La tua ricerca ha prodotto 2 risultati per trovafestival:

Sul palco le nuove professioni

È questo in sintesi il messaggio trasmesso dal critico teatrale Oliviero Ponte Di Pino agli studenti del Mec - Master in Ideazione e Progettazione degli eventi culturali, che nei giorni scorsi ha ospitato un suo interessante seminario dedicato al tema del teatro e delle nuove professioni. Con questo presupposto, ogni anno dal 2004, Ponte Di Pino assieme a Mimma Gallina e all’Associazione Culturale Ateatro, cura Le Buone Pratiche Del Teatro , un incontro nato per indagare le novità che riguardano il panorama teatrale, analizzando tendenze e modalità operative contemporanee. Quest’anno l’appuntamento è sabato 4 marzo , dalle 9.30 alle 18.00 presso la Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi”. Come ogni anno, Le Buone Pratiche Del Teatro , prevede una serie di incontri, moderati da Ponte Di Pino, durante i quali ogni relatore avrà dieci minuti a disposizione per esporre la propria tesi o presentare propria realtà. Inoltre, Oliviero Ponte Di Pino ha da poco inaugurato, assieme alla collaboratrice Giulia Alonzo, la piattaforma virtuale TrovaFestival , strumento eccellente che fornisce un database, costantemente in aggiornamento, dei principali festival italiani. Ogni festival è descritto da una scheda nella quale è possibile trovare anche consigli sulla città ospitante come le principali attrattive, dove pernottare e dove assaporare le specialità culinarie. Da poco è stato aggiunto un settore riguardante i festival consigliati dagli utenti che vengono inizialmente presentati come tali per poi essere integrati all’interno dei settori competenti.

 

Studenti del Mec nella giuria del Premio La Buona Grafica

La Buona notizia - Presenza Studenti del Mec nella giuria del Premio La Buona Grafica Gli iscritti al Master Eventi Culturali hanno decretato in streaming il vincitore della seconda edizione del concorso, promosso con Trovafestival, che valuta l’efficacia della comunicazione integrata dei festival culturali. Sul podio Cinematica di Ancona by Bianca Martinelli | 29 aprile 2020 Al primo posto Cinematica Festival , secondo classificato Arezzo Crowd Festival , medaglia di bronzo per il Danae Festival . Al terzo posto, infine, Danae Festival, che ha colpito i ragazzi del MEC per l’originalità dell’immagine in linea con la multidisciplinarità della programmazione. Già perché, tra le caratteristiche che sono necessarie alla buona riuscita di festival e rassegne culturali, spicca anche quella di rendersi riconoscibili al pubblico, comunicando la propria identità e i rispettivi contenuti attraverso una sintesi grafica in grado di richiamare l’attenzione e che risulti coerente, coordinata e accattivante. L’idea è quella di ribaltare il concetto tradizionale di Festival teatrale, coinvolgendo il pubblico prima degli artisti, attraverso una grande partecipazione e il principio di condivisione dei contenuti, e mettere in evidenza l’importanza della costruzione di un interesse dal basso. Danae Festival (Milano) Il festival degli artisti che frequentano e attraversano differenti linguaggi dal teatro alla danza, dalla performing art alla musica, dalla videoarte al cinema e che non possano essere catalogati secondo rigide definizioni. Una pietra nera, elemento misterioso, grezzo e irregolare e una sagoma geometrica, un ovale perfetto, dalle sembianze di un pianeta: Danae e un oggetto che si e stratificato nella pazienza del tempo, con basi forti su cui poggiare.

 
Go top