La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per enniomorricone:

Quella tesi su Ennio Morricone che mi ha cambiato la vita

aiuta a rendere evidente quello che si dice, quello che si vede e quello che non è espresso esplicitamente nell’opera cinematografica” Così mi raccontava il Maestro Morricone la prima volta in cui ci siamo incontrati a casa sua a Roma il 3 aprile 2014. Ai tempi alloggiavo al collegio Marianum dell’Università Cattolica e stavo scrivendo la mia tesi di laurea triennale in Storia della musica con un focus sul ruolo della colonna sonora nei film. Un’intervista a Ennio Morricone da inserire all’interno del mio progetto sembrava un sogno irrealizzabile e invece dopo un inusuale scambio di fax (sì, proprio il fax!) il Maestro mi telefonò e mi propose di conoscerci di persona. Oltre che per il cinema, infatti, Ennio Morricone ha lavorato nel campo della musica leggera radiotelevisiva e ha arrangiato molte delle hit più grandi degli anni Sessanta dal calibro di “Se telefonando” di Mina, “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli e “Sapore di sale” di Edoardo Vianello. Mi ha educato a “vedere la musica” da più prospettive aprendomi la mente e per questo gli sarò grata per sempre. Adesso il vuoto che ha lasciato è incolmabile, ma la sua musica vivrà in eterno. alumna Unicatt, laureata in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse ( Cimo ), interfacoltà di Lettere e filosofia e di Economia #alumni #cimo #enniomorricone Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top