La tua ricerca ha prodotto 6 risultati per cattolicapost:

Un’era incredibile per gli storyteller

Ha creato un programma di altissimo livello che raccoglie persone da tutto il mondo, me compresa, per fornire una formazione globale e di eccellenza rispetto agli standard del settore. Una delle cose che mi colpisce di più è quanta cura abbia nel selezionare i partecipanti: studenti in grado di apprezzare fino in fondo l’opportunità data dal corso, pronti per affrontarlo e che saranno in grado di gestire le informazioni, unirsi alle aziende e sviluppare i propri progetti». Una delle più note docenti di sceneggiatura e consulenti di sviluppo americane, ha dato avvio anche a questa edizione della Summer School di Cinema Internazionale dell’ Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo . Nella prima settimana di seminario i partecipanti hanno lavorato sui progetti nella forma di soggetti/trattamenti brevi, mentre nella seconda settimana, a settembre, saranno sceneggiatori e produttori italiani, responsabili di alcuni dei più grandi successi degli ultimi anni, a entrare nel dettaglio delle sceneggiature. In Europa è molto comune il pretesto di non disporre di fondi sufficienti, di set adeguati, di budget per star internazionali per competere con le produzioni amaricane, ma l’Europa è già di per sé un set magnifico, qualcosa che l’America può solo cercare di replicare. Ciò che accade spesso è che ci sono storie in grado di funzionare ed essere comprese nel profondo solo all’interno di un determinato Paese, per via di sensibilità o senso dell’umorismo diversi, per elementi troppo strettamente legati a un territorio, a una cultura o a un determinato contesto. L’audience lo ama, si parla infatti di binge watching quando si sta attaccati un intero weekend per finire di vedere una serie tv e adesso la qualità di alcune di queste è eccellente.

 

Ravenna, giovani artisti per Dante

CATTOLICAPOST Ravenna, giovani artisti per Dante Martedì 2 febbraio presentazione in largo Gemelli del bando internazionale per selezionare proposte artistiche mirate a interpretare la figura del Sommo Poeta. Saranno presentate al Festival della città romagnola da maggio a luglio. by Luca Monti | 28 gennaio 2016 Mec-Master Eventi Culturali e Ravenna Festival presentano “ Giovani artisti per Dante ”, il bando internazionale per selezionare proposte artistiche mirate a interpretare la figura di Dante Alighieri. Gli spettacoli scelti saranno prodotti dal Festival e inseriti nel programma 2016 che ogni giorno, dal 13 maggio al 12 luglio alle 11, dedicherà un appuntamento al grande poeta nei luoghi danteschi meta imprescindibile di ogni visita a Ravenna: i Chiostri Francescani. La “Zona del Silenzio”, entro cui è compresa la Tomba di Dante, sarà al centro della XXVII edizione di Ravenna Festival. Il progetto è un’ulteriore testimonianza dell’attenzione che l’Ateneo dedica all’opera del sommo Poeta, cui è dedicata l’ormai storica Scuola estiva internazionale in Studi danteschi (giunta lo scorso anno alla sua nona edizione). Docenti e direttori del master e della Summer School, insieme ad esponenti di Ravenna Festival, presenteranno l’iniziativa martedì 2 febbraio in Cripta Aula Magna alle 14.30 .

 

Gli atenei tra bricks and clicks

Questo trend si sta oggi ulteriormente intensificando. Dovendo garantire elevati livelli di qualità nell’insegnamento e nella ricerca, i nostri atenei affrontano la competizione globale – divenuta ormai incalzante su larga scala – con sforzi superiori rispetto al passato e costretti a operare con vincoli economico-finanziari sempre più stringenti. La conferenza annuale di EUA, European University Association, affronta questo tema alla radice. Dentro questa nuova prospettiva, anche le strategie di sviluppo messe in campo dai consigli di amministrazione degli atenei sono costrette a rivedere i propri parametri per poter garantire il conseguimento degli obiettivi prefissi e reggere il peso della competizione globale. L’evento di EUA si concentra sulle modalità con cui le Università europee possono sviluppare strategie innovative e sostenibili, che riescano a coniugare l’impiego delle nuove tecnologie con il normale sviluppo delle attività tradizionali: bricks &; clicks, appunto. Tutte le informazioni relative al Programma dell’Annual Conference 2016 sono reperibili sul sito di EUA. Appuntamento a Galway, Irlanda, i prossimi 7 e 8 aprile 2016. universita' #digitale #cattolicapost Condividi Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Largo Gemelli, la bottega degli scrittori

Le storie di tre giovani autori sbocciati tra i banchi del corso “Il piacere della scrittura” che hanno coronato un sogno. Le storie degli iscritti sono le più varie: studenti di facoltà non umanistiche, professionisti quali ingegneri, bancari, insegnanti, comunicatori che ogni anno scelgono l’offerta didattica del corso sostenuto da Mondadori, Manpower Group Italia, Emma Book, Bracco . Il percorso di Marco Erba ha avuto un punto in comune con quello di Giorgio Ponte (al centro nella foto) , altro ex iscritto del corso e oggi autore per Mondadori di “ Io sto con Marta ” dopo una lunga gavetta editoriale. Alla fine lei non volle prendermi, ma io mi ritrovai tra le mani un libro che capii essere di valore: una storia di speranza sul mondo del lavoro, in un momento storico in cui tutti hanno smesso di sperare. Quando dopo un mese il libro balzò in testa alle classifiche di Amazon, fu sempre grazie al corso che potei rincontrare la direttrice della narrativa italiana Mondadori, la stessa che mi aveva rifiutato quattro anni prima temendo che il testo non avesse mercato. Se questa fosse una favola a lieto fine, e in qualche modo lo è, potrei senz’altro dire che il corso della Cattolica ha avuto per me la stessa funzione che la Fata Madrina ebbe per Cenerentola: senza di esso nulla sarebbe stato possibile». scrittura #libri #mondadori #cattolicapost Facebook Twitter Send by mail Print IL PIACERE DELLA SCRITTURA Il corso di alta formazione “ Il piacere della scrittura ” ripartirà in primavera con un’edizione composta da due moduli, uno dedicato al racconto e uno al romanzo.

 

Come nasce un brand del gusto

CATTOLICAPOST Come nasce un brand del gusto Martina Lombardi lavora alla creazione di un marchio territoriale per Ivrea e il Canavese. Un progetto che coinvolgerà anche gli studenti del master in Comunicazione per le imprese creative, in cui si è diplomata, con laboratori e show cooking sul campo. by Iacopo Catarsi | 28 gennaio 2016 Promuovere un marchio territoriale che valorizzi la realtà locale puntando sulle tipicità del gusto. Il nostro lavoro di responsabili della comunicazione per le industrie creative consiste nell’aiutare gli artigiani di questa zona a farsi conoscere, con una pagina facebook o un sito web, al grande pubblico. Ma con questo week-end sul campo i partecipanti del 2015-16 avranno qualcosa in più: saranno completamente immersi nel territorio per tutta la durata del loro soggiorno». Sarà infatti possibile conoscere i prodotti del Canavese direttamente in loco e osservare da vicino il lavoro degli artigiani. Lì si terranno le lezioni, lì gli artigiani proporranno degustazioni e uno chef stellato della zona cucinerà sfruttando al massimo le potenzialità dei prodotti locali.

 

La formazione tra competenze e valori

CATTOLICAPOST La formazione tra competenze e valori La vera sfida per il Sistema universitario e delle Business School è valorizzare l’etica dei comportamenti, la capacità di “ascoltare” e creare “reti di confronto” interne ed esterne nelle diverse organizzazioni della società. gennaio 2016 di Mauro Meda * Interrogarsi sul ruolo della formazione universitaria in Italia significa affrontare il tema strategico della competitività del Paese e della capacità di generare un futuro alle nuove generazioni. L’Alta formazione, in questa dimensione globale, deve sempre più concorrere a realizzare le condizioni per una maggiore ricerca di equità e tutela sociale; essa si deve sempre più porre al servizio delle nostre “periferie”. Il modello formativo che l’Università Cattolica sta sviluppando porta al centro del processo la persona, lo studente, che sceglie questa Università, e i tanti professional che ad essa si affidano per incrementare le competenze. Ritengo che il sistema universitario debba riflettere sempre più sulla propria mission “educativa-formativa-sociale” e saper sviluppare una formazione generativa di competenze, ma anche fortemente attenta ai valori dei comportamenti. Le riflessioni che vengono presentate rappresentano in modo evidente l’impegno, in diversi e molteplici ambiti, dell’Università Cattolica nel sostenere le persone nella loro crescita professionale e individuale, ma nel contempo rappresentano l’attenzione nella costruzione di una sistema sociale più equilibrato e inclusivo. Una prospettiva che rientra tra gli stessi obiettivi della strategia Europa 2020 che pone al centro proprio l’istruzione e l’incremento del tasso di occupazione al fine di realizzare una crescita che sia “intelligente, sostenibile e solidale”.

 
Go top