La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per laudatosi:

Ambiente, lavoro, futuro. Nel pianeta che speriamo tutto è connesso

Nel pianeta che speriamo tutto è connesso Mercoledì 28 ottobre in un webinar (diretta sui social Unicatt) la presentazione dell’ Instrumentum laboris in vista della 49ª Settimana Sociale dei Cattolici Italiani 26 ottobre 2020 Ambiente, lavoro, futuro. Tre temi strettamente connessi che saranno al centro del webinar "Il pianeta che speriamo" che verrà trasmesso in diretta sui social di Ateneo mercoledì 28 ottobre a partire dalle ore 15 . Durante l'evento, che si pone come incontro di preparazione in vista della 49esima Settimana Sociale dei Cattolici Italiani che si terrà a Taranto dal 21 al 24 ottobre 2021, verrà presentato il documento Instrumentum Laboris . Un'occasione per provare ad analizzare i nodi da sciogliere in un mondo ferito dalla pandemia da Covid-19 seguendo le indicazioni provenienti dall'enciclica Laudato Si' mettendo al centro i temi della sostenibilità e dell'ecologia integrale. Parteciperanno al dibattito il professor Roberto Zoboli e la professoressa Simona Beretta , direttrice del Centro di Ateneo per la Dottrina Sociale della Chiesa. Moderatore sarà il preside della Facoltà di Scienze politiche e sociali Guido Merzoni. settimanesociali #laudatosi Facebook Twitter Send by mail Print.

 

La casa comune: eredità dei nostri padri o prestito dei nostri figli?

by Tommaso Osti | Martedì 17 novembre 2015, presso il Collegio Nuovo Joanneum, si è svolta la tavola rotonda La Casa comune: eredità dei nostri padri o prestito dei nostri figli? . Temi centrali sono stati il rapporto dell’uomo con la natura e l’utilizzo della “Casa Comune”, dal punto di vista economico, scientifico e culturale. Spunto delle riflessioni sono state l’Enciclica “Laudato si'’” di S.S. I relatori hanno cercato di sensibilizzare – ognuno secondo il suo approccio – la giovane platea circa il problema ambientale, nelle sue diverse prospettive. Negrini ha posto invece l’accento sulla tematica alimentare: come si è sviluppato e come è cambiato il fabbisogno alimentare del nostro pianeta nel tempo? Fino a che limite possiamo spingere la nostra Terra? È possibile trovare un punto di incontro tra sfruttamento delle risorse e tutela dell’ambiente? Domande a cui non sempre si può dare risposta, ma che oggi più che mai sono alla base delle difficili relazioni tra economia, ambiente e uomo. laudatosi #enciclica #expo2015 #casacomune #nuovojoanneum #educatt #roma #domenicobodega Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Laudato si’, video riflessioni di Asa per festeggiare il V compleanno

Ambiente Laudato si’, video riflessioni di Asa per festeggiare il V compleanno L’Alta scuola per l’ambiente ricorda l’enciclica del Papa con i commenti di teologi e accademici. Il 24 maggio 2015 Papa Francesco ha firmato la Laudato si’, lettera enciclica che rappresenta un nuovo passo della Dottrina sociale della Chiesa e una road map per costruire società più giuste in grado di custodire la vita umana e tutto il Creato», afferma il direttore Asa Pierluigi Malavasi . Essa riassume i migliori frutti della ricerca scientifica su ciò che sta accadendo nel nostro mondo; propone linee di dialogo e azione che coinvolgono ciascuno di noi di fronte alla gravità dei cambiamenti climatici. Per questo il titolo è universale e intraducibile al modo della poesia, come la musica non si traduce è connessa al suono, al timbro, non è mai semplicemente il suo contenuto. Nella Laudato si’ non c’è questo, c’è una grande chiamata di tutti alla vita, a stare nella vita, con le sue dinamiche complesse, più che un anelito all’ordine, c’è un senso di generatività». Laudato si’ è un cammino, fatto di tante donne e di uomini, di numerosi giovani provenienti da diverse realtà che si interrogano e condividono proposte per migliorare questo mondo, per vivere la fraternità universale, per globalizzare la solidarietà, contro l'indifferenza e la cultura dello scarto. Ogni settimana un video con il commento di vari esponenti della comunità civile, del mondo economico e accademico, sarà caricato sul sito dell’Alta scuola per l’ambiente per ricordare a tutti noi l’importanza della salvaguardia del creato.