La tua ricerca ha prodotto 4 risultati per softskills:

Career day 2018

Piacenza Career day 2018 Attivare Soft skills e Intelligenza emotiva per vincere la sfida del lavoro. intelligenzaemotiva #softskills Facebook Twitter Send by mail.

 

Soft skills nei Collegi

EDUCATT Soft skills nei Collegi Al via una ricerca dell’ Associazione Collegi e Residenze Universitarie (Acru) , in connessione con l’Istituto Toniolo, che si propone di indagare su un campione di 1.000 studenti le competenze trasversali dei ragazzi nelle residenze universitarie in Italia. by Valentina Giusti | 18 ottobre 2018 Un’indagine per valutare le soft skills delle matricole universitarie che sperimentano la vita in Collegio e nelle Residenze universitarie. Parte proprio in questi giorni la fase di raccolta dati della ricerca avviata dall’ Associazione Collegi e Residenze Universitarie (Acru) , in collaborazione con l’ Istituto Toniolo e con alcuni ricercatori universitari. L’Acru ha da sempre a cuore la progettualità educativa all’interno delle strutture che ospitano ragazzi e ragazze durante il percorso dell’università: da qui la sua peculiare azione di cura verso l’educazione e la formazione integrale, culturale, umana e religiosa degli studenti. È a tal proposito che l’Associazione ha fatto affidamento sull’Istituto Toniolo per commissionare una ricerca sul collegamento tra le soft skills sviluppate dalle matricole e la vita in Collegio che sta coinvolgendo al momento ben 750 strutture universitarie (ma il numero è in aumento). Il progetto, il cui mandato è stato affidato a ricercatori universitari, ha visto una prima fase di creazione di un database di tutte le strutture residenziali d’Italia, regione per regione; una mappatura delle residenze collegiali creato appositamente per questa ricerca, che ha visto una seconda fase di contatto diretto . Dopo aver introdotto il progetto, alle residenze sono state chieste informazioni sul numero dei posti disponibili, sulla struttura in generale, sulle attività interne e soprattutto sul regolamento e sul progetto formativo , necessario per lo step successivo della ricerca.

 

Formare Soft Skills per vincere nel lavoro

Piacenza Formare Soft Skills per vincere nel lavoro In Cattolica terza edizione della Soft Skills training Academy. Per mettere alla prova flessibilità, leadership, self marketing e problem solving e avere una chance in più nel mercato del lavoro. Le aziende sono sempre più sensibili e attente nella valutazione delle competenze trasversali, sia nella fase di selezione e valutazione del candidato, sia in quelle successive. Pretendono già dal primo colloquio professionalità e affidabilità” dichiara Mauro Balordi, Direttore della Cattolica di Piacenza. Soft Skills: sono quelle competenze “leggere”, trasversali, slegate da nozioni di carattere tecnico, che caratterizzano a 360° la professionalità in crescita e che rappresentano spesso il fattore decisivo, assolutamente indispensabili per una nuova dimensione della formazione. L’obiettivo è stato quello di insegnare agli studenti un nuovo approccio alle sfide, fatto di fiducia in se stessi, di voglia di mettersi in gioco e di attenzione rispetto ai propri errori”. Novità di quest’anno, l’intervento radiofonico gestito da Barbara Cifalinò, speaker di Radio Sound 95, realizzato con l’obiettivo far lavorare i ragazzi sulla comunicazione e il “parlare in pubblico” in maniera non usuale, attraverso lo strumento che per eccellenza privilegia la voce e il suo corretto utilizzo: la radio.

 

Il lavoro? Ci penso prima della laurea

Piacenza Il lavoro? Ci penso prima della laurea Il servizio Stage & Placement della Cattolica, tra orientamento professionale, colloqui di lavoro e business game. Puntando su soft skills e professionalità 06 settembre 2016 è con uno sguardo particolarmente sensibile che il Servizio Stage & Placement dell’Università Cattolica di Piacenza si approccia al mondo del lavoro, come dimostrano le molteplici attività di orientamento professionale proposte a studenti e laureati. Un centinaio le attività promosse quest’anno presso il campus piacentino, create dalla necessità di intervenire con sempre maggior anticipo rispetto al traguardo della laurea con l’erogazione dei servizi di orientamento al mondo del lavoro, per approcciare con successo aziende sempre più esigenti nella fase di recruting. Ne sono un esempio i CV&Counseling Point , forma di consulenza nelle pause delle lezioni, per rispondere a richieste, dubbi e perplessità sia di carattere tecnico che di tipo relazionale legati alla costruzione e alla ricerca della propria identità professionale”. “Le aziende, in un momento storico in cui complessità crescente e cambiamento continuo sono i paradigmi di riferimento principali, sono sempre più sensibili e attente nella valutazione delle competenze trasversali, sia nella fase di selezione e valutazione del candidato, sia in quelle successive” prosegue Balordi. I criteri e i principi sui quali è costruito il percorso di orientamento professionale sono quelli della formazione esperienziale e della didattica anticonvenzionale, fatta soprattutto di partecipazione, di esperienza diretta, di apprendimento attraverso l’azione. Lorena Amasanti, laurea in Scienze della Formazione, ha dichiarato: “Il servizio stage & placement ha rappresentato per me un aiuto prezioso; appena laureata mi ha permesso di incontrare le cooperative sociali del territorio e da lì sono partite collaborazioni che proseguono ad oggi.”.

 
Go top