La tua ricerca ha prodotto 1 risultato per stem:

Stem, quello che le donne non dicono

In particolare l’informatica è la disciplina di studio che maggiormente è vista come riservata ai maschi. La presentazione su “ Avvenire ” di Francesca Luppi e Alessandro Rosina. di Francesca Luppi * e Alessandro Rosina ** Vari studi mostrano che le donne tendono a essere spesso più competenti dei coetanei maschi in ambiti di crescente importanza come il problem solving, la capacità di conciliare impegni diversi, la gestione delle relazioni umane. Queste sensibilità e propensioni, se aiutate a mettersi in combinazione virtuosa con competenze tecniche e digitali avanzate, possono rappresentare un decisivo fattore di arricchimento per le organizzazioni e le aziende italiane. I dati di molte ricerche mostrano come, anche nelle nuove generazioni, ragazze e ragazzi tendano a differenziarsi nelle scelte formative e nei percorsi professionali. Mentre, infatti, le giovani donne raggiungono in media titoli di studio più elevati rispetto ai coetanei maschi, più debole risulta la formazione nelle discipline più promettenti per il lavoro di oggi e di domani. Continua a leggere su “Avvenire”] * assegnista di ricerca in Demografia al Dipartimento di Scienze statistiche e docente alla facoltà di Economia, Università Cattolica, campus di Milano ** docente di Demografia, facoltà di Economia, Università Cattolica, campus di Milano #stem #scienza #tecnologia #lavoro #donne Facebook Twitter Send by mail Print.

 
Go top