La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per conservazione:

Distribuzione vaccino: focus sulle aree di somministrazione

COVID-19 Distribuzione vaccino: focus sulle aree di somministrazione Il seminario della facoltà di Economia e Giurisprudenza ha esplorato le sfide della consegna dell’ultimo miglio e della gestione logistica del vaccino. Quindi cosa manca? «Serve ora una strategia di pianificazione della ricezione dei vaccini da parte della sanità pubblica e delle unità di crisi in base alle diverse caratteristiche dei vaccini e alle diverse modalità di trasporto della case farmaceutiche (aereo, camion…). In Italia non sappiamo ancora come sarà la distribuzione e considerando che ognuno dei cinque vaccini avrà la propria strategia di conservazione e di distribuzione, possiamo affermare che il tempo stringe: ieri nel seminario è emerso che le imprese di logistica chiedono ancora oggi chiarimenti su come comportarsi. Diciamo che come minimo c’è un ritardo di comunicazione, che spero non sia conseguenza di un ritardo di pianificazione». Di positivo c’è che ieri durante il seminario, il Cargo Senior Manager di Malpensa Cargo Giovanni Costantini ha dichiarato che Malpensa è pronta ad accogliere e gestire lo stock e la scorta dei vaccini. È impressionante il report sul volume di traffico generato dal Covid per i DPI che Costantini ci ha illustrato così come tranquillizzante è la prospettiva illustrata dal Cargo Senior Manager di Malpensa per la gestione dei vaccini. Serve grande pianificazione degli spostamenti e della rete distributiva, serve molto spazio nelle aree di vaccinazione per fare economie di scala sull’impiego dei sanitari e delle celle di stoccaggio di vaccini e materiali.

 

Vaccino anti-Covid: la vera sfida è nel trasporto

PIACENZA Vaccino anti-Covid: la vera sfida è nel trasporto La distribuzione dei vaccini anti-Covid 19 in quantità enormi ed in tempi strettissimi rappresenterà la più grande sfida logistica della storia. E questo sia che si consideri il vaccino che deve essere conservato a -70, che se si considera il vaccino stabile per 30 giorni a temperature standard di refrigerazione tra 2° e 8° C, come quello di Moderna: l’aspetto organizzativo della logistica e il problema della security rimangono». Un lavoro prezioso e strategico che affronta il tema lavorando su ogni anello della supply chain: dal primo trasporto - dal laboratorio di produzione ai diversi HUB nazionali di stoccaggio-, per passare al transit point di smistamento fino al delivery dell’ultimo miglio con la consegna ai luoghi di somministrazione medica». La pianificazione è tutto... «DHL stima una preparazione mondiale di 10 miliardi di dosi, trasportati con 200 mila pallet, prevedendo l’utilizzo in due anni di 15 mila aerei cargo e 15 milioni di di contenitori refrigerati. Una volta che il vaccino arriva in Italia in quattro, cinque piattaforme di stoccaggio, come assicuriamo la consegna alle Ausl alle farmacie agli ospedali? In questo tratto finale è difficile garantire la dotazione di un container a -70°. Quel che è certo è che serve un coordinamento, una pianificazione, una sinergia con tutti gli altri aspetti che non ho toccato, primo fra tutti la security da implementare per questi trasporti, un reale tema di sicurezza nazionale». covid19 #vaccini #trasporti #conservazione #lanini Facebook Twitter Send by mail Print La logistica al tempo del Covid Delle nuove sfide delle consegne dell'ultimo miglio e della gestione logistica del vaccino si parlerà martedì 1° dicembre , dalle 14.30 alle 17.00 in un seminario organizzato dalla facoltà di Economia e Giurisprudenza.

 
Go top