La tua ricerca ha prodotto 12 risultati per misureprecauzionali:

Medicine and Surgery: notice to candidates enrolled in the competition for admission

This exam will not take place, so we ask EU candidates NOT TO GO to the exam venues . Further communications regarding the date and venue of the exam will be published via notices on this portal. Applicants will also receive further notifications via e-mail. The Entrance Exam for non-EU applicants living abroad who are competing for the quota of places for the non-EU ranking will instead take place on 27 February , in accordance with the invitations that were sent to each applicant. For any further information, please contact the dedicated email address: infocoronavirus@unicatt.it Admission to the programme in Medicine and Surgery - a.a.

 

Coronavirus, le analisi degli esperti dell’Università Cattolica

Spiegare il fenomeno dal punto di vista scientifico e dispensare consigli mirati alle persone bombardate da informazioni non sempre equilibrate è più che mai utile nella fase acuta del problema per inquadrare il fenomeno in modo realistico e affrontarlo con razionalità in modo serio e non allarmistico. A Uno Mattina di RAI 1 è intervenuto il professor Roberto Cauda che ha spiegato che non tutte le persone anziane si ammaleranno, sono maggiormente a rischio solo gli anziani che hanno già patologie pregresse. Certamente si tratta di una malattia nuova di cui sappiamo poco e questo fa sì che le persone la considerino pericolosa. Al programma Bel tempo si spera di TV2000 il 26 febbraio mattina il professor Fabio Sbattella , psicologo dell’emergenza nella sede milanese dell’ateneo, ha evidenziato come siamo tutti di fronte a qualcosa di mai visto che ci accomuna per l’effetto sorpresa e il disorientamento. Siamo tutti chiamati a un forte atto di responsabilità e di altruismo nel momento in cui rinunciare a qualcosa di personale (come fare un viaggio) è un gesto volto a non aggravare il problema e a non mettere rischio di contagio altre persone. Il professor Luigi Janiri , psichiatra della facoltà di Medicina e chirurgia della sede romana al TG5 del 26 febbraio ha spiegato l’atteggiamento irrazionale e controproducente delle persone che hanno saccheggiato i supermercati e che è ascrivibile a una paranoia collettiva. Se per esempio lo stesso numero di persone che in cinque mesi richiede di andare in ospedale o si allontana dal lavoro, ora è concentrato in un mese, ecco che tutto va in crisi.

 

Coronavirus, attività didattica sospesa fino al 7 marzo nelle sedi padane

I provvedimenti relativi al recupero delle ore di didattica saranno comunicati successivamente. Per pianificare adeguatamente la riprogrammazione e la ripresa dell’attività didattica, gli uffici saranno funzionanti e i dipendenti regolarmente in servizio. Di seguito pubblichiamo il comunicato della Conferenza dei Rettori delle Università lombarde Le Università della Lombardia ritengono che siano ancora attuali le ragioni cautelative che hanno condotto a sospendere le attività didattiche nella settimana iniziata con lunedì 24 febbraio 2020. Pertanto, per sereno funzionamento delle attività istituzionali di tutti gli atenei lombardi, le attività formative in presenza sono sospese fino a sabato 7 marzo p.v. Al fine di contenere gli effetti negativi di questa emergenza, tutte le Università della Lombardia si sono nel frattempo attivate per offrire agli studenti forme di didattica a distanza, secondo modalità proprie di ogni singolo Ateneo. Le informazioni di dettaglio sono disponibili sui siti dei singoli Atenei e vengono comunicate e aggiornate in modo dettagliato a tutte le comunità accademiche. Ogni Ateneo lombardo sta lavorando all'analisi dei diversi scenari possibili e all'individuazione delle opportune soluzioni da adottare sia nel breve sia nel medio/lungo periodo, in particolare sul fronte dell'organizzazione delle attività didattiche.

 

Coronavirus, lettera del Rettore agli studenti

Quando conosceremo i provvedimenti delle autorità sanitarie, potremo conseguentemente definire la nuova pianificazione delle lezioni per il recupero, in aula o con registrazioni sulla piattaforma Blackboard, delle ore perse per effetto della sospensione delle attività. SOSPENSIONE E RECUPERO DELLA DIDATTICA La decisione di sospendere le attività didattiche , su indicazione delle autorità competenti, è funzionale a ridurre gli assembramenti di persone in luoghi ristretti al fine di limitare il rischio di contagio per effetto di un virus che si trasmette con grande facilità. Come potete immaginare, dato che la nostra Università eroga in media 1.600 ore di lezione al giorno nelle sedi padane, con punte di 300 ore di lezione in contemporanea, la complessità nell’utilizzo degli strumenti di didattica a distanza non è di poco conto. I presidi, con le strutture di supporto alla didattica, stanno elaborando i piani di recupero e i nuovi calendari delle lezioni e degli esami: saranno date informazioni dettagliate il prima possibile da parte di ogni Facoltà. ESAMI Salvo diverse indicazioni delle autorità, le Facoltà adatteranno il calendario degli esami alle nuove esigenze di pianificazione delle lezioni perse, cercando il più possibile di evitare ripercussioni e disagi nei vostri programmi di studio. LAUREE E PROCLAMAZIONI Stiamo lavorando per predisporre il nuovo calendario delle lauree, sapendo che anche su questo tema le indicazioni di massima dovranno poi essere calate nelle realtà delle dodici diverse Facoltà e dei circa 100 corsi di studi erogati dall’Ateneo. Le date degli esami di laurea e le modalità dello svolgimento degli stessi e della partecipazione del pubblico saranno rimodulati, tenendo in giusta considerazione le peculiarità dei diversi corsi di laurea, alcuni dei quali distinguono il momento della discussione della tesi da quello della proclamazione.

 

Coronavirus: misure urgenti e informazioni per la comunità dell’Università Cattolica

Ateneo Coronavirus: misure urgenti e informazioni per la comunità dell’Università Cattolica Aggiornamento del 25 febbraio, ore 17.00 23 febbraio 2020 Cari studenti, cari docenti e personale tecnico-amministrativo, l’evoluzione della crisi sanitaria legata ai casi di contagio da Coronavirus COVID-19 richiede particolare e costante attenzione e senso di responsabilità da parte di tutti. Un’efficace collaborazione di tutte le componenti del nostro Ateneo ci permetterà di affrontare la serietà della situazione con lo spirito giusto per ottenere entrambi gli obiettivi, di tutela della salute dei membri della nostra comunità e buon senso nella gestione delle preoccupazioni di tanti. Al fine di limitare gli spostamenti e gli assembramenti di persone, di concerto con le altre università lombarde, abbiamo deciso, in attuazione delle indicazioni delle autorità nazionali e locali, di sospendere per una settimana tutta l’attività didattica e convegnistica. INFORMAZIONI PER GLI STUDENTI L’Università Cattolica del Sacro Cuore in tutte le sedi padane - Milano, Brescia, Piacenza e Cremona - sospende le lezioni e le attività didattiche , compresi appelli d’esame, lezioni obbligatorie e sedute di laurea, fino a sabato 29 febbraio . Tutti gli adempimenti richiesti agli studenti, compresa la presentazione della domanda di laurea, il cui termine verrà a scadere in questa settimana sono prorogati di dieci giorni di calendario. Il personale tecnico-amministrativo delle sedi di Milano, Brescia, Piacenza e Cremona presteranno regolarmente servizio; ma le attività che richiedono un contatto diretto con il pubblico saranno limitate a casi specifici e urgenti o gestite da remoto. Il personale residente nelle zone limitrofe a quelle interessate da provvedimenti sanitari limitativi potrà prendere contatto con i responsabili degli uffici di appartenenza per la soluzione di specifici ed eventuali problemi logistici e di spostamento.

 

Medicine and Surgery: avviso ai candidati iscritti al concorso di ammissione

Si invitano pertanto i candidati EU a NON RECARSI nelle sedi di convocazione in quanto il test non avrà luogo . Le comunicazioni successive circa la data e i luoghi di somministrazione della prova saranno rese note tramite pubblici avvisi sul presente portale; gli iscritti al concorso ne riceveranno notizia anche tramite posta elettronica. Si conferma che il test di ammissione per i cittadini NON EU, che concorrono su un contingente dedicato di posti, si svolgerà regolarmente in data 27 febbraio secondo le convocazioni inviate . Per ulteriori, specifiche informazioni si consiglia di utilizzare questo indirizzo email: infocoronavirus@unicatt.it Ammissione al corso di laurea magistrale in Medicine and Surgery - a.a.

 

Coronavirus, nuova modalità di fruizione delle lezioni

Gli Atenei continuano a sviluppare tutte le attività di ricerca e a garantire tutti gli altri servizi agli studenti nel rispetto delle disposizioni del Ministero della Salute”. Per ulteriori informazioni: infocoronavirus@unicatt.it Care studentesse e cari studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo, è cominciata la seconda settimana di sospensione delle attività didattiche; il protrarsi di questa situazione pone problemi organizzativi più complessi rispetto a quelli che si erano prospettati nella prima settimana. Qualora si rendesse necessario intervenire sulle modalità di discussione delle tesi di laurea e di svolgimento degli esami di profitto, le opportune informazioni verrano tempestivamente diffuse, fermo restando il nostro impegno per garantire che le prove si tengano regolarmente, riducendo, per quanto possibile, difficoltà e ritardi. È intuitivo che nell’ambito delle dodici Facoltà e dei circa cento corsi di laurea dell’Ateneo si pongono numerose e differenziate questioni, che devono essere risolte dalle strutture didattiche che ne sono direttamente responsabili avendo riguardo ai casi specifici. In questi giorni si è molto discusso della possibilità di surrogare con attività di e-learning la didattica frontale che non potesse essere regolarmente svolta o recuperata intervenendo sul calendario delle lezioni. Per tutta l’attività didattica che non potrà essere riprogrammata per essere svolta in presenza, abbiamo già potenziato la piattaforma Blackboard, allo scopo di consentire ai docenti di registrare lezioni e caricare materiale didattico di cui gli studenti potranno usufruire da remoto, organizzando al meglio il loro tempo. Pur essendo dotati delle tecnologie e degli strumenti più avanzati per l’innovazione dell’attività didattica, anche in questa particolare situazione riteniamo essenziale compiere ogni possibile sforzo per consentire a tutti, e soprattutto agli studenti, di vivere l’Università come esperienza.

 

Blackboard, così la Cattolica vara il piano e-learning

marzo 2020 Il Consiglio dei ministri con un decreto in vigore da mercoledì 4 marzo, ha deciso la sospensione delle attività didattiche di scuole e università su tutto il territorio nazionale, dunque anche per la nostra sede di Roma, fino al 15 di marzo. Gli Atenei continuano a sviluppare tutte le attività di ricerca e a garantire tutti gli altri servizi agli studenti nel rispetto delle disposizioni del Ministero della Salute”. Come ha ricordato il rettore Franco Anelli nella sua lettera agli studenti uno degli strumenti fondamentali per centrare questo obiettivo è la piattaforma Blackboard , aperta a tutti gli studenti di tutti i corsi delle 12 Facoltà. Nelle ultime due settimane 1.317 corsi delle sedi padane dell’Università Cattolica (Milano, Brescia, Piacenza e Cremona) sono stati aggiornati da 975 docenti e assistenti che hanno effettuato l’accesso alla piattaforma che nella circostanza è stata potenziata . Uno degli elementi più importanti di Blackboard è Collaborate Ultra , uno strumento integrato all’interno dei corsi che consente attività di web-conference. Saranno pubblicate le registrazioni di contenuti in modalità asincrona in modo più agile mediante Collaborate Ultra che, grazie alla sua semplicità, consentirà ai docenti di essere sempre più autonomi nel caricamento del materiale didattico. È comunque garantita ai docenti che lo richiederanno la possibilità di registrare le lezioni in aula con l’ausilio del personale di Ateneo che resta a disposizione per le attività di formazione e supporto.

 

Coronavirus, due ore di confronto tra il Rettore e gli studenti

In sintesi: non intendiamo trasformarci in una Università telematica, ma usiamo tutte le migliori tecnologie su cui abbiamo già investito in questi ultimi anni per garantire agli studenti il proseguimento del loro corso di studi. Le facoltà stanno già registrando le lezioni», secondo le indicazioni che i presidi hanno spiegato anche agli studenti nelle loro recenti lettere . Si stanno infatti attrezzando in queste ore 100 aule per farle funzionare anche in diretta; si stanno fornendo le opportune istruzioni tecniche ai docenti delle facoltà che tradizionalmente e per ragioni legate alla loro specificità non usano diffusamente gli strumenti digitali. Negli ultimi due giorni sono state già registrate molte ore di lezione e la programmazione ne prevede altrettante nei prossimi giorni, oltre a tutto il materiale didattico integrativo che i professori stanno caricando da giorni in rete. Per la discussione delle tesi di lauree la soluzione sembra di non difficile attuazione, grazie agli strumenti per comunicare da remoto. Il direttore amministrativo, Paolo Nusiner, ha ricordato agli studenti che, nonostante il piano che prevede anche il lavoro da casa per alcuni tipi di dipendenti, gli uffici funzionano, ma certamente è opportuno evitare l’afflusso di persone, attraverso l’utilizzo di mail. Le Biblioteche inoltre sono rimaste aperte per il servizio di prestito libri, ma - come sottolineato dalla rappresentante degli studenti - è opportuno trovare una soluzione per la consultazione dei volumi in loco soprattutto per alcune particolari categorie di tesisti.

 

Coronavirus, l’Università Cattolica rinvia la scadenza della terza rata

Per informazioni: infocoronavirus@unicatt.it #coronavirus #misureprecauzionali #iorestoacasa Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Scuole superiori, orientamento a distanza

Ateneo Scuole superiori, orientamento a distanza L’Università Cattolica ha attivato una serie d’iniziative per ovviare alle difficoltà del momento e non far mancare un sostegno alla scelta universitaria degli studenti. by Emanuela Gazzotti | 16 marzo 2020 Già Isaac Asimov immaginava nel racconto Chissà come si divertivano la convivenza di insegnanti meccanici e ragazzi che studiano materie diverse nelle loro abitazioni. Senza bisogno di ricorrere alla fantascienza, il tempo che stiamo vivendo ci induce a utilizzare costantemente la tecnologia per far fronte alle esigenze lavorative e di studio. L’università, come la scuola, si è attivata con iniziative di didattica a distanza, sfruttando al meglio le potenzialità dell’e-learning ma sempre salvaguardando la necessità della relazione educativa. In questa direzione opera anche il Servizio Orientamento dell’Università Cattolica che vuole continuare a condividere progetti e attività per rispondere alle esigenze di chi sta concludendo la scuola superiore e deve orientarsi efficacemente - con tutti gli strumenti idonei e secondo le proprie attitudini - per affrontare la scelta post-diploma. Non sarà possibile vivere la realtà universitaria in presenza ma si potrà vivere virtualmente l’università attraverso le “pillole di orientamento”, brevi video che presentano le specificità delle facoltà e dei singoli corsi di laurea. Le informazioni saranno visibili sulla pagina studenti scuole superiori del sito: www.unicatt.it costantemente aggiornata #coronavirus #misureprecauzionali #orientamento Facebook Twitter Send by mail Print.

 

I tutor ricevono gli studenti su Skype

ATENEO I tutor ricevono gli studenti su Skype La loro preziosa attività di accompagnamento non viene meno neanche in questo tempo difficile. Basta scrivere una mail e, se serve, chiedere un colloquio a distanza by Emanuela Gazzotti | 16 marzo 2020 Al via anche i colloqui via Skype tra studenti e tutor di gruppo, alleati preziosi. La loro esperienza è, infatti, una risorsa cui gli studenti dell’Università Cattolica possono attingere sempre e in particolare in questa situazione di “frequenza a distanza”. Per proseguire con successo la propria carriera universitaria, gli studenti possono esporre dubbi, chiedere chiarimenti e approfondimenti relativi al loro percorso rispetto a lezioni, esami, tesi e ai vari servizi dell’ateneo. I tutor di gruppo rimangono sempre a disposizione tramite email, come indicato a questo link , ma anche con colloqui via skype su richiesta per discutere di persona delle proprie esigenze. coronavirus #misureprecauzionali #tutor Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top