La tua ricerca ha prodotto 6 risultati per mooc:

Summer school gratuite e aperte a tutti

ecatt Summer school gratuite e aperte a tutti Anche quest’anno l’Università Cattolica propone da luglio a settembre percorsi estivi di breve durata. Otto in tutto che, per le condizioni legate al Coronavirus, si trasformano in Massive open online courses, fruibili in qualsiasi punto del pianeta by Katia Biondi | 16 giugno 2020 Tornano le summer school e diventano MOOC. Anche quest’anno l’Università Cattolica propone i percorsi intensivi estivi rivolti a laureandi, neolaureati e professionisti desiderosi di arricchire la propria crescita culturale e personale. Otto i corsi offerti che, per le conseguenze legate al Covid-19, cambiano modalità di erogazione trasformandosi in Massive open online courses , proposte formative gratuite, aperte a tutti e fruibili in qualsiasi punto del pianeta. L’obiettivo era infatti unire l’esperienza di trasmettere e apprendere culture a quella della vita sul territorio, favorendo così l’incontro con la storia, con l’arte, con le tradizioni di un luogo», racconta Roberto Brambilla , direttore della Formazione postlaurea e Research partnership dell’Università Cattolica. L’Università Cattolica ha però pensato di essere lo stesso accanto agli studenti, agli insegnanti, ai professionisti ma anche ai semplici appassionati con un interessante programma culturale, un portfolio di summer school completamente gratuito e in versione online da fruire liberamente nel periodo estivo tra luglio e settembre». Da questo punto di vita le summer school dell’Università Cattolica possono essere un’«occasione stimolante» per uscire «rafforzati da questo tempo di crisi».

 

Virtùalmente, il MOOC che riflette sull’etica dei media

Si tratta di un corso di studio online, gratuito e aperto a tutti, per riflettere sulle “virtù del digitale”, cogliendo le potenzialità pedagogiche del digitale e per utilizzarlo in modo consapevole, coerente e costruttivo. L’edizione disponibile dal 25 maggio riprende e aggiorna la prima edizione, che seguiva la pubblicazione del libro Le virtù del digitale. Quel testo propone la ripresa delle virtù cardinali e teolo¬gali, senza presupporre adesioni di principio, per individuare strategie e indicazio¬ni operative volte ad acuire la consapevolezza e la responsabilità di chi utilizza i media digitali. Nel campo dell’educazione digitale e dello sviluppo delle tecnologie digitali cinque anni sono un’era geologica», spiega il professor Pier Cesare Rivoltella, direttore del Cremit e ordinario di Didattica generale e di Didattica ed educazione mediale all’Università Cattolica di Milano. Quel che restava da fare era di inserire una serie di schede, di spunti e di casi che consentissero di aggiornarlo all’oggi». Per ciascuna virtù, in ogni modulo sarà possibile vedere i video di cornice teorica curati dal professor Rivoltella, scaricare alcuni sviluppi tematici, collegarsi a differenti risorse online, riflettere su specifiche voci di approfondimento e utilizzare schede didattiche e spunti operativi. Due differenti strategie per seguirlo sono: completare tutti i moduli linearmente, con il questionario finale, per ottenere l'attestato di partecipazione; oppure scegliere le specifiche parti che interessano, senza questionario finale.

 

Il mondo nei nostri confini

Il corso dell’ Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (Aseri) dell’Università Cattolica, proposto interamente in lingua inglese , si rivolge a studenti universitari e a professionisti già inseriti nel mondo del lavoro. In contesti lavorativi sempre più estesi, infatti, chi opera in aziende e organizzazioni attive a livello globale deve saper analizzare e comprendere le dinamiche delle relazioni economiche e politiche tra gli stakeholder . Il sistema MOOC, efficace strumento pensato per la formazione a distanza, permette la fruizione online delle lezioni e garantisce un accesso semplice e immediato, in qualsiasi momento della giornata, ai materiali didattici e di approfondimento. Il MOOC è offerto gratuitamente in modalità “ open ” e si focalizza sull’acquisizione di un toolkit per iniziare a muoversi e operare in ambito internazionale, fornendo le conoscenze indispensabili per attuare strategie di negoziazione efficaci in un contesto complesso e mutevole. I partecipanti avranno la possibilità di integrare il percorso MOOC con un secondo programma intitolato “ Analyzing and understanding the complexity of a changing wo rld” (14 settembre – 19 ottobre 2018), offerto in modalità E-learning con il contributo di autorevoli esperti della materia italiani e internazionali. Questo secondo ciclo di lezioni è suddiviso in quattro moduli , che approfondiscono gli aspetti chiave dell’analisi delle relazioni internazionali, così intitolati: International Relations Analysis, Open Source Intelligence, Geopolitics and Geo-economics, International Negotiations . In primo piano iniziative di formazione postlaurea e di lifelong learning , progetti di ricerca e di consulenza per aziende ed enti pubblici e no profit.

 

Cyberbullismo, un mooc gratis per educare

cremit Cyberbullismo, un mooc gratis per educare Dal 17 ottobre al via le iscrizioni a p ercorso di formazione online per studiare i comportamenti di cyberstupidity nei social network e proporre percorsi educativi con metodologie integrate. ottobre 2016 Quando è corretto parlare di cyberbullismo ? Cosa succede se posto una foto senza pensarci? Cambiano le implicazioni legali nel digitale? E la responsabilità educativa? Sono le domande a cui risponderà un nuovo Massive Open Online Course (Mooc) dell’Università Cattolica. Spettro di comportamenti di cyberbullying (2016/2017) è il corso online gratuito sul tema del cyberbullismo che va ad arricchire l’offerta dei Mooc presente in OpenEducation . Il Mooc da una parte intende studiare i c omportamenti di cyberstupidity agiti nell’ambito e attraverso i media digitali (in particolare nei social networ k) e, dall’altra, proporre percorsi educativi con metodologie integrate . L'itinerario parte dalla comprensione della cyberstupidity e del nuovo rapporto tra spazio pubblico e privato, ne studia le implicazioni nei comportamenti di cyberbullying, ne valuta le conseguenze sul piano educativo. ( Definirsi Cittadini Digitali ), gruppo di lavoro permanente su “educazione e cyberbullying” costituito dal Cremit (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia) dell’Università Cattolica di Milano, le cooperative sociali Pepita Onlus e Industria Scenica e l’associazione Contorno Viola . rete #cyberbullismo #web #mooc Facebook Twitter Send by mail Print LA STRUTTURA Durata: 7 settimane Carico di lavoro: 2 ore a settimana Lingua d'insegnamento: Italiano (Italia) Iscrizioni: dal 17 ottobre 2016 Inizio: lunedì 24 ottobre 2016.

 

Relazioni internazionali, torna il Mooc

Managing è il concetto di fondo: mira a dare strumenti di capacità gestionale operativa nell’ambito ampio delle Relazioni Internazionali, relazioni economiche, politiche e geopolitiche. Quali sono le novità di questa seconda edizione Mooc? «Abbiamo cercato di gestire al meglio il tema dell’interazione tra i partecipanti, un aspetto cruciale in ogni Massive Open Online Course. Non punta a dare una competenza verticale su un tema, ma mira ad aprire la mente del corsista di fonte a quello che significa operare o confrontarsi con il sistema internazionale, dotandolo di strumenti atti a gestire il contesto internazionale». Chi ha sviluppato la conoscenza deve capire che è un percorso e non un punto di arrivo e deve nutrirsi anche di chi è parte di quel processo. Mooc, e-learning e altri strumenti di didattica alternativi a quelli della classe, in senso classico del termine, sono strumenti che aumentano le potenzialità dello studente e permettono anche di valutare il livello reale di partecipazione dei discenti al sistema didattico. L’obiettivo è quello di sviluppare un sistema di open education, nel quale viene privilegiato il concetto di comunità tra studenti e di interazione tra docente e discente. Una delle critiche più diffuse ai Mooc è l’elevato tasso di drop-out: una consistente percentuale di partecipanti, infatti, non porta a termine il corso.

 

Baudelaire, il poeta diventa 2.0

MILANO Baudelaire, il poeta diventa 2.0 Il rapporto tra la sua opera e la sua Parigi, al centro di un Mooc particolare: un Massive open online course , sempre disponibile e gratuito, che ha già coinvolto più di 150 persone da tutto il mondo. Una versione concentrata del corso proposto nell’anno accademico 2014-2015 è stata filmata, “montata” e messa online sul portale Mooc di Blackboard . Mooc, come noto è la sigla per Massive Open Online Courses : un servizio sempre più diffuso nelle Università di tutto il mondo mettono a disposizione gratuitamente dei corsi specifici. Il corso su Baudelaire, prevalentemente in lingua francese, è online da alcuni mesi: più di 150 corsisti da tutto il mondo, dal Sudafrica al Canada fin alla Thailandia, lo hanno consultato . Lo studente può scegliere il momento più adatto per collegarsi e ascoltare le lezioni, che hanno carattere pluridisciplinare: con l’obiettivo di sperimentare una nuova forma di didattica, al corso hanno collaborato infatti altri docenti afferenti alla facoltà di Scienze Linguistiche e letterature straniere: Flora Pagetti, Fabio Larovere, Federica Locatelli . mooc #poesia #parigi #baudelaire Facebook Twitter Send by mail Print GLI ALTRI MOOC DEL NOSTRO ATENEO " Au coeur de Paris " è uno dei Massive Open Online Courses dell'Università Cattolica. Il nostro è uno degli atenei italiani ad aver intuito le potenzialità di questo sistema e i vantaggi che i Mooc possono apportare all’impianto didattico.

 
Go top