Università Cattolica del Sacro Cuore

Link funzionali



CattolicaNews Newsletter Rassegna Stampa Area Stampa
  • Nosedo bambino

    Milano

    Nosedo, sotto la chiesa una comunità del XV secolo

     Gli scavi degli archeologi dell’Università Cattolica hanno portato alla luce 76 scheletri e alcune monete che raccontano di una vivace realtà di ceto elevato. Il progetto potrebbe spiegare la  frequentazione dell’antica Nocetum già nel I secolo d.C.

  • Nainggolan e Astori con un piccolo paziente del Gemelli

    Roma

    Gemelli, Natale con Nainggolan e Astori per i piccoli pazienti

    I due calciatori dell’As Roma hanno portato doni e un po’ di allegria nei reparti pediatrici del Policlinico. L’iniziativa si ripete per il terzo anno grazie al legame tra l’ospedale e il club

  • monsignor Giuliodori

    Milano

    Cattolica, una culla per l’incontro tra umano e divino

    Nell’omelia della messa in preparazione al Natale, l’assistente ecclesiastico generale legge nel mistero dell’incarnazione un compito per l’ateneo: aprirsi al dinamismo culturale che illumina la storia e garantire percorsi di impegno educativo 

  • Enrico Zampedri

    Roma

    Nuovo direttore al Gemelli

    Dal 1° gennaio 2015 l’ingegner Enrico Zampedri sarà il nuovo direttore del Policlinico A. Gemelli. Il grazie dell'ateneo e del Gemelli al dottor Maurizio Guizzardi




ROMA

Livio Pagano nel board dell’Eortc-Idg

L’ematologo del Gemelli è stato chiamato a far parte del Noard esecutivo che studia i problemi infettivi nei tumori

News dalle Sedi, Roma
Pubblicato: 13 luglio 2012

Grande soddisfazione per Livio Pagano, ematologo dell’Università Cattolica di Roma e responsabile dell’Unita per il “Trattamento delle Emopatie Maligne dell’Anziano” del Policlinico “A. Gemelli“. Da aprile infatti il nostro medico è stato chiamato a far parte dell’Executive Board dell’EORTC-IDG ( Gruppo malattie infettive dell’European Organization for Research and Treatment of Cancer). Il Gruppo si interessa delle problematiche infettivologiche in particolare dei pazienti oncologici con particolare attenzione a quelli con emopatie maligne. Il riconoscimento va a sommarsi al suo attuale ruolo di coordinatore (Chairman) del gruppo SEIFEM - Sorveglianza Epidemiologica delle Infezioni Fungine nelle Emopatie Maligne - e a quello di Past-President della FIMUA - Federazione Italiana Micopatologia Umana ed Animale


IL RITRATTO

Livio Pagano è attualmente professore associato di Ematologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma ed opera presso la Divisione di Ematologia del Policlinico Gemelli. Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia conseguita nel 1980, si è specializzato in Medicina Interna e quindi in Ematologia. Attualmente è responsabile dell’Unita di Struttura Semplice per il “Trattamento delle Emopatie Maligne dell’Anziano”. E' membro di numerose società accademiche nazionali ed internazionali nell’ambito delle malattie ematologiche ed infettive quali: GIMEMA, ASH, EHA, SIE, EORTC-IDG (Exec Board member 2012-), FIMUA (Presidente della Società per il 2007-08), SEIFEM (Chairman 2004-2012). E’ coinvolto nell’attività di peer-review di numerose riviste internazionali, oltre ad essere valutatore ECM per il Ministero della Pubblica Istruzione dal 2004. E’ autore o coautore di oltre 200 pubblicazioni che includono capitoli di trattati e articoli originali pubblicati su riviste indexate e dotate di impact Factor (IF cumulativo 2011 oltre 1080). 84° nella graduatoria Top Italian Scientists VIA Academy con un Citation Index di 33. Le principali aree di interesse sono la diagnosi ed il trattamento delle emopatie maligne (con particolare attenzione alle forme “rare” ed “orfane”), epidemiologia e trattamento delle leucemie secondarie e la gestione delle complicanze infettive (in particolare delle infezioni fungine) nel paziente neutropenico.



Libri

Pierre Rabhi. Il contadino poeta che respira con la terra

a cura di Giovanna Salvioni, Educatt, Milano 2011, € 3,00

Lezioni di diritto pubblico

Un agevole testo di studio che si discosta dai manuali tradizionali per la voglia di semplificare strutturalmente una materia complessa