La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per salone del mobile:

Il Salone del mobile si presenta in Cattolica

Milano Il Salone del mobile si presenta in Cattolica Per la prima volta la prestigiosa manifestazione sceglie la splendida cornice dell’Aula Magna di largo Gemelli per svelare la sua 59esima edizione. Mercoledì 12 febbraio 11 febbraio 2020 Il Salone internazionale del mobile , alla sua 59esima edizione, si presenta. E per farlo sceglie l’Università Cattolica. Domani, mercoledì 12 febbraio , l’Aula Magna (largo Gemelli 1 Milano) ospiterà la conferenza stampa di una delle più importanti manifestazioni del settore Arredo in Italia, in programma a Rho Fiera Milano da martedì 21 a domenica 26 aprile. Dopo il saluto del rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli , sarà il presidente del Salone Claudio Luti, alumno dell’Ateneo, a illustrare le principali novità di quest’edizione 2020. salone del mobile #fiera milano #unicatt Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Claudio Luti, laureato Unicatt, presenta il Salone del mobile

Lo ha fatto davanti a un’Aula Magna affollata da 500 tra giornalisti e pr, che per la prima volta ha ospitato la presentazione del Salone. Prima di lui ha parlato il rettore Franco Anelli , che ha messo in evidenza l’orgoglio e la soddisfazione di mettere a disposizione l’Aula Magna per partecipare a «un’iniziativa importante per la vita di Milano che condivide gli stessi valori del nostro Ateneo». Il sindaco Giuseppe Sala ha ringraziato l’Università Cattolica e il sistema delle Università italiane. Milano – ha detto – è la città con più studenti universitari (200mila): sono il futuro della nostra città. Il presidente Luti ha detto che quello di Milano «è il più bel salone del mondo perché ospita le migliori aziende italiane e internazionali. Tutti i creativi vogliono esserci per presentare il proprio lavoro dell’anno e il 35% degli espositori vengono da tutti i Paesi». La voglia di partecipare dei giovani è molto alta: 600 designer sono under 35.

 

Salone del mobile, esegesi di un successo

Intervista Salone del mobile, esegesi di un successo Secondo il professor Paolo Dalla Sega , la manifestazione milanese è la madre di tutti gli eventi che si svolgono nel capoluogo lombardo. Questo rappresenta per Milano il Salone del Mobile, presentato nei giorni scorsi nell’Aula Magna dell’Università Cattolica, secondo il professor Paolo Dalla Sega , docente di Valorizzazione urbana e grandi eventi e direttore del master in Ideazione e progettazione di eventi culturali (Mec) dell’Ateneo. Il Salone del Mobile è al principio di tutte le altre iniziative, in quanto ripone le proprie radici nel passato della tradizione fieristica europea. E infatti, il professor Dalla Sega ci tiene a sottolineare come l’aspetto più tradizionale dell’evento deve essere difeso e tutelato: «È molto giusto e storicamente sensato che il Salone si svolga qui. Il Salone nasce a Monza, la Capitale del distretto. C’è quindi qualcosa di magico che lega il Salone e Milano, e lo dimostrano le varie zone e quartieri che ogni anno riescono a brillare di luce riflessa grazie all’evento. Riesce ad “accendere come lampadine” dei quartieri che, in quel periodo dell’anno, sbocciano di vitalità, aiutati anche da un apporto delle persone che non è mai mancato: «C’è un clima di festa, di partecipazione, di convivialità. Un connubio perfetto, in una città che «continua a vivere un’onda positiva», all’interno della quale «sta crescendo questo desiderio di condivisione e di voglia di esserci».

 
Go top