La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per cambridge:

Vivarelli nominato nell’Accademia Europea

milano Vivarelli nominato nell’Accademia Europea Il direttore del Dipartimento di Politica economica entra a far parte della prestigiosa istituzione fondata a Cambridge nel 1988 07 ottobre 2019 Il professor Marco Vivarelli (nella foto) , direttore del Dipartimento di Politica economica, è stato nominato e poi eletto membro dell’ Academia Europaea . Fondata a Cambridge nel 1988, la prestigiosa Accademia Europea si prefigge lo scopo di incentivare l’eccellenza in tutti i campi della ricerca scientifica e di promuovere la ricerca europea nel mondo. L'Accademia ha 3983 membri, compresi 72 premi Nobel, provenienti da 39 paesi europei e 15 extraeuropei. Sono membri dell’Accademia eccellenti studiosi nelle scienze esatte, nelle scienze della natura, nell’umanistica e nelle scienze sociali. L'iscrizione avviene soltanto per nomination da parte di due membri dell’Accademia (di cui uno non connazionale del nominato) e segue un processo di peer review, basato su un sistema di criteri e punteggi condivisi. Il professor Vivarelli entra a far parte della classe di Economics, Business and Management Sciences, che conta attualmente 114 membri, tra cui 10 italiani. Nella sua sezione dedicata sono richiamati i suoi attuali campi di ricerca: l’economia dell’innovazione, l’econometria applicata e la politica economica.

 

Cornetti e ottoni col coro di Cambridge

concerto Cornetti e ottoni col coro di Cambridge Il Girton College Chapel Choir mercoledì 3 luglio nell’Aula Magna di largo Gemelli eseguirà la Missa “ Laudate pueri” di Marc’Antonio Ingegneri e mottetti dello stesso compositore cremonese. Continua la tradizione di ospitalità di cori inglesi in Ateneo. L’evento prosegue la tradizione di ospitalità dei cori inglesi, giunta al nono anno, organizzata dal Centro Pastorale della sede universitaria di Milano e dal Coro e Orchestra del Collegium Vocale di Crema, diretti da Giampiero Innocente. L’imponente scenario che si presenterà agli ascoltatori rievoca la grande tradizione polifonica rinascimentale veneziana (Ingegneri lavora a Venezia a partire dal 1557) che viene poi esportata in altre importanti città e corti del nord Italia: ritroveremo il compositore a Cremona come maestro di Claudio Monteverdi. Le otto voci del coro (tipiche delle due cantorie in San Marco a Venezia) e i cornetti e ottoni in raddoppio creano un affresco che rimanda alle sonorità di una tradizione che sarà di esempio e imitazione per i grandi polifonisti europei del XVI e XVII secolo. Alle 14.30 sono previste le prove aperte al pubblico, sempre in Aula magna. musica #coro #cambridge Facebook Twitter Send by mail.

 
Go top