La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per droghe:

Se le droghe diventano sintetiche

Anche l’azione di contrasto al traffico e allo spaccio sul territorio nazionale di queste particolari sostanze psicoattive risulta decisamente complessa, soprattutto a causa della loro commercializzazione on line. Fra i relatori Federico Cafiero De Raho , Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, (al centro nella foto in alto), e Giuseppe Cucchiara , Direttore Centrale per i Servizi Antidroga. Oggi sono riunite forze e competenze diverse e specifiche – ha detto il professor Claudio Grassi , portando il saluto della Facoltà di Medicina e chirurgia - È per noi motivo di orgoglio osservare che in questo gioco di squadra è presente la nostra Istituzione. L'augurio è che questo incontro rinnovi energie efficaci per contrastare questa piaga sociale». Il convegno è stato l’occasione per divulgare le conoscenze e le esperienze finora maturate allo scopo di prevenire la diffusione incontrollata di fenomeni di consumo pericolosi per la salute pubblica. droghe #tossicologia #salute pubblica Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Vuoi trasgredire? Non farti

Vuoi trasgredire? Non farti Le studentesse del collegio Marianum incontrano Giorgia Benusiglio, salvata miracolosamente da un trapianto di fegato nel 1999 per aver assunto una piccola quantità di ecstasy. by Redazione EDUCatt | 18 febbraio 2016 Il 7 marzo 2016 alle 21 le studentesse del collegio Marianum e tutti gli studenti che vorranno partecipare avranno la possibilità di ascoltare, dalla viva voce della protagonista, la storia di Giorgia Benusiglio . Autrice del libro Vuoi trasgredire? Non farti (Edizioni San Paolo, 2010) Giorgia è nata a Milano il 27 luglio 1982 e si è laureata in Scienze della formazione primaria all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dopo che nel 1999 è stata miracolosamente salvata da un trapianto di fegato per aver assunto una piccola quantità di ecstasy, ha deciso di trasformare la sua esperienza in una lezione di vita, parlando a ragazzi di tutte le età dei rischi legati all’assunzione di droghe. Inizialmente con il padre e ora da sola, da più di 10 anni svolge un’attività di prevenzione raccontandosi nelle scuole perché il suo errore possa evitare quello di qualcun altro e per dare ai giovanissimi quella giusta informazione che lei non ha avuto. Fino a oggi Giorgia è stata ospitata in moltissime trasmissioni televisive e ha tenuto incontri con più di centomila ragazzi in tutta Italia, ai quali si sono aggiunti molti ragazzi della Svizzera italiana. Sue anche iniziative nelle discoteche e nelle carceri, in una instancabile opera di sensibilizzazione.

 
Go top