Università Cattolica del Sacro Cuore

Link funzionali



CattolicaNews Newsletter Rassegna Stampa Area Stampa
  • UCSC Charity Work Program 2013

    Ateneo

    UCSC Charity Work Program esperienze dell’altro mondo

    Ventiquattro studenti dell’ateneo sono partiti, o partiranno nel corso dell’estate, per un progetto di solidarietà in Brasile, Etiopia, Sri Lanka, India, Capo Verde e Tanzania. Torneranno con un bagaglio di crescita personale e un’attività da mettere nel curriculum

  • green economy

    Brescia, Milano

    Green economy, la sfida dell'Ue

    Perché crei lavoro e innovazione, l’economia verde va integrata con le grandi strategie europee per l’occupazione e la crescita. È l’indicazione del rapporto della European Environment Agency, coordinato dal professore della Cattolica Roberto Zoboli, presentato a Milano, come primo atto "ambientale" del semestre italiano di presidenza del Consiglio europeo

  • la grande bellezza

    Milano

    Se il film ti fa viaggiare

    Una ricerca dell’Università Cattolica, realizzata in collaborazione con l’Ischia Film Festival e il portale del Cineturismo, indaga come le rappresentazioni cinematografiche dei luoghi possano contribuire a orientare le scelte turistiche del pubblico

  • calderoni

    Milano

    Il social network della mafia rivela chi è il boss

    L’analisi della rete di relazioni tra mafiosi, condotta su filmati e telefonate registrati dagli investigatori delle principali inchieste antimafia, riesce a predire le gerarchie della struttura criminale. Parla Francesco Calderoni di Transcrime




BRESCIA

Un'app come cicerone

Basta inquadrare con lo smartphone una montagna o un monumento e J’eco guides, co-prodotta dallo spin off della Cattolica Ecometrics, ti spiega tutto, grazie a una libreria di guide interattive realizzate da autori locali per il turismo sostenibile

News dalle Sedi, Brescia
Pubblicato: 19 settembre 2012

di Antonella Olivari

Quante volte ci è capitato durante un’escursione in montagna di volere sapere il nome delle vette che abbiamo di fronte o di conoscere il nome dell’animale o del fiore che abbiamo appena visto, oppure durante un giro in bicicletta di volere conoscere lo stile architettonico di un palazzo o di una chiesa. Così come, durante una gita in barca, di avere informazioni su quale caletta sia meglio approdare per un po’ di snorkeling o per visitare una cavità subacquea. Tutte queste domande ora possono trovare risposte sul display di uno smartphone, inquadrando semplicemente l’ambiente che ci sta di fronte.

A dare queste risposte è la nuova piattaforma J’eco Guides, che consente di migliorare la promozione e la fruizione del territorio e, a pochi mesi dalla nascita, è già in finale al concorso World Summit Award Mobile, promosso in partnership da Unesco e Onu, una delle più prestigiose competizioni mondiali, che seleziona una manciata di app in tutto il mondo. E che a febbraio 2013 parteciperà ad Abu Dhabi alla premiazione finale.

J’eco Guides ha un legame stretto con l’Università Cattolica: è stata sviluppata infatti da J’eco, la start-up di cui fa parte anche Ecometrics, lo spin off dell’ateneo impegnato nella gestione ambientale con Dynamoscopio, un gruppo di ricerca impegnato nella diffusione della cultura attraverso nuovi media, e Superpartes Innovation Campus, centro di sviluppo per nuovi progetti, tecnologici e imprenditoriali.

«È la prima libreria di guide interattive realizzate da Autori Locali per il turismo sostenibile», spiega Stefano Oliveri, amministratore delegato di Ecometrics. Guide che forniscono informazioni sugli itinerari: altitudine, tempi di percorrenza, dislivelli, alternative di sentiero. Fra gli autori si possono trovare già oggi una pluralità di soggetti prestigiosi, come per esempio Parco del Ticino, Parco dell’Alto Garda Bresciano, Mantova vini e sapori e altri ancora. L’app è integrata con una pluralità di social network. Il principio è quello dell’innovazione condivisa, che mette al centro del processo della guida l’autore stesso. Tutti possono pubblicare, dalle grandi istituzioni ai singoli viaggiatori grazie ad una grazie ad una piattaforma con un’unica interfaccia web aperta a più autori. Sarà poi la comunità web a decretare il valore o meno di quella guida.

La guida così realizzata viene resa disponibile su iPhone e iPad, e, dalla fine dell’anno anche su Android. Con J'eco Guides quindi cultura, ambiente e tecnologia trovano spazio in una tasca senza il peso e l’ingombro di guide cartacee. Un modo facile per consultare guide interattive e multimediali relative al territorio e i patrimoni che ci circondano, vivere il turismo consapevole in modo facile, divertente e leggero, esplorare il mondo intorno a noi in Realtà Aumentata, condividere le tue esperienze con i tuoi amici e aderire a una comunità di utenti, ma anche contribuire alla valorizzazione del territorio interagendo con le realtà locali.

Antonella Olivari