La tua ricerca ha prodotto 4 risultati per fase2:

Educatt alle prese con la Fase 2

Educatt Educatt alle prese con la Fase 2 Gli aggiornamenti sui servizi sede per sede. Vediamo nel dettaglio, sede per sede, quali servizi sono attivi e con quali modalità. Il Centro Sanitario resta disponibile con esclusiva consultazione telefonica solo per gli ospiti dei Collegi e per la Medicina del lavoro. Il Servizio Agevolazioni economiche è contattabile telefonicamente, per email o con l’apertura di un ticket ai numeri indicati all’indirizzo www.educatt.it/contatti . Il Centro Sanitario in sede è chiuso; il Centro Sanitario di Milano resta comunque a disposizione con esclusiva consultazione telefonica al numero 02.72342217 secondo gli orari indicati alla pagina www.educatt.it/contatti . I servizi di ristorazione sono funzionanti esclusivamente per la comunità universitaria; in particolare: • Mensa.7 segue il normale orario di funzionamento; • il Bar dell’Università resterà chiuso; • Il Bar Cafè resterà chiuso.

 

Fase 2, sport sicuro per i ragazzi

Durante il lockdown tutte le attività sono rimaste bloccate, ma con l’inizio della fase 2 si progetta una ripresa graduale, garantendo sempre la massima sicurezza per i bambini, gli accompagnatori e gli istruttori per permettere anche ai più piccoli di tornare a svolgere le attività che caratterizzavano le loro giornate. sport #ragazzi #bambini #fase2 Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Campionato di calcio, per Walter Ricciardi ripartire con prudenza

Ricerca Campionato di calcio, per Walter Ricciardi ripartire con prudenza Il docente di Igiene generale e applicata mette in guardia sui rischi legati a eventi di massa in tempi di circolazione del Covid-19. Al tema ha dedicato un paper, firmato con la professoressa Stefania Boccia , che sarà pubblicato su Frontiers in Medicine 30 maggio 2020 Vincenzo Spadafora, ministro per le Politiche giovanili e per lo Sport, ha ufficialmente annunciato la ripresa del campionato di calcio di serie A e B a partire dal 20 giugno. Questo nostro contributo – commenta il professor Walter Ricciardi – dimostra la pericolosità degli eventi di massa in tempi di intensa circolazione del virus perché, come nel caso di Atalanta-Valencia e di Liverpool-Atletico Madrid, possono accelerare la propagazione di virus ad elevata contagiosità, come questo coronavirus. Per quanto riguarda invece le attività sportive è evidente che queste non possano eludere le misure di sicurezza, valide per tutti noi. I calciatori, come tutti, quando si avvicinano a un’altra persona in uno sport di contatto, se sono infetti la contagiano. Nel mese di marzo il numero dei decessi in quest’area ha visto un aumento del 567,6% rispetto allo stesso mese negli anni 2015-2019 e l’immagine dei convogli militari messi in campo per trasportare fuori regione i cadaveri da cremare è ormai indelebile nel ricordo di tutti. Gli esperti ritengono che qualcosa di simile possa essersi verificato per la partita Liverpool-Atletico Madrid, tenutasi all’Anfield stadium l’11 marzo, da dove si pensa che 3 mila madrileni abbiano probabilmente riportato a casa il virus, nella città che sarebbe di lì a poco diventata l’epicentro spagnolo della COVID-19. È chiaro che per quanto riguarda il campionato di calcio – commenta la professoressa Boccia – la posta in gioco, sul versante economico è importante e le pressioni, da parte delle squadre, delle televisioni e di tutto il mondo che ruota intorno allo sport sono importanti.

 

Rientro in collegio, un kit sicurezza

Educatt Rientro in collegio, un kit sicurezza I collegiali dell’Università Cattolica si preparano a rientrare nelle strutture. Il vademecum, inviato nelle scorse settimane a tutti i collegiali per e-mail, illustra in maniera snella e precisa le buone pratiche da seguire, con l’intento di garantire l’ospitalità nel proseguimento della crescita della persona e dello sviluppo delle competenze trasversali.

 
Go top