dalla cui dinamica scaturiscono aspetti di comportamento successivamente analizzati, valutati e discussi per evidenziare le caratteristiche della comunicazione in gruppo. “Attraverso la discussione di un caso in gruppo gli studenti imparano a relazionarsi reciprocamente, a confrontarsi gli uni con gli altri, a prendere decisioni collettive a partire dalla definizione di obiettivi e priorità, a creare un piano di lavoro apportando idee, opinioni ed esperienze diverse da condividere” prosegue Virtuani. “Anche nella comunicazione in gruppo, alla base di relazioni e scambi efficaci, c’è la capacità di ascolto e la capacità di ritagliarsi degli spazi di attenzione e un ruolo all’interno della discussione collettiva. Le attività di gruppo svolte durante il corso sono state organizzate dalla docente prof. Roberta Virtuani con professionisti quali Luigi Drei, formatore e consulente, Lorenzo Buscarino di Manpower, Ilaria De Faveri di Adecco, Matteo Medici di Umana e Rossella Sposato di Randstad.

 

Fare impresa ai tempi della globalizzazione

Cremona Fare impresa ai tempi della globalizzazione Per 25 diplomandi dell’ITC Beltrami un percorso di formazione proposto dalla facoltà di Economia e Giurisprudenza di Cremona. maggio 2016 Fare impresa ai tempi della globalizzazione: qual è l’atteggiamento degli adolescenti di fronte a questa sfida? E’ questo il fil rouge che ha collegato il percorso proposto a 25 studenti di quinta superiore dell’ITC Beltrami dalla facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’Università Cattolica di Cremona. “Siamo partiti da una prospettiva macro, per far prendere coscienza ai ragazzi di quanto e come il mondo stia cambiando- sottolinea la ricercatrice del CERSI Gaiardi -. Abbiamo poi analizzato come il sistema cremonese reagisca alle sfide della globalizzazione puntando sui suoi settori forti: alimentare, metallurgia e meccanica, senza dimenticare il valore del settore cosmetico per il distretto cremasco. Al termine abbiamo svolto una piccola attività di analisi su un campione di aziende del settore alimentare a partire dai dati di bilancio degli ultimi anni”. L’attualità e la concretezza delle tematiche trattate hanno saputo catturare l’interesse degli studenti, che oltre ad aver arricchito la propria cultura personale hanno potuto acquisire materiale didattico utile per sostenere il prossimo esame di stato.

 

Gli studenti e l’esperienza d’esame

ATENEO Gli studenti e l’esperienza d’esame Anche quest’anno, tramite la pagina iCatt, gli iscritti all’Università Cattolica potranno dare il loro contributo alla valutazione delle modalità di svolgimento degli esami. Accanto alla valutazione dei corsi, obbligatoria per perfezionare l'iscrizione on line agli esami, come richiesto dall'Agenzia Nazionale di Valutazione dell'Università e della Ricerca (ANVUR), è stato introdotto un breve questionario anonimo sulla prova d’esame. Il questionario, che lo studente è invitato a compilare sulla propria pagina iCatt per ogni prova superata, riprende le linee guida dell’ANVUR e intende coinvolgere i ragazzi in modo sempre più partecipe alla valutazione della didattica, di cui gli esami rivestono senza dubbio una parte essenziale e rilevante. Una prima indagine effettuata dal Nucleo di valutazione della nostra Università nell’anno accademico 2015/16, ha permesso di conoscere la percezione degli studenti, con osservazioni interessanti sulle modalità e i tempi di svolgimento, nonché sull’esperienza complessiva della prova d’esame. L’89% dei ragazzi che hanno compilato il questionario si è dichiarato complessivamente soddisfatto di come si è svolto l’esame. Vi è un sostanziale equilibrio nelle modalità di svolgimento della prova d’esame fra scritti e orali e solo il 10% si è dovuto ripresentare una seconda volta per superare la prova. Comunque, il quadro complessivo che emerge è quello di un Ateneo attento ai propri studenti anche nel momento d’esame, testimonianza dell’impegno dei docenti dell’Ateneo in questo momento speciale della vita universitaria.

 

Cerchi alloggio? Usa Roomtastic

ATENEO Cerchi alloggio? Usa Roomtastic La ricerca di soluzioni abitative per gli studenti diventa sempre più smart grazie alla app sviluppata da una start-up di tre studenti universitari , due dei quali laureati in Cattolica. Un nuovo servizio che promuove anche l’imprenditività dei giovani. febbraio 2017 La ricerca di una casa per universitari diventa sempre più smart. Sul sito Educatt è disponibile una nuova area che amplia le possibilità offerte dal servizio Soluzioni abitative per gli studenti. alloggio #studenti #affitto Facebook Twitter Send by mail.

 

Collegi, la vita in diretta

MILANO Collegi, la vita in diretta Dal Ludovicianum e dal Marianum, due studenti raccontano in diretta su Facebook le giornate nelle strutture dell’Università Cattolica, i momenti di condivisione, le occasioni di formazione e approfondimento. by Redazione EDUCatt | 13 maggio 2016 Nel pieno delle visite guidate nei collegi della sede di Milano, nel pomeriggio di giovedì 12 maggio è andata in onda sulla pagina fb una diretta degli studenti a cura di EDUCatt. Alla diretta potranno intervenire, con domande, anche i partecipanti alle visite guidate, offrendo così occasione di approfondimento a tutti coloro che seguiranno la diretta. Per la sede di Piacenza la scadenza per l’iscrizione online ufficiale è sempre fissata per il 14 luglio 2016; le date del concorso sono il 7 luglio (solo per studenti iscritti al concorso entro il 4 luglio) e il 21 luglio 2016. Per i collegi del campus romano, infine, tutti gli studenti che si iscriveranno a uno dei corsi della facoltà di Medicina e Chirurgia (corsi di laurea a ciclo unico) potranno partecipare al concorso compilando la domanda di ammissione on line in area myeducatt entro il 14 luglio 2016. Anche gli studenti che nel mese di maggio hanno presentato richiesta di pre-ammissione (secondo le modalità descritte alla pagina College Draft ), e che sono risultati assegnatari o idonei non assegnatari, sono comunque tenuti a perfezionare l’iscrizione compilando la domanda on-line ufficiale di ammissione ai Collegi. Per quanto riguarda la facoltà di Medicina e Chirurgia e di Economia triennali e magistrali, la possibilità di presentare domanda di ammissione ai collegi sarà aperta a partire dal 1 settembre.

 

Teatro a scuola, l’Italia si sfida a Milano

festival Teatro a scuola, l’Italia si sfida a Milano Dal 20 al 23 marzo 15 istituti provenienti da varie regioni e 350 studenti metteranno in scena al Festival Thauma tragedie e commedie del repertorio greco e latino. Siamo partiti nel 2015 con un’iniziativa dedicata esclusivamente a Milano e alle scuole lombarde» spiega Elisabetta Matelli , nel presentare la terza edizione del festival teatrale Thauma , che mette in scena il teatro antico prodotto dalle scuole superiori. Dal 20 al 23 marzo a Milano 1 5 istituti provenienti da tutta Italia e 350 studenti si affronteranno in una vera e propria competizione, rappresentando tragedie e commedie del repertorio classico: dalle Troiane al Filottete , da Ifigenia a Edipo re , dalle Rane di Aristofane alla Medea e altri ancora. È un progetto che permette di far emergere l’interesse per il teatro nelle scuole di un Paese ricco di radici culturali come il nostro» sottolinea la curatrice del festival, che in Ateneo è docente di Storia del Teatro greco e latino e direttrice del Laboratorio di Drammaturgia antica . Un’occasione importante, adesso che le attività teatrali in classe hanno acquisito un adeguato riconoscimento, dopo che il Miur ha reso pienamente curricolari le attività teatrali , garantendone la piena cittadinanza nel bagaglio formativo degli studenti. Teatro antico in scena , che tutto l’anno offre spettacoli di teatro classico alla città di Milano. L’ingresso a teatro è libero: spettatori di ogni età, studenti, docenti possono partecipare come per gustare le interpretazioni dei grandi drammi classici che gli studenti liceali elaborano con i loro docenti e tutor, con metodi differenti, e sempre grande entusiasmo.

 
Go top