charity work program

Non l’avrei mai detto

Leggi tutto

Giuseppe, studente del quarto anno di Medicina, non immaginava che il Charity Work Program in Uganda sarebbe stata l’esperienza più bella e più forte della sua vita. «Al Benedict Medical Centre ho imparato ad allargare il mio orizzonte. Spero di tornarci»
 

charity work program

Cura, non solo medicina

Leggi tutto

In Uganda, Carmelo, futuro dottore in formazione al campus di Roma, ha scoperto significati nuovi nella relazione medico-paziente: offrire ascolto attivo all’umanità del malato. «Le parole ricevute mi accompagneranno nel percorso di studi e nella vita»

charity work program

Medici in prima linea

Leggi tutto

Giada, studentessa al quinto anno di Medicina, è tornata dal Charity Work Program in Uganda con la certezza che non bisogna illudersi di poter cambiare le abitudini e la mentalità di un popolo ma che si possa cooperare per fornire mezzi ed educazione
 

charity work program

Medico e uomo crescono insieme

Leggi tutto

Per Daniele di Medicina a Chirurgia, che ha messo in pratica cinque anni di conoscenze in una realtà diversa da un punto di vista sociale e clinico come l’Uganda, il Charity Work Program è stata un'occasione di crescita professionale e ancor di più personale

charity work program

Il Brasile, il sorriso e la speranza

Leggi tutto

Gaia, studentessa di Scienze politiche e sociali, ha visto cosa c’è dietro il Paese delle spiagge bianche: la povertà dei bambini accolti e protetti dal “Giardino degli Angeli” ma anche la determinazione di chi lotta, con gioia, perché le cose cambino
 

charity work program

Sentirsi utili fa bene

Leggi tutto

Arianna, studentessa di Scienze linguistiche, ha speso il suo Charity Work Program nel “Giardino degli Angeli” di Canavieiras, in Brasile, in mezzo ai bambini della zona più povera della città. Un racconto fatto di colori, profumi, sorrisi, sguardi
 

charity work program

Un caos pieno di vita

Leggi tutto

L’Africa, con i suoi bambini, il traffico, le canzoni e il suono dei tamburi trasuda voglia di vivere. Quella che hanno Rosalba e Giulia, di Scienze politiche e sociali, che hanno misurato a Dakar la loro vocazione alla cooperazione allo sviluppo

charity work program 2017

Charity, la solidarietà fa crescere

Leggi tutto

Tra luglio e ottobre, 45 studenti hanno frequentato, in 17 Paesi in via di Sviluppo, la “scuola” che apre gli occhi sul mondo e fa bene al Cv, come rivelano i racconti di viaggio. E ora parte la prima edizione invernale: la cooperazione non si ferma mai

charity work program

A Korogocho il canto salva il mondo

Leggi tutto

Dalle baraccopoli di Nairobi, dove una mamma è disposta a mandare il figlio tra gli scarti per permettersi un pasto, salgono domande senza risposta. Ma Alberto, studente di Scienze politiche, negli occhi dei bimbi ha visto ancora una speranza per l’umanità

charity work program

Non colpevoli ma responsabili

Leggi tutto

Angela, nel suo Charity Work Program in Ghana, si è misurata con il fenomeno della migrazione e della miseria che l’accompagna. Il senso di colpa che, da occidentale, ha provato si è trasformato in riflessione e azione. La cooperazione sarà la sua strada

charity work program

La potenza del dialogo

Leggi tutto

Per Andrea, studente di Giurisprudenza che ha vissuto il suo Charity Work Program in due riformatori minorili di Accra, in Ghana, la cooperazione è incontro tra diverse culture e capacità di calarsi con umiltà in un luogo lontano per dare il proprio apporto

charity work program

Filippine, lezioni di economia

Leggi tutto

Ilaria, studentessa di Economia a Roma, ha organizzato un piccolo corso per le mamme dei villaggi. Oltre a far cadere le barriere culturali giocando con i bambini. «Con il volontariato se non cambi la tua vita puoi cambiare almeno la giornata di un altro»

charity work program

Etiopia, a scuola dai bambini

Leggi tutto

Martina, di Scienze linguistiche, è partita per il Charity Work Program in Etiopia, con l’idea di fare qualcosa per i bambini ma è tornata ricevendo di più. «Ho imparato a dare la giusta importanza ad alcune cose e a non dare per scontato tante altre»

charity work program

In Etiopia a donare e ricevere

Leggi tutto

Alessandra, studentessa di Scienze linguistiche, era partita per Debre Birhan con l’idea che il volontariato potesse fare bene a chi riceve aiuto ma anche a chi lo dona. Una certezza che è stata confermata dall’attività con i bambini della missione

charity work program

La bellezza della semplicità

Leggi tutto

L’#altraestate in Bolivia non ha riservato a Giorgia spiaggia, mare e selfie tattico. Ma qualcosa in più: la certezza di aver intrapreso il giusto percorso di studi in cooperazione internazionale. Non salverà il mondo ma ha intuito la strada della felicità

charity work program

A scuola di cooperazione

Leggi tutto

Per Ivano, studente alla facoltà di Scienze politiche e sociali, il Charity Work Program in Bolivia, è stato un vero e proprio stage professionalizzante. Ma insieme alle skills acquisite, che lo aiuteranno nel lavoro, è stato una palestra dell’intercultura

charity work program

La gioia di scoprirsi hermana

Leggi tutto

Mettere alla prova gli studi in psicologia ma soprattutto scoprire la forza dei legami tra le persone. Nel Charity Work Program in Bolivia, Sara, lavorando con i bambini di un centro di riabilitazione neurologica, ha trovato conferma su cosa farà da grande

charity work program

Sulle Ande la moda social

Leggi tutto

Giulia, di Scienze politiche e sociali, ha lavorato al progetto “Tessere culture” che valorizza il lavoro artigianale delle donne per promuoverne l’indipendenza. Un artigianato protetto dallo sfruttamento che, grazie a lei, ora gira su Facebook e Instagram
 

charity work program

Eco-fashion per l’indipendenza

Leggi tutto

Marianna, di Scienze politiche e sociali, ha operato con le donne di Hilando Culturas a La Paz: con il lavoro artigianale nella moda etica, custodiscono la tradizione, proteggono l’ambiente sono liberate dallo sfruttamento e mantengono le loro famiglie