La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per careerweek:

Giovani e lavoro, la ricetta dello chef Davide Oldani

Università-Mondo del lavoro Giovani e lavoro, la ricetta dello chef Davide Oldani L’importanza delle relazioni umane in campo aziendale, soprattutto nel tempo del Coronavirus. Oldani ha precisato che «più che di innovazione, bisognerebbe parlare di evoluzione», ha esordito il cuoco stellato formatosi alla scuola di Gualtiero Marchesi. Il segreto è avere amore per qualcosa, credere in quello che si fa, non entrare nel buco nero della routine. Nel mondo della cucina c’è evoluzione perché i prodotti sono sempre quelli, non è come nel mondo della moda dove si utilizzano materiali diversi. Vari gli elementi indicati da Oldani per essere “evolutivi” nel futuro del mondo del lavoro: la formazione continua e l’essere visionari, per cui si tratta di un investimento di natura culturale, prima che economica. Così Oldani descrive la “ricetta” adottata dal suo ristorante per ridurre i rischi di contagio: «Ho diminuito i tavoli del 35percento, ho assunto due persone in più, e questo mi ha messo nella condizione di capire che il mio mestiere deve evolversi, non cambiare». Nel mio mestiere la relazione umana è fondamentale: sia che mangiamo un panino in dieci minuti o un pranzo in due ore, è importante che ci dedichiamo del tempo, parlandoci e relazionandoci con il tempo dovuto si può crescere ulteriormente.

 
Go top