La tua ricerca ha prodotto 4 risultati per claudio giuliodori:

Monsignor Giuliodori presiede la recita del rosario dal Policlinico Gemelli

Roma Monsignor Giuliodori presiede la recita del rosario dal Policlinico Gemelli Giovedì 2 aprile alle ore 21 l’assistente ecclesiastico generale condurrà la preghiera mariana dalla Cappella San Giuseppe Moscati per iniziativa della Cei in diretta radio e Tv. Al termine la supplica a San Giovanni Paolo II nel giorno della morte 01 aprile 2020 La preghiera del rosario sarà trasmessa da Tv2000 e Radio InBlu giovedì 2 aprile alle 21 dalla Cappella dedicata al santo medico Giuseppe Moscati. In particolare invocheremo l’aiuto del Signore per tutto il personale sanitario impegnato a contrastare sul territorio e negli ospedali gli effetti devastanti della pandemia. Al termine, l’Assistente Ecclesiastico Generale S. E. monsignor Claudio Giuliodori, davanti alla statua che si trova nel pizzale antistante il Policlinico Gemelli, eleverà una supplica a San Giovanni Paolo II nell’anniversario della sua nascita al Cielo. Da questo luogo Egli ha offerto a tutta l’umanità un altissimo magistero fatto di parole e di gesti che hanno illuminato l’esperienza del dolore e della malattia con la luce del Mistero Pasquale. rosario #claudio giuliodori #preghiera #policlinico gemelli Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Il messaggio per la Pasqua di monsignor Claudio Giuliodori

Ateneo Il messaggio per la Pasqua di monsignor Claudio Giuliodori L’assistente ecclesiastico generale rivolge l’augurio pasquale all’intera comunità universitaria. Viviamo tempi di estrema precarietà e incertezza ma forse proprio per questo possiamo toccare con mano una speranza più grande» 08 aprile 2020 di monsignor Claudio Giuliodori * Il triduo pasquale è il cuore dell’anno liturgico e l’essenza della fede cristiana. La delicata situazione sanitaria e le inedite restrizioni sociali, dovute alla pandemia da Coronavirus, ci costringono a celebrare la Pasqua in uno scenario imprevisto e inusuale. Certo, siamo più isolati ma forse potremo comprendere meglio la solitudine di Gesù e quanto ci ha amato di fronte al tradimento di Giuda, l’incomprensione dei discepoli, la condanna umiliante delle autorità religiose e politiche, la sofferenza e il dramma della morte in croce, il silenzio del sabato santo. Così, ancora una volta nelle pieghe della storia e nel dramma del vivere umano, ci viene data la grazia di contemplare il volto del Risorto. Con questi sentimenti auguro di cuore a tutti i membri della comunità universitaria e a tutte le vostre famiglie una Santa Pasqua. assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore In alto: Tiziano Vecellio, Polittico Averoldi (particolare), collegiata dei Santi Nazaro e Celso, Brescia #pasqua #claudio giuliodori #auguri Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Open week, il messaggio di monsignor Claudio Giuliodori

Un momento di incontro importante per un ateneo che quest’anno si appresta a celebrare l centenario della sua fondazione. L’Università Cattolica è «una comunità», un «luogo dove si vuole crescere insieme», continua nel suo saluto monsignor Giuliodori, grazie alle sue più «alte competenze scientifiche» che la contraddistinguono. Soprattutto in un momento di pandemia, come quello che stiamo affrontando, «ci rendiamo conto di quanto il sapere sia anche un sapere condiviso, quindi che abbia davvero una profondità globale che tocchi tutti e aiuti a risolvere insieme le problematiche». Per questo, «avremo bisogno di nuove generazioni capaci di ripensare l’economia e la convivenza civile, di riorganizzare le leggi e la politica. Pertanto è importante che negli anni dello studio e della formazione si possa fare un percorso bello, significativo, approfondito». claudio giuliodori #openweek #orientamento Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Giuliodori: «Cure appropriate per corpo e spirito»

Lo abbiamo fatto anche nella sede principale di Milano martedì scorso sottolineando quanto sia significativo che il primo atto istituzionale in presenza nella sede principale sia avvenuto per celebrare il nostro patrono. Sono pertanto molte le ragioni che rendono speciale questa Eucaristia e non meno numerose le riflessioni che potremmo fare, anche alla luce della Parola di Dio che abbiamo ascoltato. Tra le tante cose che mi piacerebbe condividere con voi in questo momento, ne scelgo tre che mi sembrano emblematiche del tempo che stiamo vivendo. Credo di poter dire sinceramente che in questa occasione abbiamo potuto toccare con mano come l’anima profonda di questa istituzione accademica e sanitaria sia davvero plasmata dal Sacro Cuore e sappia dare concreta testimonianza di quell’amore di cui ci ha parlato la seconda lettura. La vita secondo lo Spirito Una terza dimensione che in questo periodo ci ha fatto sperimentare la presenza e il sostegno del Sacro Cuore è la possibilità che abbiamo avuto di vivere esperienze davvero singolari anche dal punto di vista spirituale. Ogni incontro si è aperto con una breve preghiera che ci ha consentito di fare tutto nella consapevolezza di essere umili strumenti nelle mani di Dio a servizio del bene comune e dei più bisognosi. Concludo invitando tutti, anche alla luce di questo frangente così difficile e travagliato, a rinnovare l’affidamento caro ai nostri fondatori “Sacro Cuore mi fido di te” e a esprimere i sentimenti suggeriti dal salmo responsoriale: « Benedici il Signore, anima mia, quanto è in me benedica il suo santo nome.

 
Go top