Università Cattolica del Sacro Cuore

Link funzionali



CattolicaNews Newsletter Rassegna Stampa Area Stampa
  • transcrime

    Milano

    Transcrime, 80 miliardi di ricavi per le mafie in Europa

    Secondo i primi risultati del progetto di ricerca Organised Crime Portfolio, presentati a Bruxelles alla presenza del commissario europeo Cecilia Malmstrom e del ministro Angelino Alfano, a tanto ammonta il volume d’affari nei 28 Paesi Ue

  • Nature, Volume 513 Number 7518 pp279-454 - 18 September 2014

    Roma

    Italiani con gli occhi a mandorla

    Scienziati dell’Università Cattolica, con un maxi-studio di genetica e antropologia che ha conquistato la copertina di Nature, rivelano che gli Europei sono “figli” non di due ma di tre onde migratorie primitive, la terza ondata di genti venute dal Nord e dalla Siberia. Una ricerca che spiega anche alcune caratteristiche genetiche che ci contraddistinguono

  • Il rettore dell'Università degli Studi di Milano Gianluca Vago e il rettore dell'Università Cattolica Franco Anelli

    Ateneo, Cremona

    Sicurezza alimentare, parte la Scuola Cattolica-Statale

    Con un dottorato che prenderà il via in concomitanza con Expo 2015 prende forma il programma di collaborazione tra le due università milanesi, Miur e ministero della Salute. Il rettore Franco Anelli: «Potrebbe diventare l’eredità dell’esposizione universale»

  • bauman

    Milano

    VP, 10 parole per 100 anni

    Con tre giornate di dialogo sul “bisogno di Dio” in relazione ad alcune categorie decisive per il nostro futuro, la rivista culturale dell’Ateneo «Vita e Pensiero» festeggia il suo genetliaco. Tra gli ospiti d’eccezione Zygmunt Bauman e Jürgen Moltmann




PIACENZA

Come comunicare il valore dell’impresa

Un laboratorio nato dalla collaborazione tra l’Istituto Romagnosi e la facoltà di Economia della Cattolica. Per insegnare agli studenti l’importanza di un’efficace comunicazione economico-finanziaria

News dalle Sedi, Piacenza
Pubblicato: 07 giugno 2012

foto di gruppo ragazzi

Comunicare efficacemente conti economici e bilanci delle aziende al target degli investitori migliora il business. Questo in estrema sintesi il contenuto del percorso “Comunicare il valore dell’impresa: contributi alla crescita della trasparenza e della fiducia nei mercati dei capitali” che ha visto 30 studenti di quinta superiore dell’Istituto d’Istruzione Superiore Romagnosi di Piacenza sedersi tra i banchi dell’Università Cattolica per un laboratorio tenuto da Anna Maria Fellegara, docente di Economia aziendale della facoltà di Economia e da Luca Bagato, docente di Finanza internazionale e di Economia dei mercati monetari e finanziari.

«Il nostro desiderio - ha precisato la Fellegara, ideatrice dell’iniziativa - era quello di mettere in evidenza l’interdisciplinarietà tra competenze proprie della finanza e la capacità di comunicare, per far comprendere ai ragazzi come la comunicazione verso l’esterno abbia una rilevanza determinante, tale da poter avere effetti sulle quotazioni dei titoli».

I primi due incontri si sono svolti presso la sede piacentina della facoltà: tema del primo appuntamento la sfida aziendale della ricerca e dell'attrazione dei capitali da parte di finanziatori e potenziali investitori, sfida in cui l’azienda è chiamata a presentare efficacemente i risultati delle proprie azioni, le performance e gli assetti, gli equilibri e gli obiettivi, in modo sempre più trasparente, comprensibile, interpretabile in modo chiaro.

«Se è importante che i valori dei bilanci aziendali siano correttamente determinati e pienamente affidabili – ha spiegato nella prima parte del corso Fellegara - è anche vero che occorre agire per amplificare l'efficacia delle aziende nel comunicarli, nel renderli effettive basi di riferimento nell'assunzione di giudizi e di scelte di investimento che devono sempre più essere fondate su dati di realtà e sempre meno sulla scorta di effetti contagio, di panico o di moda, tanto labili e mutevoli quanto urlati sui media e sui canali di informazione, non solo finanziaria».

Nella seconda lezione Bagato ha spiegato ai ragazzi l’approccio di chi, in via istituzionale, interpreta, analizza e decide sui dati presentati dalle imprese. Le agenzie di rating, le banche d’affari, gli investitori cosa guardano, da cosa sono attratti e come valutano l’impresa?

Gli studenti hanno analizzato alcuni casi emblematici di comunicazione e rating aziendale evidenziando per ciascuna azienda elementi di forza e punti di debolezza: le ottime votazioni conseguite sono segnale non solo della buona preparazione raggiunta dai ragazzi, ma anche del clima costruttivo creato grazie alla collaborazione degli insegnanti dell’Istituto Superiore “Romagnosi” Moira Pieroni, Paola Paraboschi, Gabriella Vigevani e del preside Franco Balestra.

Il progetto continuerà anche il prossimo anno con il coinvolgimento dei migliori studenti delle classi e con l’approfondimento del Marketing come elemento di valorizzazione d’impresa.