Università Cattolica del Sacro Cuore

Link funzionali



CattolicaNews Newsletter Rassegna Stampa Area Stampa
  • Milano

    Selfie: voglia di piacere, desiderio di raccontarsi

    Saranno presentati il 28 ottobre i risultati della ricerca dell’Università Cattolica, promossa da Fondazione IBSA, su un fenomeno virale legato all’identità della persona. Incontro su “mente e social media” con Gianni Riotta e Kate Davis, autrice di Generazione App

  • Basic Research in Cardiology

    Roma

    Infarto, scoperta molecola freno

    Renderebbe inoffensive le cellule immunitarie che lo favoriscono. È il risultato di un lavoro di ricercatori di cardiologia dell’Università Cattolica che sarà pubblicato su Basic Research in Cardiology. Studi in corso potrebbero dimostrare la validità di terapie preventive antinfiammatorie

  • Giovanni Reale e Sandro Pertini

    Milano

    Giovanni Reale, ricordo del maestro del pensiero antico

    Nel giorno della scomparsa del filosofo, laureato dell’ateneo, allievo di monsignor Olgiati e per trent’anni professore della Cattolica, il ricordo della comunità accademica, del preside della “sua” facoltà, e alcuni stralci del profilo curato dall’allievo Roberto Radice, pubblicati oggi sul quotidiano "Avvenire"

  • Christian Harris

    Milano

    Lavorare con Google nel motore

    Christian Harris è arrivato a Dublino nell’headquarter europeo della corporation americana grazie al network creato dal professor Brioschi con l’International Advertising Association. Un “passaporto” conferito anche quest’anno a 140 studenti Cimo GALLERY




ROMA

Adriana Turriziani presidente Sicp

La ricercatrice di Medicina e primario dell’Hospice “Villa Speranza” di Roma è stata eletta alla guida della Società italiana di cure palliative

News dalle Sedi, Roma
Pubblicato: 27 gennaio 2011

di Matteo Bellati

TURRIZIANIAdriana Turriziani, ricercatore di Diagnostica per immagini e Radioterapia alla facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e primario dell'Hospice “Villa Speranza” di Roma, è stata eletta presidente della Società italiana di cure palliative (Sicp) lo scorso 4 dicembre 2010, in chiusura del XVII Congresso nazionale. Pur ben consapevole delle delicate implicazioni sociali oltre che medico-sanitarie in gioco, ma forte di un mandato triennale e della collaborazione di un rinnovato Consiglio direttivo, la dottoressa Turriziani intende guidare la Sicp con l’obiettivo, ambizioso ma quanto mai urgente, di rispondere a quella che afferma essere «una sfida importante: favorire la crescita del sistema delle cure palliative superando il divario che oggi persiste tra le regioni italiane, e nello stesso tempo garantire in ogni centro, in ogni intervento, la stessa qualità delle cure. Ora abbiamo tutti gli strumenti per lavorare, farlo bene è il nostro compito». Il quadro legislativo è infatti ora più favorevole, grazie al varo della legge 38 e l’approvazione dei decreti attuativi.

«Ciò che conta – sottolinea la neo-presidente, una delle poche donne al vertice di Società scientifiche italiane – è soprattutto consentire ai malati terminali di dare pieno significato a ogni gesto compiuto nel corso di quelli che possono rivelarsi i loro ultimi giorni. Una volta alleviati il dolore e la sofferenza fisica, bisogna consentire di vivere fino in fondo, per quanto possibile riconciliandosi con l’esistenza prima del suo svanire». Adriana Turriziani si è laureata e specializzata presso la facoltà di Medicina e chirurgia della Cattolica. È autrice di più di 180 lavori scientifici, dedicati in particolare a questioni riguardanti le cure palliative, la radioterapia e radio-chemioterapia, ma anche i temi della qualità della vita e della bioetica clinica; ha partecipato come relatrice a oltre 330 Convegni e iniziative nazionali e internazionali.

Matteo Bellati




Libri

Pierre Rabhi. Il contadino poeta che respira con la terra

a cura di Giovanna Salvioni, Educatt, Milano 2011, € 3,00

Lezioni di diritto pubblico

Un agevole testo di studio che si discosta dai manuali tradizionali per la voglia di semplificare strutturalmente una materia complessa