La tua ricerca ha prodotto 5 risultati per culturaldiplomacy:

Cultural Diplomacy, dibattito alla Farnesina

Roma Cultural Diplomacy, dibattito alla Farnesina La diplomazia della cultura al centro dell’evento promosso dal master della Cattolica alla presenza del rettore e di 25 ambasciatori. by Federica Mancinelli | 10 settembre 2019 “Il ruolo strategico della Diplomazia della Cultura nell’attuale scenario geopolitico”. È il tema di grande attualità al centro dell’evento promosso giovedì 12 settembre alle ore 16 al ministero degli Esteri dal Programma internazionale in Cultural and Digital Diplomacy for International Relations dell’Università Cattolica. L’evento sarà aperto dal Direttore e ideatore del Programma in Cultural Diplomacy Federica Olivares , che illustrerà temi, obiettivi e contenuto del programma formativo. Il master segue un modello formativo che attraverso il linguaggio universale delle Arti offre a studenti internazionali la capacità di contribuire alla costruzione della reputazione globale di Soft Power per un Paese, di riaprire dialoghi geopolitici interrotti e costruire progetti di riconciliazione fra popolazioni in zone di post-conflitto. Un Programma sempre più internazionale quello del Master in Cultural Diplomacy, offerto dall’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo (Almed) dell’Università Cattolica, che giovedì 12 settembre celebrerà anche il Graduation Day , la cerimonia di consegna degli attestati ai diplomati del corso: studenti provenienti da 4 continenti e 15 Paesi. Foto in alto, fonte: Wikipedia.it #almed #culturaldiplomacy #esteri #altescuole Facebook Twitter Send by mail.

 

Fare Diplomazia con la Cultura

La Cattolica ne ha parlato alla Farnesina alla presenza di 25 ambasciatori di tutto il mondo. settembre 2019 «Finché l’ecosistema globale si reggeva su regole tese a gestire la circolazione essenzialmente di beni e persone, la diplomazia metteva a confronto soggetti simili che condividevano riti, regole e schemi culturali non troppo differenti tra loro. Oggi, in un mondo in cui la circolazione fondamentale è quella delle informazioni e in cui tutte le nazioni e le potenze sembrano più vicine nello spazio pur mantenendo le distanze, la diplomazia diventa essenzialmente culturale. Di grande attualità il tema dell’incontro, intitolato “Il ruolo strategico della diplomazia della cultura nell’attuale scenario geopolitico”, organizzato alla Farnesina in occasione del Graduation Day del Master in Cultural Diplomacy, offerto dall’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo (ALMED) dell’Università Cattolica. E tuttavia, c’è ancora molto lavoro da fare, anche sul piano della ricerca e della formazione accademica, affinché tale approccio diventi un pilastro solido e permanente della politica estera e l’efficace strumento di una solida strategia di soft power». Così ha affermato Federica Olivares, Direttrice e ideatrice del Programma in Cultural Diplomacy dell’Università Cattolica nel suo intervento in cui ha illustrato temi, obiettivi e contenuto del programma formativo in occasione del Graduation Day. C'è infatti grande bisogno, anche in questo settore, di formazione basata su una ricerca di qualità e di innovazione.

 

Lezioni di Digital Diplomacy

Roma Lezioni di Digital Diplomacy Per la prima volta in Italia, al master in Cultural Diplomacy, Corneliu Bjola , della University of Oxford, uno dei massimi esperti della nuova frontiera della Diplomazia attraverso il Web. by Federica Mancinelli | 11 marzo 2019 Corneliu Bjola , docente all’University of Oxford e uno dei massimi esperti di Digital Diplomacy, la nuova frontiera della Diplomazia attraverso il Web, terrà un ciclo di lezioni agli studenti del Master in Cultural Diplomacy. Il Professor Bjola dirige il Digital Diplomacy Research Centre presso l'University of Oxford, è l'autore di una delle opere di riferimento sul tema, “Digital Diplomacy: Theory and Practice”. E’ uno degli Opinion leader e consigliere di numerosi Ministeri degli Esteri europei e internazionali temi della tweet diplomacy e dell'uso pervasivo dei social media da parte dei leader mondiali. Di recente si è occupato del crescente ruolo delle Ambasciate Digitali come nuovi soggetti di Digital Diplomacy utili a fronteggiare le tradizionali sfide nella gestione dei conflitti internazionali e come elementi che modificano la gestione delle relazioni globali. "Il Master affronta in modo innovativo i temi legati alla public diplomacy, alla diplomazia della cultura, alla diplomazia digitale e alla comunicazione globale - dichiara Federica Olivares , Direttore del Master in Cultural Diplomacy. Arts and Digital Media for International Relations and Global Communication – Esso fornisce inoltre strumenti per l’utilizzo del linguaggio universale delle arti per rendere possibile il dialogo culturale e azioni di riconciliazione fra popolazioni in aree di tensione e di conflitti geopolitici”.

 

Cultural Diplomacy, Graduation Day al MiBAC

Roma Cultural Diplomacy, Graduation Day al MiBAC Giovedì 18 ottobre al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alla presenza del Ministro Alberto Bonisoli e del Rettore Franco Anelli , la consegna dei diplomi ai partecipanti del master promosso dall’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo. Interverranno il Ministro per i Beni e le Attività Culturali Alberto Bonisoli e il Rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli . Saranno presenti il Consigliere Diplomatico del Ministro per i Beni e le Attività culturali Marco Ricci e il Segretario Generale del MiBAC Giovanni Panebianco .e Ambasciatori da diversi Paesi: S.E. Melissa Hitchman , Ambasciatore d’Australia presso la Santa Sede; S.E. Pietro Sebastiani , Ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede; Generale Fabrizio Parrulli , Comandante del Nucleo dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, l’Attaché Culturale dell’Ambasciata USA, nonché rappresentanze diplomatiche di Emirati Arabi Uniti, Polonia e Croazia. Saranno presenti anche i Direttori di alcuni dei maggiori musei italiani. Il programma ha ricevuto già dal primo anno un importante riconoscimento da parte dell’Ambasciata di Cina in Italia, che ha recentemente offerto agli studenti iscritti la permanenza di alcuni giorni in Cina per osservare e valutare le attuali e interessanti strategie cinesi di Cultural Diplomacy.

 

Un master per ambasciatori culturali

Roma Un master per ambasciatori culturali Da novembre al via alla sede di Roma l’innovativo corso di studi in “Cultural Diplomacy: Arts and Media for International Relations and Global Communication”. Si formano carriere nell’ambito delle relazioni internazionali e dei grandi eventi culturali. Città, musei, arti visive, musica, sport, mega eventi e social media rappresentano la nuova frontiera della reputazione globale» dichiara Federica Olivares , direttore e ideatore del programma formativo. Il nuovo master forma professionisti per carriere nel campo delle relazioni internazionali, della creazione di grandi eventi di arte e cultura, nonché per le strategie di branding di Paesi, città, imprese multinazionali». Come parte integrante del programma gli studenti avranno l’opportunità di visitare musei, istituzioni culturali e headquarters di organizzazioni pubbliche e private italiane e internazionali. Al termine del percorso formativo è previsto un periodo di internship al termine del quale gli studenti dovranno presentare un portfolio che evidenzi gli obiettivi raggiunti. Il master è partner di Associazione Diplomatici, Ong partner ufficiale delle Nazioni Unite, con lo status consultivo nel Consiglio Economico e Sociale (Ecosoc) dell’Onu.

 
Go top