La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per aste:

Lavorare da Sotheby’s

aprile 2017 di Mattia Pivato * Le case d’asta svolgono un ruolo centrale nella determinazione dei trend di mercato relativi all’arte e al collezionismo. I numeri delle immatricolazioni agli specifici corsi di laurea crescono e senz’altro non nella previsione di ingrossare le fila degli storici dell’arte in senso tradizionale. È importante far conoscere queste possibilità agli studenti, soprattutto ai laureandi e agli specializzandi, non tanto attraverso corsi specifici, trattandosi di ambiti difficilmente ‘disciplinabili’, quanto attraverso la viva testimonianza di protagonisti di questi nuovi settori professionali. Il punto decisivo è nel saper trasferire le competenze e le conoscenze acquisite nei tradizionali corsi di laurea in Storia dell’arte - assolutamente imprescindibili, come ci confermano tutti i testimonial delle nuove professioni - nelle richieste che l’attuale assetto sociale e produttivo esprime con maggior energia. Da questo punto di vista è davvero più suggestivo e più utile di astratte teorie, il racconto vivo e appassionato di persone che hanno saputo investire il loro bagaglio umanistico, intercettando i bisogni, le curiosità, le forme comunicative in continuo divenire nella nostra società. Non è solo il problema di inventare nuove professioni, ma anche la capacità di trasformare quelle tradizionali, come possono essere la direzione di un museo o la produzione editoriale, in nuovi profili. Inoltre, la possibilità di incontrare innovative esperienze di lavoro nell’abito dei beni culturali, incentiva a non fissare la propria prospettiva verso impieghi che sappiamo limitati nelle loro possibilità di offerta e invece a provare a intercettare nuovi bisogni e quindi nuovi percorsi.

 

Arte, la passione si fa lavoro

La ricetta di Marilena Pirrell i, giornalista di ArtEconomy24-Il Sole 24 Ore, e dell’ad di Sotheby’s Italia Filippo Lotti 26 aprile 2017 di Mattia Pivato * Web, case d’asta, valutatori e art advisor. Sono le professionalità e gli ambiti nuovi che stanno emergendo nel settore dell’arte, un sistema il cui sviluppo è dimostrato dall’ampliamento della platea di appassionati e collezionisti che navigano il web a caccia di artisti e opere. Il fenomeno su internet è impressionante sia in termini di nuove piattaforme di scambio sia di offerta di nuovi servizi» spiega Marilena Pirrelli (a sinistra) , giornalista di ArtEconomy24 – Il Sole 24 Ore , che insegna al corso di alta formazione dell’Università Cattolica Lavorare nel Mercato dell’Arte. Questo crea nuove professionalità: Hiscox nel 2016 ha registrato un incremento del 15% a 3,75 miliardi di $ di scambi sul web, pari ad una quota di mercato dell'8,4% sul valore degli scambi generali rispetto al 7,4% del 2015, nonostante la contrazione dell’11% di tutto il mercato globale a 56,6 miliardi di $ (Clare Mc Andrew) . Sicuramente le due fiere italiane hanno dialogato con un pubblico molto diverso da quello del Tefaf di Maastricht, che rappresenta l’eccellenza nell’offerta di arte antica, d’antiquariato e di arte moderna con un valore assicurato in fiera di oltre 3 miliardi di euro. Parola di Filippo Lott i, amministratore delegato di Sotheby’s Italia , che insegna al corso di alta formazione dell’Università Cattolica Lavorare nel Mercato dell’Arte. Da questo punto di vista è davvero più suggestivo e più utile di astratte teorie, il racconto vivo e appassionato di persone che hanno saputo investire il loro bagaglio umanistico, intercettando i bisogni, le curiosità, le forme comunicative in continuo divenire nella nostra società.

 
Go top