La tua ricerca ha prodotto 6 risultati per bellezza:

La fotografia ai tempi dell’Iphone

Milano La fotografia ai tempi dell’Iphone Un nuovo contest per gli studenti dedicato al tema “La misericordia è una carezza”, in occasione dell’esposizione dell’omonima mostra. Percorsi di bellezza attraverso la fotografia”, al quale possono partecipare tutti gli studenti mettendosi alla prova con scatti a tema; le foto selezionate verranno poi esposte e presentate in occasione del convegno conclusivo sulla Misericordia in programma per il 10-12 novembre 2016. Il percorso che così ha preso avvio prevede anche alcuni incontri di approfondimento sulla tecnica fotografica – promossi da Educatt e dal comitato del progetto Bellezza – cui è possibile partecipare liberamente. smartphone #fotografia #bellezza Facebook Twitter Send by mail Print CHI È ANDREA ASCHEDAMINI Milanese, appassionato di montagna, è specializzato in fotografia di viaggio; si definisce “fotolitografo”, dividendo la propria vita professionale tra tecnica e creatività. Nel 2012 ha fondato insieme a Cristina Locatelli different.photography, agenzia che si occupa di realizzare progetti di grafica integrata partendo dal concept passando dalla fotografia, fino alla stampa. Nel 2013 con Cristina Locatelli ha guardato l’Islanda attraverso l’obiettivo di un iPhone («Intorno alla nuova terra/viaggio circolare») e, sempre con Cristina, nel 2014 ha pubblicato «Passaggio in Ladakh», diario fotografico di viaggio edito da EDUCatt (Università Cattolica del Sacro Cuore) con il contributo dell’antropologa Giovanna Salvioni. Nel 2015 ha raccontato l’Engadina, sempre attraverso l’obbiettivo, nel libro «Umauns sainza amur sun ervas sainza flur» (Alpes) con l’introduzione di Luciano Bolzoni e testi di Valerio Ambiveri.

 

La bellezza del silenzio

Milano La bellezza del silenzio Lo scrittore spagnolo Pablo D ’Ors parlerà ai ragazzi dei collegi della sede di Milano giovedì 15 dicembre alle ore 17.30 in aula Pio XI. L’incontro con l’autore, chiude il ciclo per Educare/Educarsi alla Bellezza. dicembre 2016 Torna a Milano Pablo D’Ors, consultore del Pontificio Consiglio della Cultura che, cercando il silenzio, ha attraversato il deserto del Sahara, ha soggiornato sul monte Athos e ha percorso a piedi le vie di Compostela. Parlerà della Bellezza del Silenzio ai ragazzi dei collegi dell’Università Cattolica di Milano: l’incontro si svolgerà giovedì 15 dicembre alle ore 17.30 in aula Pio XI e chiude il ciclo per Educare/Educarsi alla Bellezza ideato dal professor Gianni Gasparini e proposto da EDUCatt. educatt #bellezza Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Misericordia e Bellezza, prossimi eventi

Milano Misericordia e Bellezza, prossimi eventi Mentre si conclude il contest fotografico La misericordia è una carezza , prosegue il percorso sulla bellezza con un dibattito a due voci, accompagnato dalla lettura da parte di Christian Poggioni, di capolavori della letteratura sul tema della natura. settembre 2016 Giunge a conclusione il 30 settembre il contest fotografico La misericordia è una carezza. Il percorso si è inoltre articolato in una serie di incontri con fotografi professionisti, ultimo dei quali si è tenuta giovedì 29 ottobre alle 18.30 allo Scalone d’Onore in largo Gemelli 1 a Milano. Alessandra Fuccillo , titolare dello studio fotografico CameraOff, ha dialogato con gli studenti di fotografia e attualità. Il titolo dell’incontro, Il Bello e il brutto in fotografia; ritratti e foto da (non) pubblicare , metteva al centro la provocazione di uno scatto che ha come soggetto il “brutto”, in una società come la nostra sempre più ossessionata dall’estetica e dal culto del bello a tutti i costi. Un’occasione preziosa per riflettere assieme a una professionista del settore di tecnica e intuizione. bellezza #misericordia #educatt #fotografia Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Difendere e diffondere la bellezza

Piacenza Difendere e diffondere la bellezza Lo Spazio di Formazione Civica – Cives, promosso dall’Università Cattolica e dalla Diocesi di Piacenza-Bobbio esplora il senso del bello come strumento per riappropriarci della nostra umanità ferita . ottobre 2019 di Paolo Rizzi* Bello da dio. E’ questo il titolo strano della XIX edizione di Cives, aperto a giovani e adulti, rappresentanti di associazioni culturali e politiche, studenti e lavoratori, giunto alla sua diciannovesima edizione. Nella seconda parte del percorso di Cives, ragioneremo anche sulla bellezza di Piacenza con l’aiuto di giovani instagramers locali (Ambra Visconti e Roberta Abbatangelo) e lo storico dell’arte nostrano Stefano Pronti. Senza dimenticare il legame tra bellezza e spiritualità, che cercheremo di sondare con l’aiuto di tre teologi, Roberto Maier, Enrico Garlaschelli e Bruno Bignami, ed una performance artistico-musicale perché “quando uno vede la bellezza di quaggiù, ricordandosi della vera Bellezza, mette le ali” (Platone). “Cercavo la Grande Bellezza… ma non l’ho trovata” dice il protagonista del film da Oscar “La Grande Bellezza” per giustificare il suo disimpegno e lo sguardo cinico sul mondo. La nuova edizione di Cives, vuole aiutarci in questo percorso, declinando i vari ambiti in cui la Bellezza si rivela un valore aggiunto e ci permette di non accontentarci delle situazioni attuali, per aprirci a prospettive positive per il futuro. Magari non troveremo nemmeno noi la “Grande Bellezza”, ma il percorso che intraprenderemo ci farà avere uno sguardo migliore sul mondo… bello da Dio. Cives2019-20 * Professore Associato di Politica Economica alla Facoltà di Economia dell'Università Cattolica di Piacenza #cives #impegnocivico #bellezza #cooperazione Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Pablo d’Ors, la via della meditazione

MILANO Pablo d’Ors, la via della meditazione Scrittore, sacerdote, maestro di meditazione. L’autore di libri che sono diventati best seller ha chiuso il Progetto Educare/Educarsi alla Bellezza by Simone Biundo | 20 dicembre 2016 Scrittore, sacerdote, maestro di meditazione. È Pablo d’Ors , autore di un libro da oltre centomila copie, Biografia del silenzio (Vita e Pensiero), e magnifico affabulatore, come ha dimostrato lo scorso 15 dicembre nel corso del nono evento sulla Bellezza , organizzato da Educatt. Perché è solo il silenzio che può far conoscere noi stessi a noi stessi e quindi farci conoscere l’altro da sé. Respirazione, perché meditare è respirare consciamente, essere nella percezione e non nella riflessione, nel ricevere e nel dare; attenzione al corpo, perché determinante è la coscienza corporale come cammino dell’interiorità, il sentirsi, il non perdersi; e infine la parola, il mantra che permette di assurgere alla concentrazione assoluta. Tutto questo, unito alla costanza e alla capacità di meditare ogni giorno per almeno venti minuti, può portare alla scoperta del mondo. E quindi di Dio. E questo non è poco, perché, come dice Pablo, solo chi scopre il mondo ama Dio. E il solo criterio per capire chi ama davvero Dio è capire se ama il mondo.

 

La fotografia ai tempi dell’Iphone

Milano La fotografia ai tempi dell’Iphone Un nuovo contest per gli studenti dedicato al tema “La misericordia è una carezza”, in occasione dell’esposizione dell’omonima mostra. Percorsi di bellezza attraverso la fotografia”, al quale possono partecipare tutti gli studenti mettendosi alla prova con scatti a tema; le foto selezionate verranno poi esposte e presentate in occasione del convegno conclusivo sulla Misericordia in programma per il 10-12 novembre 2016. Il percorso che così ha preso avvio prevede anche alcuni incontri di approfondimento sulla tecnica fotografica – promossi da Educatt e dal comitato del progetto Bellezza – cui è possibile partecipare liberamente. smartphone #fotografia #bellezza Facebook Twitter Send by mail Print CHI È ANDREA ASCHEDAMINI Milanese, appassionato di montagna, è specializzato in fotografia di viaggio; si definisce “fotolitografo”, dividendo la propria vita professionale tra tecnica e creatività. Nel 2012 ha fondato insieme a Cristina Locatelli different.photography, agenzia che si occupa di realizzare progetti di grafica integrata partendo dal concept passando dalla fotografia, fino alla stampa. Nel 2013 con Cristina Locatelli ha guardato l’Islanda attraverso l’obiettivo di un iPhone («Intorno alla nuova terra/viaggio circolare») e, sempre con Cristina, nel 2014 ha pubblicato «Passaggio in Ladakh», diario fotografico di viaggio edito da EDUCatt (Università Cattolica del Sacro Cuore) con il contributo dell’antropologa Giovanna Salvioni. Nel 2015 ha raccontato l’Engadina, sempre attraverso l’obbiettivo, nel libro «Umauns sainza amur sun ervas sainza flur» (Alpes) con l’introduzione di Luciano Bolzoni e testi di Valerio Ambiveri.

 
Go top