La tua ricerca ha prodotto 92 risultati per libri.
Stai visualizzando i risultati 1 - 25:

A Bookcity 2020 si parla di ecocidio. Tutti gli eventi Unicatt

Tra gli eventi top in diretta sui social dell’Ateneo quello del 12 novembre sulla “casa dell’umano” e il dibattito del 13 novembre con il rettore Franco Anelli , Carlo Cottarelli , Stefano Paleari by Velania La Mendola | 10 novembre 2020 Distanti ma vicini. È il refrain di questa edizione Bookcity 2020 che si svolgerà per la prima volta interamente online con un programma sempre molto ricco per ospiti e argomenti e con un focus speciale su “Terra nostra”. Un tema che l’Università Cattolica ha deciso di svolgere come quesito per mettere l’accento sulle responsabilità dell’uomo di fronte all’emergenza climatica e su un’idea di abitare che non sia mero possesso. Al dibattito Terra nostra? La casa dell’umano e l’ecocidio imminente - live giovedì 12 novembre sui canali social Bookcity e Università Cattolica - partecipano i docenti Silvano Petrosino e Teresa Bartolomei (Università Cattolica di Lisbona) e il direttore dell’ Osservatore Romano Andrea Monda con l’introduzione del pro rettore Antonella Sciarrone Alibrandi . Di ecologia si parla anche a proposito di un uso corretto della comunicazione con la lezione aperta di Fausto Colombo e nell’appuntamento con il filosofo argentino Miguel Benasayag , che con Lucia Capuzzi di Avvenire , dialogherà sulla nostra terra al di là dell’Oceano e sull’aggravarsi delle condizioni dell’America latina. Il viaggio delle storie tra carta, video, comics &; games Con Edoardo Barbieri , Paola Di Giampaolo , Giulio Passerini , Eleonora Recalcati , Emanuele Vietina Ore 14.00-14.50 – online ENGAGING THE READER 2019 (PARTE II) . P rogettare contenuti educational per l'università Con Elisa Calcagni , Alessandra Pagani , Sara Speciani e gli allievi del Master Professione Editoria Ore 16.00-16.50 – online ENGAGING THE READER 2020 (PARTE III) .

 

Andrea, libraio solidale per la Spagna

La Buona notizia - Presenza Andrea, libraio solidale per la Spagna Laureato all’Università Cattolica di Brescia vive in Catalogna, dove dal 2015 ha aperto la sua libreria. La provincia dove risiedo è la più grande della zona, conta circa mezzo milione di persone, ma può contare su un solo ospedale con 20 posti di terapia intensiva. Così, mentre in Lombardia i casi di contagio aumentavano in modo esponenziale ho notato come anche qui mancasse la percezione di quello che avrebbe potuto succedere e che, come è stato riportano dai media, è poi accaduto. Inoltre, dopo aver letto di un’iniziativa solidale messa in atto da una libreria in Sicilia, ho deciso di voler fare la mia parte e, col sostegno di due case editrici per bambini (Juventud e Baula), abbiamo dato forma concreta a Lletres Solidàries ». Un successo a fronte di un grande sforzo compiuto da parte di una piccola attività. A partire dal 2 aprile abbiamo venduto tutti i libri in una decina di giorni, molte persone hanno donato qualcosa in più rispetto ai prezzi di copertina e nessun volume è stato rubato dagli scaffali (ride). Mi sarebbe piaciuto proseguire ma, di questi tempi e in un settore non esattamente florido come quello dell’editoria, mi metto nei panni degli editori e comprendo come non sia semplice sponsorizzare un progetto di questo tipo», ammette Andrea.

 

Archivi editoriali, patrimoni da preservare

Brescia Archivi editoriali, patrimoni da preservare Un seminario, promosso dal professor Luciano Pazzaglia , ha analizzato il ruolo cruciale degli archivi nel processo di ricostruzione di vicende storiche ed educative dei territori. ottobre 2017 “L’archivio è un luogo affascinante, dove non si trova la storia ma fonti da interrogare per collegare il passato con il futuro; è dunque un luogo che richiede una formazione specifica e una certa sensibilità”. Due editrici dunque ben distinte sul piano editoriale, ma vicine per consonanza ideale, da sempre impegnate nel campo educativo-culturale di ispirazione cattolica. Per lungo tempo le carte di ambedue le editrici sono state lasciate a se stesse ma da qualche anno esse sono state fatte oggetto di un primo riordino e oggi sono in buona parte accessibili agli studiosi. Le carte del fondo della Morcelliana sono state presentate da Sara Lombardi , collaboratrice del ASE, che ha sottolineato la ricchezza del materiale documentario, il cui studio permette di ricostruire non solo la storia dell’editrice, bensì svariati aspetti della società bresciana del Novecento. Sulla curiosa vicenda dell’archivio della casa editrice Manfrini di Rovereto (nata intorno al 1920) ha parlato il prof. Baldi : specializzata in guide turistiche (commissionate da enti pubblici), l’editrice ebbe molta fortuna ma, una volta chiusa, il suo archivio (e con esso il patrimonio delle macchine) rischiava di andare distrutto. archivi #libri #documenti #storia #editoria #patrimonio Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Biblioteca con disco orario e locker

milano Biblioteca con disco orario e locker Come nel parcheggio, indicando il tempo di assenza, permette di condividere il posto di studio durante le pause superiori ai 30 minuti. Ma arrivano anche l’ app che rileva lo stato di affollamento delle sale e gli armadietti elettronici per ritirare i libri. È partito a Milano in via sperimentale nelle Biblioteche di sezione Gregorianum piano 1, piano 2 e piano 3 e in via Necchi 5 , riscuotendo finora apprezzamenti e riscontri positivi da molti utenti, un disco orario appositamente personalizzato, che si può richiedere ai banchi della biblioteca. Consente di condividere il posto di studio durante le pause superiori ai 30 minuti: esponendolo con l'indicazione dell'ora del proprio ritorno, sarà offerta ad altri studenti la possibilità di sfruttare il posto libero durante l'assenza, restituendolo al rientro dell'utilizzatore iniziale ( regolamento ). Una novità gradita che si affianca all’ innovativa app per smartphone, Affluences , che permette di conoscere in tempo reale e con dati percentuali la quantità di posti già occupati nelle sale della Biblioteca di proprio interesse, come pure le previsioni di affluenza durante il resto della giornata. C’è un altro progetto giunto a buon fine: quello di un locker , in stile Amazon, che permette di ottenere i volumi richiesti in prestito anche al di fuori dell'orario di apertura dei punti di distribuzione della Biblioteca. I nuovi armadietti elettronici sono stati installati nel "passaggio Biblioteca" tra il secondo chiostro e l'edificio Gregorianum, con una collocazione che ne rende possibile l'utilizzo anche nelle ore serali in cui il campus di Largo Gemelli è accessibile.

 

Biografie femminili per ispirare le nuove generazioni

Queste sono solo alcune delle donne straordinarie le cui storie sono raccontate dalla penna di Patrizia Zelioli e dalle illustrazioni di Ilaria Mauriello ed Elena Tarantola nel nuovo libro Donne avventurose che hanno fatto grande Milano edito da Carthusia Edizioni. Il libro è stato presentato giovedì 26 novembre in diretta sui canali Facebook di Carthusia e di Almed , l’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica, alla luce della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne (che si celebra ogni anno il 25 novembre). Come la poetessa e scrittrice Vivian Lamarque che si è definita «una delle voci di questo grande coro femminile» e ha augurato alle bambine «di tenere a bada i loro lupi. O come la psicologa Silvia Vegetti Finzi che, ricordando la sua infanzia segnata dal disamore della famiglia, ha voluto ispirare la sua opera proprio all’amore, donandolo a tutti i bambini dei consultori più poveri della periferia di Milano. Antonella Zaini ha ricordato, infine, con emozione la figura della nonna, l’imprenditrice Olga Torri Zaini che, rimasta vedova a cavallo delle due Guerre Mondiali, decise di portare avanti l’azienda di famiglia, seguendo quello che le suggeriva il suo cuore. Le 28 biografie di “Donne Avventurose” coprono un arco temporale di quasi 600 anni e ognuna è diversa dalle altre: queste eroine hanno saputo affrontare le difficoltà del loro tempo e hanno lottato contro ogni schema, facendo emergere un talento senza simili. Il loro modello di vita va preservato e passato di generazione in generazione per ricordare alle bambine, ragazze e giovani donne di oggi e di domani che non sono mai state sole e che non devono avere paura di rincorrere i propri sogni.

 

Bookcity, i libri prendono vita (e pensiero)

Tra gli ospiti Silvano Petrosino, Josep Maria Esquirol, Alessandro D’Avenia e Domenico Quirico 31 ottobre 2019 di Velania La Mendola Dal 13 al 17 novembre torna l'appuntamento fisso della città di Milano con i libri: moltissimi gli eventi Bookcity 2019 organizzati dall’Università Cattolica. Molti gli appuntamenti sulle professioni dell’editoria – con un interessante focus sull’etica delle immagini - e i reading con gli studenti, con un omaggio all’anniversario di Primo Levi, e gli incontri di filosofia, politica, pedagogia, giustizia e letteratura. Coordina l'incontro il filosofo David Assael , conduttore della trasmissione di RaiRadio3 " Uomini e profeti" , con interventi dei giuristi Gabrio Forti e Claudia Mazzucato , di Alberto Cavaglion , curatore dell'edizione commentata di Se questo è un uomo (Einaudi), e della professoressa Milena Santerini , vicepresidente del Memoriale della Shoah. Lavorando bene sin dai primi anni di scuola, si ha infatti l’opportunità di creare le premesse per la costruzione di un autentico progetto di vita, fondato sulle reali potenzialità di ciascun individuo e della rete a cui appartiene. Tre gli appuntamenti a cui è possibile iscriversi come lettori tramite il portale www.vivaillettore.it : Primo Levi, una questione di giustizia; Basilicata, terra di scrittori e narrazioni senza confini; Il coraggio della bontà. Nel corso della giornata, consegna del Premio Ancora Aldina e dei Premi Master Professione Editoria , presentazione del libro realizzato dagli allievi del master Professione Editoria e delle videointerviste realizzate dagli allievi del master BookTelling , e delle nuove edizioni dei master. Un atlante delle professioni è il titolo dell’evento promosso nell’ambito di Bookcity dall’Almed all’Unione Grafici di Milano (piazza Castello 28, Milano) per la presentazione del Libro bianco delle professioni della comunicazione .

 

Bookcity, la sfida della (dis)integrazione

RINVIATO L'EVENTO CON TONI CAPUOZZO 09 novembre 2016 ATTENZIONE – RINVIATO a data da destinarsi l'evento "Islam e Occidente" di Velania La Mendola Una delle maggiori sfide della contemporaneità è la necessità di una risposta corale e inclusiva nell’incontro tra Islam e Occidente. Per questo al tema lanciato da Bookcity agli Atenei milanesi, (Dis)integrazione? l’Università risponde , la Cattolica ha deciso di replicare con un incontro che mette a fuoco le tante sfaccettature di questa sfida. Il giornalista Toni Capuozzo , si confronterà venerdì 18 novembre alle 17 (Aula Pio XI) su questo tema cruciale per il nostro futuro con gli esperti dell’Ateneo Riccardo Redaelli , docente di Geopolitica e di Storia e istituzioni dell’Asia, e Marco Lombardi , docente di Sociologia, Comunicazione e Crisis Management. È per esempio quello che ha scelto di fare il MEC - Master in Ideazione e Progettazione di Eventi Culturali , declinandolo nel senso delle utopie e distopie, in omaggio a un classico del pensiero: Utopia di Thomas More di cui ricorrono i 500 anni dalla pubblicazione. Infine i libri sono il regno e il punto di arrivo di chi vuole diventare uno scrittore, mollando tutto! , come recita il titolo dell’incontro organizzato, con ospiti ed ex studenti (oggi scrittori), dal corso di Alta Formazione Il piacere della scrittura che apre il sabato mattina in Università. Ma non si parlerà di romanzi, come recita ma di supporti e integrazioni: audiolibri, app di contenuti extra, libri interattivi sono mondi diversi che convergono sull’oggetto libro e lo trasformano in voce, teatro, app, mondi digitali. Esperienze di un’editoria dentro e fuori la carta partecipano Flavia Gentili di Emons (audiolibri), Marco Ferrario di Bookrepublic (e-book) e Amedeo Perna di AD2014 (app Let.life-anima digitale dei libri).

 

Bookcity, lo spettacolo dei libri

MILANO Bookcity, lo spettacolo dei libri Dal 16 al 19 novembre tanti eventi, dentro e fuori i chiostri di largo Gemelli, in occasione della kermesse milanese. Per chi ama la letteratura consigliamo, invece, l’incontro Non è nient’altro che letteratura… per fortuna! con Silvano Petrosino , autore del libro Contro la cultura (Vita e Pensiero, in libreria dal 16 novembre) e Giacomo Poretti . Una chiacchierata “seria ma non troppo” attraverso le pagine di alcuni capolavori della letteratura e una buona dose di consigli di lettura. Per gli amanti dello sport e del cinema consigliamo la lezione aperta di Maria Francesca Piredda che ospita una delle tappe del Campionato Mondiale del Cinema e della Televisione sportiva organizzato dalla Ficts. Da Reggio Calabria ai prati irlandesi di Glendalough, da Odessa alla pietra bianca portoghese di Belém, da san Benedetto e Lenin, passando per Enea e Ulisse. Leggere l’Ulisse: il libro-città di James Joyce è il titolo dell’appuntamento di domenica al Laboratorio Formentini con Giuliana Bendelli , Piero Boitani e Massimo Bacigalupo e gli studenti dell’Università Cattolica, che leggeranno alcuni passi dell’opera. Salottino del libro usato : presso il self service Mensa&;Pizza.9, da giovedì 16 a mercoledì 22 novembre (sabato solo al mattino, domenica chiuso), verranno messi a disposizione da Educatt libri usati a un euro scelti tra i volumi alienati dalla Fondazione per il Diritto allo Studio o donati per l’occasione.

 

Brescia e i bresciani nei libri antichi

Un appuntamento annuale, quest’anno giunto all’VIII^ edizione (sono appena stati pubblicati gli atti della VII^) nato da un’idea della docente e studiosa Carla Maria Monti con la precisa volontà di creare un’occasione di incontro e aggiornamento in grado di coinvolgere giovani ricercatori e studiosi del settore. Durante la giornata studenti, docenti e ricercatori del Dipartimento di Scienze Storiche e Filologiche si sono riuniti per fare il punto a proposito delle ricerche in corso, illustrando così fatti, curiosità e risultati emersi dalle indagini attuali e da quelle recentemente concluse. Oltre ai contributi locali, il programma ha previsto l’intervento di studiosi provenienti da realtà accademiche italiane che, nel corso delle loro ricerche, si sono imbattuti in vicende e protagonisti bresciani. Da qui la volontà di Rossetti di indagare uno dei manuali redatto dal Britannico per gli studenti alle prese con l’apprendimento della lingua latina. L’intervento di Luca Piccinali è stato dedicato alla circolazione della cultura scientifica all’inizio del Seicento e, in particolare, sulla corrispondenza epistolare tra lo scienziato e moncato benedettino Benedetto Castelli e Galileo Galilei . Alla Fondazione Ugo da Como di Lonato del Garda è custodito l’autografo quattrocentesco del notaio e copista Taddeo Scolari , che per primo compose una silloge delle iscrizioni bresciane. Si tratta di un’importante testimonianza della cultura epigrafica bresciana che – come fa ha sottolineato Carolina Bortolotti – è oggi al centro di nuovi accertamenti e verifiche circa la datazione e l’acquisto da parte del senatore Da Como.

 

Catherine Dunne: io scrivo da sola

Il pubblico irlandese è ricettivo nei confronti della letteratura italiana? «L’Irlanda è un’isola, e per definizione chi vive su un’isola è più sensibile e aperto nei confronti di letterature diverse dalla propria. Questo caso non è diverso dagli altri: sono stati incuriositi dall’idea che due diversi gruppi di scrittori, uno italiano e uno irlandese, si siano uniti per guardare alla stessa esperienza da molteplici punti di vista, quindi il libro è stato molto ben accolto». Secondo lei le storie narrate nel libro toccano aspetti cruciali dell’attuale migrazione di massa verso l’Europa? «Penso che uno dei motivi per cui gli scrittori abbiano scelto questo tema è perché è molto ricco e fecondo e può essere trattato da diversi punti di vista. Il libro risulta particolarmente significativo oggi, perché nella migrazione di massa la gente fugge dalla guerra, dalla fame e dal terrore cercando un’altra vita e questa ricerca è metafora di ciò che ognuno di noi tenta di fare in modi diversi: cercare una vita migliore». La maggior parte delle mie storie sono narrate dal punto di vista delle donne, perché quando ho iniziato a scrivere mi sono accorta che gli uomini occupavano da sempre lo spazio pubblico, mentre le donne quello domestico. Sono i miei personaggi a decidere le sorti della storia di cui sono protagonisti, non io, e i pilastri che li tengono in piedi sono rapporti solidi e un forte senso di giustizia sociale. dunne #irlanda #letteratura #libri Facebook Twitter Send by mail Print UN’ANTOLOGIA ITALO-IRLANDESE Durante l’incontro con la scrittrice irlandese Catherine Dunne , che si è tenuto il 23 novembre in aula Negri da Oleggio dell’Università Cattolica, è stato presentato il libro narrativa breve “ Tra una vita e l’altra.

 

Con Rusconi a “Più libri più liberi”

Milano Con Rusconi a “Più libri più liberi” Educatt e Laboratorio di editoria partecipano anche quest’anno alla fiera della piccola e media editoria di Roma. Evento clou, la presentazione del volume dedicato, a cento anni dalla sua nascita, all’editore milanese, un personaggio poliedrico del ‘900. dicembre 2016 Continua l’interessante collaborazione tra Educatt e il Laboratorio di Laboratorio di Editoria dell’Università Cattolica. Nell’occasione i ragazzi del gruppo del Laboratorio hanno inoltre la possibilità di partecipare ad appuntamenti specifici per approfondire i temi discussi a lezione. libri #editoria Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Consigli d’autore per libri in vacanza

vita e pensiero Consigli d’autore per libri in vacanza Un filosofo, un viaggiatore instancabile, una neuroscienziata: quest’anno abbiamo chiesto a loro, tre autori in testa alla classifica Vita e Pensiero, i suggerimenti sulle letture da fare nel riposo estivo o sotto l’ombrellone. È un verso di Antonio Machado che lo scrittore argentino Miguel Benasayag cita più volte nel suo libro Funzionare o esistere? Perché funzionare sempre al meglio o vivere con una “bilancia” in mano per valutare rischi/benefici porta a una società con «giovani terrorizzati perché devono costruirsi un curriculum e vecchi che campano sul proprio curriculum». Ma cosa leggere? Per questa estate ho chiesto consiglio a tre autori nel podio della classifica di vendita di Vita e Pensiero , la casa editrice dell’Università Cattolica. Tra le nuove edizioni di grandi autori consiglio, in omaggio a Benasayag per l’ambientazione argentina, Il console onorario di Graham Greene (Sellerio) – a cura di Domenico Scarpa e con una nota di Baricco – e Le donne di Messina di Elio Vittorini (Bompiani), con l’introduzione di Giuseppe Lupo . Si ascende toccando terra con Nel nome (NNeditore) di Alessandro Zaccuri, che non è né saggio né romanzo, ma un viaggio personale sulle tracce di Maria, nel nome di Maria, appunto. libri #estate #letture #consigli Facebook Twitter Send by mail Print CONTROCORRENTE: LA PROMO DELL’ESTATE Sul sito Vita e Pensiero è attiva la promozione Controcorrente dedicata ai lettori profondi: fino al 31 luglio tutti i titoli della collana “Grani di senape”, anche in versione ebook, sono disponibili con uno sconto del 15%.

 

Consigli di lettura: “Happy Hour”

Libri Consigli di lettura: “Happy Hour” Ferruccio Parazzoli ci regala un romanzo che ha per protagonista un professore immaginario dell’Università Cattolica di nome Mario Spinoza. Un affresco dei punti deboli del nostro tempo 31 gennaio 2020 di Velania La Mendola “Come in un sabato sera italiano Che sembra tutto perduto, poi ci rialziamo”. Si presenta così al lettore: «[…] il mio nome è Mario, niente di eccezionale, la sorpresa sta nel cognome: Spinoza, come il grande Baruch, quello che costruisce Dio nella penombra, un ebreo dai tristi occhi e dalla pelle olivastra, come lo definisce Borges». È “un male di vivere” che sfocia presto in una serie di suicidi inspiegabili che inondano la città che viene messa in quarantena, come per una epidemia. I dialoghi, mai banali, non hanno paura di tirare in causa Camus, un po’ Balzac e un po’ Shakespeare, bagliori di luce di un fitto tessuto letterario, che attraversa anche la Bibbia e Marx. libri #lettura #ferruccio parazzoli Facebook Twitter Send by mail Print IN LIBRERIA DA GENNAIO 2020 Daniel Pennac , La legge del sognatore (Feltrinelli) L’attesissimo omaggio dello scrittore francese a Federico Fellini, un gigante del cinema italiano che con il sogno ha dialogato tutta la vita. Giorgio Zanchini, Sotto il radioso dominio di Dio (Marsilio) è l’esordio nella narrativa del giornalista e conduttore televisivo di “Quante storie”, che recentemente ha pubblicato un articolo sulla rivista “ Vita e Pensiero ”.

 

Consigli di lettura: “Parole Oltre”

I libri che i cattolici devono leggere (Edizioni dell’asino, 264 pp., 16 euro, anche ebook) di Roberto Righetto , giornalista di lungo corso di Avvenire e oggi coordinatore della rivista “ Vita e Pensiero ”. Tra gli autori consigliati troviamo ad esempio Amos Oz, Milan Kundera, Erri De Luca, Bernanos, Grossman, Aleex Langer, Guitton, anche il premio Nobel Albert Camus, tornato in auge in questi giorni di epidemia per la sua opera La peste e considerato in queste pagine l’intellettuale cui ispirarsi come modello. A sentimenti più foschi ci conduce un altro consiglio di lettura, ossia Giuda (Jaca Book 1975) di Lanza del Vasto, autore molto particolare come spiega Righetto: “Poeta, teologo, apostolo della non violenza sulle orme di Ghandi da cui si recò nel 1937 e di cui divenne discepolo pur rimanendo cristiano”. Il romanzo mostra un Giuda verosimile, umano, “universale onnipresente amico del bacio”, preda delle sue seduzioni intellettuali, impegnato a disseminare dubbi tra i discepoli con la sua intelligenza e sempre sconfitto da Gesù, che in un crescendo arriva al suicidio con parole che lasciano sgomenti. Un pensiero della prefazione, firmata dal filosofo Silvano Petrosino , bene inquadra infine lo spirito di questo percorso più che bibliografico: “La cultura, qui affrontata soprattutto in relazione a quell’oggetto particolare che è il libro, non può mai essere ridotta a un nobile ornamento per anime belle”. libri #letture #cattolici #righetto Facebook Twitter Send by mail Print ALTRE NOVITÀ IN LIBRERIA José Saramago , Cecità , letto da Sergio Rubini (Emons) Torna in libreria in versione audio-libro, in questo tempo di coronavirus, un classico dello scrittore portoghese, un romanzo in cui un’epidemia improvvisa costringe l'intera popolazione alla cecità. Trentasette lezioni di scrittura (Mondadori) Nel 1985 l’autore, uno dei laureati celebri dell’Università Cattolica, inaugurava la prima scuola di scrittura in Italia, che era anzitutto una scuola di lettura.

 

Consigli di lettura per noi che restiamo a casa

Libri Consigli di lettura per noi che restiamo a casa Il tempo della “clausura” forzata a causa dell’emergenza coronavirus ci regala anche del tempo prezioso per riscoprrire dei buoni libri.. Ecco alcuni suggerimenti per valorizzare questo momento 13 marzo 2020 di Velania La Mendola È il momento di riappropriarsi del tempo. Sull’arte di indugiare e la capacità di riappropriarsi dei nostri momenti di ozio contemplativo ha scritto un libro il coreano Byung-Chul Han , un filosofo oggi professore a Berlino, che ne Il profumo del tempo dedica bellissime pagine alla capacità di raccogliersi e ritrovarsi, nel respiro, nello spirito. Partendo da questo principio del riappropriarsi della lettura profonda, del riaffezionarci al libro, ecco qualche consiglio di lettura per voi. Poesia da filmare e in cui immergersi Partiamo dalla cosiddetta “cenerentola delle librerie”, la poesia. Tra i versi non troverete solo un inno alla libertà, ma anche tanti temi di grande interesse, come la tutela dell’ambiente o l’immigrazione, una crasi potente - che solo la poesia può fare - tra epica e quotidiano. Come cura letteraria e spirituale, scegliete un libro della Bibbia , il Qoelet per esempio, e leggetelo dall’inizio alla fine: in questi giorni senza messa la lettura, magari condivisa in famiglia, è davvero arricchente. Augurando una pronta guarigione allo scrittore cileno Luis Sepùlveda , ricoverato per il corona virus, vi consigliamo il suo “ Raccontare, resistere ”, una conversazione con Bruno Arpaia, dove si legge: “un Paese davvero colto è in grado affrontare le avversità e di capirne le ragioni”. Ultimo libro di questo elenco, fuori scaffale perché più recente, è Come cambiare l’acqua ai fiori di Valérie Perrin , un romanzo particolare, perché sebbene la protagonista sia la guardiana di un cimitero il libro vi porta dalle lacrime alle risate con personaggi divertenti e commoventi insieme.

 

Container.9 si sposta in università

Container.9 si sposta in università Il servizio di distribuzione delle pubblicazioni EDUCatt e delle tessere monouso per l'accesso alla ristorazione e quello di deposito e vendita libri usati cambiano sede e si avvicinano agli studenti. In via Necchi 9 al primo piano restano invece gli uffici del settore Soluzioni e Strumenti, incluso quello della produzione editoriale a supporto dei docenti dell’Ateneo per l’attività didattica. Gli orari estivi e le date di chiusura e riapertura di tutti i servizi della fondazione per il Diritto allo Studio – dai servizi di ristorazione al centro sanitario, dalla consulenza piscologica alle agevolazioni economiche – sono disponibili al link www. educatt.unicatt.it/chiusure. libri #educatt #distribuzione #tessere #monouso #usato #libriusati #librieducatt Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Una lezione di editoria

Milano Una lezione di editoria by Alessandro Marcato | 20 ottobre 2009 Una memoria storica sul mondo dell’editoria italiana accumulata sul campo e poi nelle aule Universitarie e nei teatri. Lo scorso 16 ottobre Guido Davico Bonino saggista, docente universitario e storico critico teatrale de La Stampa è intervenuto alla consegna dei diplomi del master con una lezione sull’ Antica e nuova editoria letteraria . Un’esperienza cominciata nel 1961 presso la casa editrice Einaudi come capo ufficio stampa al posto di uno dei maggiori scrittori italiani del ventesimo secolo: «Fu Italo Calvino in persona a selezionarmi per ricoprire il suo ruolo – dice Davico Bonino -. Ma il mercato oggi è rappresentato per il 60% da piccoli editori che, con circa il 15% del fatturato totale, esercitano un’attività ben specifica nel settore». La sua passione per la tipografia e la stampa, campo in cui lavora fin da bambino, gli è valsa la terza edizione del premio Ancora Aldina per la cultura del libro grazie alla felice intuizione della Tipoteca Italiana, museo storico dedicato al mondo dell’editoria. Nata come fondazione nel 1995 a Cornuda (Tv) è diventata museo dal 2002: «Lavoro da sempre in tipografia – dice Antiga - e insieme ai miei fratelli da circa quindici anni raccogliamo caratteri mobili, rotative e altro materiale dalle stamperie. Tre big dell’editoria hanno ritirato il Premio del Master in editoria: Lorenzo Enriques (foto a lato), amministratore delegato della Zanichelli, Franco Menin direttore editoriale delle Edizioni Principato e alla collana di libri Bur (Biblioteca universale Rizzoli), che proprio nel 2009 compie i suoi primi sessant’anni da protagonista nell’editoria tascabile.

 

Dallo sceneggiato all’Amica geniale

MILANO Dallo sceneggiato all’Amica geniale Quando la nazione sognava di crescere, la trasposizione televisiva della letteratura contribuiva al processo di edificazione morale di un popolo. Oggi, spiega Giuseppe Lupo , le serie tv sembrano offrire solo la spettacolarizzazione del degrado e del male. Ciò conferma una tendenza tipica di una certa tradizione che si è nutrita di letteratura, assumendo titoli e argomenti da destinare alle pellicole e restituendo in cambio i volti da imprimere sulle copertine di quei libri, diventati film. Ciò non significa che la resa in pellicola sia stata superiore al prodotto letterario: in qualche circostanza sì, in altre meno. Ma certo non si può ignorare il valore che la tv o il cinema ha attribuito a determinate opere letterarie così potenti, così cariche di significati da veicolarsi per vie naturali verso il linguaggio delle immagini. Docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università Cattolica #serietv #libri #letteratura Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Da Matera a Roma viaggiando sui libri

Matera e la Basilicata nei maggiori casi editoriali” e “Il guardaroba delle idee. Matera 2019”, a cura degli studenti dei licei di Matera e del Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (edizioni EDUCatt). All’incontro interverranno Antonella Sciarrone Alibrandi , prorettore dell’Università Cattolica, Roberto Cicala , responsabile del Laboratorio di editoria dell’Ateneo, Patrizia Di Franco , dirigente dell’Istituto d’Istruzione Superiore Duni-Levi di Matera Liceo Classico "E. Duni" e Liceo Artistico Carlo Levi, e Paolo Verri , direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019 per Matera 2019. Tutti i libri di EDUCatt del Laboratorio di editoria sono presenti nella Fiera “Più libri, più liberi” allo stand G57 presso Interlinea Edizioni. libri #matera #lucaniafuturelab #educatt Facebook Twitter Send by mail Print IL PROGETTO ";LUCANIA FUTURE LAB"; Progettare una città del futuro che idealmente collega Nord e Sud d’Italia, o meglio Milano con Matera, nell’anno in cui la città lucana è la capitale europea della cultura 2019. Prende le mosse da qui il percorso di alternanza scuola-lavoro “ Lucania Future Lab ” con un obiettivo: favorire la valorizzazione economica della conoscenza e lo sviluppo socio-culturale dell’intera Basilicata. A immaginare la città di domani sono 220 alunni delle quarte di una decina di scuole tra istituti superiori e licei della Basilicata in alternanza scuola-lavoro.

 

Libri per l’estate, proposte di lettura

MILANO Libri per l’estate, proposte di lettura Cosa leggere sotto l’ombrellone o tra i monti? I suggerimenti delle libraie di Vita e Pensiero Benedetta e Chiara e di alcuni studenti sorpresi nei chiostri. Ecco allora i nostri consigli di lettura per la pausa estiva, raccolti dalle libraie Benedetta e Chiara della libreria Vita e Pensiero e da alcuni studenti sorpresi nei chiostri. Benedetta ci consiglia La triomphante (Adelphi), romanzo d’esordio o autobiografia romanzata di Teresa Cremisi, una delle figure più rilevanti dell’editoria europea, e Giorni selvaggi di William Finnegan (66th and 2nd), un capolavoro tra surf e letteratura secondo il “The Guardian”. Chiara invece ci invita a leggere La lettrice scomparsa di Fabio Stassi (Sellerio), un giallo adatto agli amanti di libri, ricco di spunti letterari. Per chi ama la poesia le libraie consigliano le raccolte Basta così di Wisława Szymborska (Adelphi) e Il mondo sia lodato di Franco Marcoaldi (Einaudi). Gli studenti variano tra grandi classici, guide di viaggio, novità, fumetto e saggistica e ci hanno suggerito: Il giovane Holden di J.D. Salinger (Einaudi); La politica dell’impossibile di Stig Daberman (Iperborea); La ballata del mare salato di Hugo Pratt, leggibile sia come romanzo che come fumetto (Einaudi o Lizard) con Corto Maltese protagonista; Biografia del silenzio di Pablo d’Ors (Vita e Pensiero), perfetto per chi vuole ricaricare la propria energia spirituale.

 

Editoria all’insegna della sharing economy

torino Editoria all’insegna della sharing economy Anche quest’anno il Salone Internazionale del Libro di Torino ha affidato a Con3 Contenuti Connessioni Condivisioni e ai master Professione Editoria e BookTelling dell’Università Cattolica l’ideazione e l’organizzazione dell’area professionale. aprile 2019 Incontri su transmedialità e serie tv, vendite online e marketplace e tanti consigli per lavorare in editoria come editor , redattori ma anche come professionisti del web, dei social, del marketing e della promozione, consulenze ad hoc per aspiranti autori. E, con una formula innovativa, la possibilità per editori di ricevere consulenze one-to-one su misura, offrendo in cambio la propria esperienza alle aziende che possono così modulare la propria attività sulle esigenze reali degli editori. L’incontro, del ciclo “Editoria in progress”, vedrà come sempre all’opera gli allievi dei master impegnati nelle attività di ufficio stampa, interviste agli ospiti, copertura social. Per il ciclo “Lavorare in editoria” (Sala Professionali), realizzato da master Professione Editoria e master BookTelling in collaborazione con Editrice Bibliografica: venerdì 10 maggio 2019 , alle ore 11.30-12.20 - Google non ti temo! Seo e Asset Management per l’editore . Migliorare visibilità in rete e ottimizzare i flussi di lavoro; alle ore 17.30-18.20 – Il magico potere di riordinare i libri. Tra marketing, web e social network; alle ore 12.30-13.20 - Editor e redattori si nasce? Consigli e strategie per trasformare la passione in professione; alle ore 14.30-15.20 - L’ufficio stampa in editoria .

 

Editoria, su YouTube gli incontri di Idea

Ogni giovedì nella playlist si troveranno video con le analisi delle tendenze attuali e i dibattiti sulle prospettive future, in chiave internazionale e transmediale, ma anche ampi spazi per consigli utili per chi vuole lavorare nel settore di intrattenimento più produttivo in Italia. IDEa è un luogo digitale di riflessione - osserva Edoardo Barbieri , direttore dei master - che ospiterà dibattiti e interviste live e videoregistrate a professionisti del settore editoriale rivolgendosi a tutti coloro che amano i libri, che di questi vivono o che vorrebbero fare della passione per la lettura una professione». Secondo Paola Di Giampaolo , cui si deve la progettazione e il coordinamento dei due master, «IDEa sarà anche, per loro, occasione di sperimentazione e di formazione, poiché condurranno le interviste, realizzeranno editing video e parteciperanno attivamente alla organizzazione e alla gestione dei live». IDEa si affianca infatti agli altri canali di informazione aggiornati dagli allievi, sotto la guida dei docenti: il blog , dove proseguiranno a essere pubblicate ogni martedì recensioni e interviste a professionisti, e i canali Facebook, Twitter, Linkedin e Instagram dei due master. Una call to action ispirata non solo alla bellezza delle librerie, ma soprattutto a uno studio approfondito di strategie gestionali e di marketing per rendere i punti vendita non solo un epicentro creativo, ma soprattutto un esempio virtuoso di imprenditorialità culturale. Il primo dei 4 incontri è il 12 maggio alle 18: Lorenza Stroppa , editor di Ediciclo, docente di scrittura creativa e editoria turistica, autrice di Da qualche parte starò fermo ad aspettare te (Mondadori), ci farà riflettere su come scriveremo, leggeremo e creeremo legami con i lettori ai tempi del post-Coronavirus. A seguire, il 19 maggio , sempre alle 18, il dialogo con Eugenio Trombetta Panigadi , amministratore delegato di IBS.it, per vedere insieme quali opportunità offre il digitale per la comunicazione, promozione e vendita di libri di fronte (e oltre) l’emergenza Covid19.

 

Editoria, la babele dei linguaggi

cattolicapost Editoria, la babele dei linguaggi Anche il settore dei libri, con le potenzialità offerte dal web e la diffusione di contenuti digitali su diverse piattaforme con differenti finalità e modalità, parla ormai molteplici lingue. Appuntamento con Engaging the Reader venerdì 17 novembre by Daniela Fogliada | 25 ottobre 2017 La mitica torre di Babele può essere una buona metafora per parlare di editoria oggi. Il tema della molteplicità dei linguaggi che questo settore ha assunto negli ultimi anni è al centro dell’edizione 2017 di Engaging the Reader . Non solo le pubblicazioni tradizionali, ma anche e soprattutto, le potenzialità offerte dal web, con la creazione e diffusione di contenuti digitali su diverse piattaforme con differenti finalità e modalità. editoria #libri #lettori #master Facebook Twitter Send by mail Print.

 

EDUCatt: un colore per ogni servizio

EDUCatt: un colore per ogni servizio EDUCatt rinnova la sua grafica per comunicare meglio e più efficacemente con i suoi utenti: un colore per ogni servizio e una grafica sobria e immediata arrivano in tutte le sedi dell'Ente. by Redazione EDUCatt | Il buon funzionamento di un servizio al pubblico passa anche attraverso una comunicazione efficace. L'obiettivo è anche quello di rendere il più possibile uniformi, oltre che la qualità e la varietà dei servizi offerti, anche gli strumenti di interazione e comunicazione con i propri utenti su tutte le sedi, pur nel rispetto delle specificità di ciascuna. Ecco dunque i colori abbinati ai servizi principali: - Verde per le Agevolazioni economiche, che si occupano soprattutto di borse di studio, rimborso tasse universitarie e aiuti in denaro. Acqua per l'Assistenza sanitaria e la Consulenza psicologica, che negli ultimi tempi è andata incontro a importanti rinnovamenti anche per quanto riguarda le sedi in cui il servizio viene erogato. Queste le nuove linee, che verranno veicolate attraverso tutti i materiali – cartacei e digitali – prodotti da EDUCatt e rivolti ai suoi utenti. educatt #servizi #comunicazione #libri #agevolazionieconomiche #ristorazione #sanitario #opportunita #viaggi Facebook Twitter Send by mail Print.

 

È morto il prof. Jean-François Gilmont

Lutto È morto il prof. Jean-François Gilmont Lo studioso belga, uno dei massimi specialisti del libro a stampa del XVI secolo, nel 2016 ricevette dalla facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Cattolica la laurea honoris causa in Filologia moderna 08 giugno 2020 Si è spento all’età di 86 anni il professor Jean-François Gilmont. Lo studioso belga, uno dei massimi esperti bibliografi e specialisti del libro a stampa del XVI secolo, nel 2016 ricevette dalla facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Cattolica la laurea honoris causa in Filologia moderna. La facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Cattolica ha conferito, martedì 19 aprile 2016, la laurea honoris causa in Filologia moderna a Jean-François Gilmont . Alla presenza del preside della facoltà di Lettere e filosofia Angelo Bianchi , dopo aver ricevuto il titolo accademico dalle mani del rettore Franco Anelli , lo studioso belga ha tenuto una Lectio Cathedrae Magistralis sul tema “ La bibliografia del libro antico ”. La dissertazione proclamata inizia con le definizioni di bibliografia: «Se non ci si limita agli elenchi di riferimenti bibliografici, ma ci si interessa della circolazione dei libri, degli autori, degli editori, delle opere... la bibliografia non è una disciplina così austera come può apparire. gilmont #laurea honoris causa #filologia #libri Facebook Twitter Send by mail Print BIOGRAFIA Jean-François Gilmont (Tervueren 1934), dopo la laurea in storia all’Université Catholique de Louvain, è entrato a far parte del personale scientifico della medesima università dal 1968. Conservatore alla Biblioteca di Teologia e alla Biblioteca Generale e di Scienze umane, ha tenuto corsi di Euristica nelle Scienze religiose (1975-1989), Storia del libro e della lettura (1984-1989 e 1991-2000), Origini della civiltà occidentale (1993-1999) e Storia dell’Umanesimo (1995-1999).