Università Cattolica del Sacro Cuore

Link funzionali



CattolicaNews Newsletter Rassegna Stampa Area Stampa
  • Nosedo bambino

    Milano

    Nosedo, sotto la chiesa una comunità del XV secolo

     Gli scavi degli archeologi dell’Università Cattolica hanno portato alla luce 76 scheletri e alcune monete che raccontano di una vivace realtà di ceto elevato. Il progetto potrebbe spiegare la  frequentazione dell’antica Nocetum già nel I secolo d.C.

  • Nainggolan e Astori con un piccolo paziente del Gemelli

    Roma

    Gemelli, Natale con Nainggolan e Astori per i piccoli pazienti

    I due calciatori dell’As Roma hanno portato doni e un po’ di allegria nei reparti pediatrici del Policlinico. L’iniziativa si ripete per il terzo anno grazie al legame tra l’ospedale e il club

  • monsignor Giuliodori

    Milano

    Cattolica, una culla per l’incontro tra umano e divino

    Nell’omelia della messa in preparazione al Natale, l’assistente ecclesiastico generale legge nel mistero dell’incarnazione un compito per l’ateneo: aprirsi al dinamismo culturale che illumina la storia e garantire percorsi di impegno educativo 

  • Enrico Zampedri

    Roma

    Nuovo direttore al Gemelli

    Dal 1° gennaio 2015 l’ingegner Enrico Zampedri sarà il nuovo direttore del Policlinico A. Gemelli. Il grazie dell'ateneo e del Gemelli al dottor Maurizio Guizzardi




BRESCIA

Via libera alla seconda sede

Il Consiglio comunale di Brescia ha approvato la delibera che dichiara la compatibilità del progetto della nuova sede di Mompiano, che ospiterà alcuni corsi di laurea, l’Asa e i laboratori del dipartimento di Matematica e Fisica

News dalle Sedi, Brescia
Pubblicato: 26 luglio 2012

interno sede brescia

Ora guarda al futuro l’Università Cattolica di Brescia, dopo l’approvazione, da parte del Consiglio comunale, della delibera che dichiara la compatibilità del progetto della seconda sede a Mompiano, zona nord della città. Una risposta attesa da tempo dai vertici della Cattolica per rispondere adeguatamente alle esigenze di studenti, docenti, personale amministrativo e, quindi, per radicare ulteriormente l’Ateneo in città e provincia.

«E’ una bella notizia che riguarda non solo la Cattolica bensì l’intera città di Brescia – sottolinea il direttore di sede Luigi Morgano – la nuova struttura logistica va a rafforzare il progetto di “Brescia città universitaria” e consentirà di mettere a punto un’offerta formativa ancor più mirata, flessibile e di potenziarla, unitamente allo sviluppo dell’attività di ricerca. Il via libera unanime (un solo voto contrario) conferma la bontà del progetto che è stato presentato: l’edificio dove si insedierà la Cattolica Due è non soltanto bello, ma anche moderno, funzionale ai fini dell’attività didattica, della ricerca e dei servizi; ecocompatibile e, nell’ambito dell’edilizia universitaria, all’altezza delle migliori realizzazioni».

La Cattolica si impegnerà, con un atto unilaterale, a monitorare e a migliorare, con alcuni interventi, i flussi di presenze che cointeresseranno la sede.

L’Università Cattolica a Mompiano collocherà i corsi di laurea della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali, con il relativo Dipartimento di Matematica e Fisica “N. Tartaglia” ed i laboratori; i corsi della Facoltà di Psicologia e della Facoltà di Sociologia, quelli relativi alla Formazione primaria, allo STARS – Scienze e tecnologie delle arti e dello spettacolo, all’Istituto Superiore di Scienze Religiose, nonché l’Alta Scuola per l’Ambiente e la Biblioteca di storia della scienze “Carlo Viganò”. Nella stessa sede verranno situati gli ulteriori sviluppi del post laurea e dell’alta formazione (master, dottorati di ricerca, corsi di perfezionamento).

sede brescioa - panoramca

DATI TECNICI

La seconda sede dell’Università Cattolica sarà una nuova edificazione, costruita su un’ampia area a nord della città e precisamente nella parte nord-est del complesso dell’ex Seminario Vescovile “Maria Immacolata”. L’area ha un’estensione di circa mq 20.500: 9.000 saranno coperti e 11.000 destinati ad un’ampia area esterna, soprattutto a verde. Troveranno spazio: 33 aule, 70 studi professionali, 15 laboratori per la didattica e la ricerca, 8 sale per riunioni, 4 laboratori di informatica, auditorium, cappella, teatro, biblioteca, palestra, 300 posti macchina interrati, nonché servizi mensa, bar e libreria. Il progetto presentato dall’Università non ha richiesto alcuna deroga o concessione rispetto a quanto già in essere nel PGT.

La zona a nord della città si caratterizza per la presenza di importanti servizi ed attrezzature a livello cittadino. Non a caso, le reti del trasporto pubblico (autobus dalla stazione e dal resto della città, centro storico compreso, metropolitana che entrerà in servizio nei prossimi mesi) servono egregiamente l’area, che è raggiunta pure dalla rete di piste ciclabili, di cui un nuovo tratto, realizzato in ambito pedecollinare, arriva esattamente all’ingresso della nuova sede.

L’Università Cattolica, sul progetto, aveva già acquisito da più mesi i pareri favorevoli da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Brescia, Cremona, Mantova e del Comune di Brescia e dalla Commissione Paesaggio e quello di conformità dei Vigili del Fuoco.

Prossima tappa, già in corso, la progettazione degli interventi per l’atto unilaterale (a partire dalla riqualificazione di un percorso ciclopedonale e la sistemazione di un’intersezione stradale), propedeutica al rilascio del permesso di costruire.




Libri

Pierre Rabhi. Il contadino poeta che respira con la terra

a cura di Giovanna Salvioni, Educatt, Milano 2011, € 3,00

Lezioni di diritto pubblico

Un agevole testo di studio che si discosta dai manuali tradizionali per la voglia di semplificare strutturalmente una materia complessa