La tua ricerca ha prodotto 6 risultati per ministro:

Il prof. Gabriele Canali consigliere del ministro Martina

Cremona Il prof. Gabriele Canali consigliere del ministro Martina 11 aprile 2016 La nuova Pac e la globalizzazione dei mercati stanno modificando completamente lo scenario nel quale opera l’agricoltura e l’intero agroalimentare. A questo si aggiunge una crisi di mercato che sta gravando soprattutto su alcuni comparti agricoli, a cominciare da latte, suini e ortofrutta. Sono anche queste ragioni che hanno spinto il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina a volere nella sua squadra di consiglieri il professor Gabriele Canali, associato di economia e politica agroalimentare alla Cattolica di Piacenza e docente Smea. Proprio in queste settimane, dopo aver conosciuto Canali in alcune occasioni nel corso dell’ultimo anno, e apprezzandone l'approccio, Martina lo ha contattato enominato suo consigliere per la "Politica economica agraria". Gli aspetti operativi della consulenza di Canali al Mipaaf sono ancora in corso di definizione; ma sostanzialmente il nuovo Consigliere darà il suo contributo soprattutto sui temi del coordinamento dei rapporti di filiera e sulle scelte di politica agraria, sia a livello nazionale che nei confronti dell'Unione europea. D'altro canto, il professor Canali concentra da anni la sua attività accademica proprio nello studio delle relazioni economiche che si snodano lungo molte filiere del settore agroalimentare, con particolare riferimento ai prodotti zootecnici e ortofrutticoli. Ha al suo attivo la creazione del Crefis – Centro ricerche economiche sulle filiere suinicole di Mantova – ed è direttore del Master europeo food-identity.

 

Brunetta, razionalizzazione anche in corsia

Pubblica amministrazione Brunetta, razionalizzazione anche in corsia Il ministro della Funzione pubblica presenta a Medicina il suo progetto per la sanità pubblica. È questo il sogno del ministro per la Pubblica amministrazione e l'innovazione, Renato Brunetta , protagonista all'Università Cattolica di Roma dell’incontro di apertura del ciclo di seminari intitolati “Nel cuore della realtà. A discutere con il ministro dei cambiamenti della pubblica amministrazione, nell’aula Brasca del Policlinico Gemelli affollata da medici e studenti, Carlo dell’Aringa , docente di Economia politica alla Cattolica di Milano, e la giornalista di RaiNews24 Mariella Zezza . Il seminario è stato introdotto dal saluto del rettore Lorenzo Ornaghi, e del preside di Medicina Paolo Magistrelli e il dibattito è stato preceduto dall’intervento di Rocco Bellantone, docente di chirurgia generale. La prima è la pubblicazione online dei curricula dei medici: «La riforma della pubblica amministrazione avrà tra gli effetti, l'obbligo per i medici, di pubblicare il proprio curricula, stipendi, e-mail, numero di telefono, tasso di assenteismo e presenze nelle loro strutture», ha annunciato Brunetta. Il consiglio dei ministri ha inserito all'ordine del giorno l'esame preliminare del decreto legislativo in attuazione della legge delega sulla pubblica amministrazione per estendere al settore pubblico, la possibilità per una pluralità di consumatori, di fare ricorso in caso di inefficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici. Meno ottimista sui tempi delle riforme della pubblica amministrazione è l’economista della Cattolica Carlo dell’Aringa: «I tempi sono necessariamente molto lunghi anche alla luce delle riforme fatte negli anni passati nella pubblica amministrazione.

 

Parole a scuola va a mille

roma Parole a scuola va a mille Sono quasi un migliaio gli insegnanti che hanno aderito alla giornata di formazione promossa da Parole_O_Stili nella sede di Milano alla presenza del ministro Valeria Fedeli. In vista del Safer internet day, presentazione a Roma lunedì 29 gennaio. gennaio 2018 “ Parole a scuola ” è la giornata di formazione gratuita sul tema delle competenze digitali e della comunicazione consapevole e informata in Rete. L’evento verrà annunciato durante una conferenza stampa a Roma il 29 gennaio che aprirà il Safer internet day e presenterà gli ultimi dati della ricerca EU Kids Online su usi, rischi e opportunità di internet per i minori italiani. Il 9 febbraio alle 9.30 una plenaria ospiterà l’intervento di Vera Gheno che racconterà il “Glossario della rete” , seguito da quello della ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli che presenterà i nuovi dati EU Kids Online. Seguiranno panel e laboratori - dalle 11 alle 17 - a cui gli insegnanti devono necessariamente iscriversi attraverso il sito di Parole Ostili. paroleostili #presentazione #ministro Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Università, in arrivo il nuovo ministro

Passaggio di consegne Università, in arrivo il nuovo ministro Gaetano Manfredi , rettore della Federico II di Napoli, è dal 2015 presidente della Conferenza dei rettori delle Università italiane (Crui). Succede a Lorenzo Fioramonti 08 gennaio 2020 Dopo le dimissioni dal Miur del ministro Lorenzo Fioramonti , il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato lo “spacchettamento” del ministero e la nomina di due nuovi ministri: la sottosegretaria Lucia Azzolina alla Scuola e il professor Gaetano Manfredi all’Università e Ricerca. Gaetano Manfredi, classe ‘64, napoletano, un dottorato in ingegneria, dal 2014 è rettore dell’Università Federico II di Napoli. Nel 2006, è stato Consigliere del Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella Pubblica istruzione, durante il governo Prodi II. Dal 2015 è presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (Crui). Servono più fondi, conosciamo bene la situazione difficile della finanza pubblica ma Università e Ricerca non possono essere la Cenerentola del Paese», ha detto il neo ministro. ministro #ministero #miur #universita' Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Rwanda, il ministro ha studiato in Unicatt

Alumni Rwanda, il ministro ha studiato in Unicatt Si è specializzato nella magistrale in Università Cattolica a Milano il titolare del dicastero dell’agricoltura del Paese africano Jean Chrysostome Ngabitsunze . Un interesse sincero, condito da amarcord e nostalgia verso l’Italia, che traspare in ogni sua parola, poiché qui ha trascorso gli anni della sua formazione, lui che ora a 43 anni, sposato con tre figli, oltre ad essere diventato docente all’università del Rwanda è ministro dell’Agricoltura. Ma il suo cuore continua a battere per il Rwanda e così nel 2009 torna in patria e inizia a insegnare all’università per fare ricerche sullo sviluppo dell’economia africana. Grazie alla sua formazione e alle competenze maturate in Italia, nel 2011 viene chiamato dal Governo per lavorare nelle agenzie che si occupano di distribuire fondi pubblici per l’agricoltura e poi il 9 marzo 2020 ad assumere l’incarico di ministro dell’Agricoltura. Il mio Paese ha bisogno di tecnologia per potenziare le produzioni e la trasformazione dei prodotti in loco, quei macchinari di cui voi italiani siete i migliori produttori. Oltre al caffè, al the, alle noci, la macadamia è molto richiesta, stiamo puntando sull’ortocultura e sulla floricultura che esportiamo in molti Paesi anche europei». Con il suo staff ha partecipato all’Expo di Milano e ora spera di poter attivare scambi commerciali con l’Italia perché è all’avanguardia e la considera la sua seconda patria.

 

Webinar con la ministra Nunzia Catalfo

Roma Webinar con la ministra Nunzia Catalfo Venerdì 3 luglio alle 15 un confronto online fra politica, parti sociali e università su nuova organizzazione e strumenti legislativi. Seguiranno gli interventi di Tania Scacchetti , segretario Confederale Cgil, Donatella Prampolini Manzini , vice presidente Confcommercio, Luigi Sbarra , segretario generale aggiunto Cisl. Partecipano all’incontro Giuseppe Bronzini , capo Ufficio legislativo ministero del Lavoro, Valeria Capone , capo gabinetto ministero del Lavoro, Michele Forlivesi , capo segreteria tecnica ministero del Lavoro. lavoro #ministro #catalfo #landini Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top