La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per storylab:

Cinema, due nuovi talenti targati Unicatt

Milano Cinema, due nuovi talenti targati Unicatt Claudio Benedetti e Cecilia Leardini, laureati in Cattolica, hanno vinto Storylab 2020: Milano Pitch , l’evento che fa incontrare i nuovi talenti con le più importanti case di produzione televisive e cinematografiche. Claudio, con una formazione in Criminologia e un passato di insegnante di teatro nei licei, sogna di continuare a scrivere per il grande schermo. Cecilia ha scoperto solo facendo il master una inclinazione che non conosceva e oggi aspira a diventare una script editor e una sceneggiatrice. StoryLab 2020 - Milano Pitch è un’opportunità unica per giovani talenti di presentare i propri progetti inediti alle maggiori aziende dell’editoria e alle più importanti case di produzione televisive e cinematografiche in Italia. Erica ha vinto l’11 febbraio 2020 il Premio Solinas Experimenta Serie (una “borsa di sviluppo” finanziata dalla Rai) con un progetto pilota di serie tv presentato insieme ai compagni di corso Francesco Bitto, Francesco Ferrazzi e Nicolò Orlandini. Oggi sceneggiatrice, diplomata al Master nel 2015, Elisa ha scoperto il suo talento di storyteller dopo una laurea in Filosofia, un MBA e quattro anni di lavoro spesi nell’ambito del marketing. Abbandonato la prima professione, Elisa si è iscritta al Master in Cattolica e si è dedicata alla sua passione che l’ha portata a diventare autrice per la serie tv della Rai “La strada di casa 2” e altre ora in produzione.

 

Serie tv, una “bottega rinascimentale”

Attila e I Barbari i loro progetti vincitori by Emanuela Gazzotti | 10 luglio 2020 Due dei quattro progetti vincitori del premio StoryLab2 Development Grants sono targati Università Cattolica e tra gli autori tre sono alumni dell’ateneo. Il bando che supporta i giovani sceneggiatori di cinema e tv è arrivato alla sua seconda edizione ed è promosso dall’ Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo (Almed) dell’Ateneo di largo Gemelli e dalla Scuola Civica di Cinema Luchino Visconti di Milano. La giovanissima autrice del progetto vincitore Attila è Marta Mazzetti (nella foto), 24enne laureata in Linguaggi dei media alla Cattolica e diplomata lo scorso novembre al master di Almed International Screenwriting and Production , promotore del Premio, che ha scoperto frequentando una open lecture con il famoso sceneggiatore americano Randall Wallace. A questo progetto che mette a tema l’integrazione di comunità che vivono fianco a fianco senza conoscersi davvero e guardandosi reciprocamente come “barbari”, ha collaborato Nicola Peirano, laureato alla magistrale in Filologia moderna alla Cattolica e anche lui diplomato al lo stesso Master della Cattolica. Dopo una breve esperienza lavorativa in BeActive, una società portoghese specializzata in produzioni crossmediali e transmediali per la tv, il cinema e il web, Nicola ha frequentato un corso di specializzazione della Rai sulla scrittura seriale, dove ha conosciuto quelli che sarebbero diventati i colleghi del progetto I Barbari . A firmare i progetti, giovani autori, sceneggiatori e film makers che hanno studiato o abitano nel territorio lombardo e ai quali verrà ora assegnato un importo complessivo di 37.000 euro, il supporto di un tutor di progetto e sessioni gratuite di training on the job. I vincitori hanno ora circa otto mesi di tempo per sviluppare e concludere i loro progetti, che verranno presentati a un’ampia platea composta dalle più importanti case di produzione televisive e cinematografiche in Italia nel corso della terza edizione del Milano Pitch prevista per febbraio 2021 .

 
Go top