La tua ricerca ha prodotto 3 risultati per scienzelinguistiche:

Alla guida di European Language Council

milano Alla guida di European Language Council Maria Teresa Zanola, docente di Lingua francese alla facoltà di Scienze linguistiche, è stata eletta all’unanimità presidente dell’istituzione internazionale, che conta su una rete di 150 università. gennaio 2018 Maria Teresa Zanola , docente di Lingua e traduzione francese alla facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere, è la nuova presidente del European Language Council/Conseil Européen pour les Langues. È la prima volta che una donna ricopre questa carica prestigiosa, che porta alla direzione di un’istituzione internazionale all’interno della quale sono nati e si sono sviluppati numerosi progetti europei. Da più di vent’anni, l’ELC si propone di consolidare all’interno dell’Unione europea la cooperazione fra istituzioni di insegnamento superiore nell’ambito linguistico: può contare su una rete di quasi 150 Università europee e di numerosi membri associati extraeuropei. Ha proposto numerosi progetti europei, che sono stati finanziati nel corso di questi anni, relativi al multilinguismo e al multiculturalismo nell’insegnamento superiore e nelle comunità civili e professionali, alla qualità dell’insegnamento-apprendimento delle lingue, alla diversità linguistica per produrre e trasmettere saperi. In questi anni, la ricerca teorica e applicata svolta in Università Cattolica ha consentito di conseguire risultati che sono stati particolarmente apprezzati nel contesto internazionale» afferma la professoressa Zanola. La responsabilità di presidenza per ELC/CEL porta a uno spazio di visibilità molto significativo per il nostro Ateneo, dove sarà attivo anche l’apparato di segreteria e dei contatti internazionali».

 

Turismo in Lombardia, un sfida possibile

Brescia Turismo in Lombardia, un sfida possibile L'assessore regionale Mauro Parolini ha illustrato agli studenti le innovazioni introdotte dalla legge 27/2015. Ad illustrare utilità, finalità nonché la filosofia alla base delle legge, è stato l’Assessore Parolini: “Per fare in modo che il decreto, e dunque il mercato del turismo, funzioni, occorre sinergia e sincronizzazione tra l’aspetto normativo e quello organizzativo. Lo scopo è integrare servizi ed offerta, per renderli più confortevoli ed attrarre quindi i turisti”. Parolini ha inoltre posto l’accento sue due aspetti-chiave della questione: “Il turismo non può prescindere da una logica inclusiva e relazionale. Inoltre, l’educazione e le modalità sono fondamentali: se un luogo è bello, ma l’esperienza umana sgradevole…rimarrà un pessimo ricordo!” La logica inclusiva emerge anche nel logo di Turismo in Lombardia, mostrato da Parolini ai presenti: una raggiera variopinta seguita dallo slogan “In Lombardia” . “Lo slogan è volutamente in italiano poiché la nostra lingua è un valore e un’attrattiva, basti pensare a come il Made in Italy sia il primo oggetto di desiderio in tutto il modo. “Le ricadute positive di questo progetto sono incredibili – afferma Parolini – a Brescia lo faremo certamente in occasione della Mille Miglia; mentre è in programma una collaborazione con l’Università per cercare blogger tra gli studenti”.

 

Firmato il patto tra Cattolica e Vittoriale

Brescia Firmato il patto tra Cattolica e Vittoriale L’Ateneo e la Fondazione gardesana hanno siglato un importante patto di collaborazione, già avviata con la facoltà di Scienze linguistiche, che offrirà agli studenti la possibilità di fare stage e tirocini. by Bianca Martinelli | 07 giugno 2016 L’Università Cattolica e la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera hanno siglato una convezione quadro volta ad ufficializzare e consolidare il fertile rapporto di collaborazione già in essere da qualche anno. Per Panzeri, quello con la Fondazione Il Vittoriale degli Italiani “E’ un matrimonio con una delle realtà museali più entusiasmanti e uno dei siti più visitati d’Italia”. Obiettivo e finalità della convezione sono l’avvio di una cooperazione per la realizzazione di attività didattico-formative , studi, ricerche specifiche, consulenze, eventi ed iniziative a carattere scientifico e culturale sul tema degli studi dannunziani e su argomenti relativi al mondo della conoscenza e del sapere. “Nell’ultimo anno gli esperti linguistici della facoltà di Lingue si sono occupati della traduzione in inglese, francese e tedesco di una selezione di lettere inedite di D’Annunzio provenienti dal lascito del dott. Guerri, ex studente della Cattolica come lui stesso ha ricordato, ha sottolineato: “Quello siglato oggi è un accordo molto importante poiché mette a sistema una collaborazione significativa già esistente. La nostra Università può fornire, grazie ai suoi studenti e alla loro preparazione, le competenze utili per le attività della Fondazione”.

 
Go top