La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per pattoeducativo:

Francesco affida alla Cattolica l’impegno di lavorare su fraternità e sviluppo

Global compact on education Francesco affida alla Cattolica l’impegno di lavorare su fraternità e sviluppo Nell’ambito del Global Compact on Education l’Ateneo coordinerà una rete di università cattoliche e non solo per fare ricerca e progetti su questi temi. La prima relativa alla dignità umana e ai diritti, la seconda area alla pace e alla cittadinanza, la terza all’ecologia integrale, e la quarta alla fraternità e allo sviluppo. Guidato dal professor Domenico Simeone , titolare in Cattolica anche della cattedra UNESCO sull’«educazione per lo sviluppo integrale dell’uomo e per lo sviluppo solidale dei popoli», «sarà uno strumento per dialogare con le altre università che sono coinvolte in questo progetto», ha affermato il rettore Anelli. Tutto ciò nell’ottica di «un approccio secondo “universitas”, per una cultura diffusa che significa approccio consapevole alla cittadinanza e recupero della dimensione di carattere generale culturale e globale che appartiene alla origine delle università stesse». Un impegno, ha aggiunto monsignor Giuliodori, che vede «in prima linea» l’Università Cattolica per la «costante attenzione agli insegnamenti del pontefice, al lavoro della Congregazione per l’Educazione cattolica, e anche per il lavoro quotidiano che fa anche sul fronte educativo con le nuove generazioni». Questo passaggio del videomessaggio di papa Francesco cita apertamente (è inserito in nota), parafrasandolo, un pensiero tratto dal libro del gesuita Michel De Certeau intitolato Lo straniero o l’unione nella differenza , tradotto in Italia da Vita e Pensiero nel 2010. Si tratta di un’opera scritta nel ’69 che affronta, con profetica attualità, la crisi delle certezze religiose, il sempre meno stringente vincolo delle istituzioni della Chiesa, la scoperta sconcertante che all’esperienza del credente è intrinseco anche un non-sapere.

 

Università Cattolica: Established a new Observatory for Education and International Cooperation

Global compact on education Università Cattolica: Established a new Observatory for Education and International Cooperation Our University was elected by Pope Francis to provide education and research on Brotherhood and Development by Katia Biondi | 15 ottobre 2020 “To educate is to bet on and to bring hope into the present”. Università Cattolica del Sacro Cuore is one of the four universities worldwide charged with this commitment . Four paths of work have been chosen», said Monsignor Angelo Vincenzo Zani , Secretary of the Congregation for Catholic Education of the Holy See. And, for each of these four areas, four universities have been chosen to lead a network of universities not only Catholic, ecclesiastical, but also of other cultural and religious expressions - such as Buddhist and Muslim - that will soon continue this work of research, project proposals and sharing». In response to the invitation made by Pope Francis, Università Cattolica has created the Observatory for Education and International Cooperation . Headed by Professor Domenico Simeone , who also holds the UNESCO Chair at Università Cattolica for “education for human development and solidarity among peoples”, this «will be a tool for dialogue with the other universities that are involved in this project», said Anelli. A commitment, added Monsignor Giuliodori, who sees Università Cattolica «on the front line» for its «constant attention to the Pontiff’s teachings, to the work of the Congregation for Catholic Education, and also for the daily work it does from an educational point of view with the new generations».

 
Go top