La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per community:

Moda, la community dei fashion lawyer

Milano Moda, la community dei fashion lawyer A conclusione della prima edizione del corso di Alta formazione in Fashion Law , l’obiettivo è quello di creare un network tra i legali del settore 10 gennaio 2020 di Annarosa Laureti e Francesco Castagna «Un’esperienza pioneristica di successo, con immediati feedback positivi». È l’esito del primo corso di Alta Formazione in Fashion Law , realizzato in partnership con la Camera Nazionale della Moda Italiana (CNMI), secondo Gabrio Forti , direttore dell' Alta Scuola “Federico Stella” sulla Giustizia Penale (ASGP) . A conclusione dell’iniziativa, che ha coinvolto più di 30 partecipanti, metà dei quali neolaureati in giurisprudenza e metà professionisti del settore, l’obiettivo è quello di creare una vera e propria community di “Fashion Lawyers” . Quello del legale interno ad aziende di moda è «un ruolo che sta acquisendo sempre più riconoscimento» afferma l’avvocato Mario Boschetti , General Counsel di Loro Piana Spa e laureato in Giurisprudenza dell’Università Cattolica. Fondamentale è essere sempre pronti all’emergenza dell’ultimo minuto» continua la Palombella, che si tratti della redazione di un contratto “atipico” per ingaggiare modelle e influencers o della risoluzione di problemi legati ai danni dell’immagine del proprio brand. Secondo l’avvocato Sara Citterio , Corporate Affairs, Legal and Compliance Manager di Trussardi «il primo muro da abbattere è quello di cercare di accreditarsi agli occhi dei colleghi come parte dello stesso team». fashion #moda #community #law Facebook Twitter Send by mail Print A SETTEMBRE LA SECONDA EDIZIONE È già in pista la realizzazione della seconda edizione del Corso di Alta Formazione in Fashion Law promosso dall’Alta Scuola Federico Stella sulla giustizia penale, che partirà a settembre.

 

Piattaforma più easy per il catalogo Educatt

È quello che offre la nuova piattaforma Univeroo , che dallo scorso luglio vede Educatt come primo membro della sua community in ambito universitario. Univeroo ha lo scopo di connettere strettamente lo studente e l’Ente per il Diritto allo Studio Universitario. L’idea di un software gestionale per librerie è venuta quasi quattro anni fa al CEO Matteo Cuturello , ex studente di Comunicazione e Società all’Università Cattolica del Sacro Cuore, durante la realizzazione di un progetto universitario sulla promozione della lettura. Attraverso Univeroo viene data la possibilità di individuare con facilità la collocazione fisica del libro che si sta cercando e sapere nel giro di pochi istanti quale delle librerie iscritte alla piattaforma sarà la più consona alle richieste dell’acquirente. Dunque cercare un volume online – ma anche avere a disposizione i devices idonei al proprio percorso di studio – diventa ancora più semplice e intuitivo. Per maggiori informazioni: https://univeroo.it https://www.facebook.com/univeroo #catalogo #community #libri #univeroo #educatt Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top