La tua ricerca ha prodotto 6 risultati per papa francesco:

Le parole del Papa agli atenei cattolici

Roma Le parole del Papa agli atenei cattolici Progresso civile e culturale improntato alla solidarietà, interdisciplinarità, cooperazione internazionale e condivisione delle risorse. In questo senso oggi le università si devono interrogare sul contributo che esse possono e devono dare per la salute integrale dell’uomo e per un’ecologia solidale». Il Santo Padre ha declinato questa sfida per gli atenei cattolici. L’interdisciplinarità, la cooperazione internazionale e la condivisione delle risorse sono elementi importanti perché l’universalità si traduca in progetti solidali e fruttuosi a favore dell’uomo, di tutti gli uomini ed anche del contesto in cui essi crescono e vivono». Educare, in genere, ma in particolare nelle università, non è soltanto riempire la testa di concetti. In questo orizzonte - ha concluso il Papa - l’università ha una coscienza, ma anche una forza intellettuale e morale la cui responsabilità va oltre la persona da educare e si estende alle necessità di tutta l’umanità. L’ecosistema delle università si costruisce se ogni universitario coltiva una particolare sensibilità, quella datagli dalla sua attenzione per l’uomo, per tutto l’uomo, per il contesto in cui vive e cresce e per tutto ciò che contribuisce alla sua promozione».

 

L’Africa con gli occhi degli africani

settembre 2019 di Agostino Giovagnoli * Il viaggio in Mozambico, appena concluso, conferma che l’Africa è importante per papa Francesco. Non è neanche andato in Mozambico per denunciare le colpe del mondo verso questo continente e le molte ingiustizie di cui è vittima, anche se i suoi discorsi mostrano che ha ben presente tutto questo. Ma non si tratta solo di questo: è decisivo che gli africani guardino con speranza al futuro e che si impegnino per costruirlo insieme. Pace «è molto di più che ignorare la persona che ci ha danneggiato o fare in modo che le nostre vite non si incrocino: è un mandato che mira a una benevolenza attiva, disinteressata e straordinaria verso coloro che ci hanno ferito”. Non per masochismo, ma anzitutto per consapevolezza realistica che “nessuna famiglia, nessun gruppo di vicini, nessuna etnia e tanto meno un Paese ha futuro, se il motore che li unisce, li raduna e copre le differenze è la vendetta e l’odio». Papa Francesco ha ricordato che il Mozambico «possiede un territorio pieno di ricchezze naturali e culturali, ma paradossalmente con un’enorme quantità di popolazione al di sotto del livello di povertà». Alle autorità ha raccomandato «il percorso che porta al bene comune, […] la cultura dell’incontro […], valori condivisi, […] superamento di interessi settoriali, corporativi o di parte, affinché le ricchezze della vostra nazione siano messe al servizio di tutti, specialmente dei più poveri».

 

Il Papa in Africa: «Avete diritto alla pace»

attualità Il Papa in Africa: «Avete diritto alla pace» Cinquant’anni dopo Paolo VI, Francesco nel suo quarto viaggio nel continente africano visita Mozambico, Madagascar e Maurizio. settembre 2019 «I nostri popoli hanno diritto alla pace. E questo è molto di più che ignorare la persona che ci ha danneggiato o fare in modo che le nostre vite non si incrocino: è un mandato che mira a una benevolenza attiva, disinteressata e straordinaria verso coloro che ci hanno ferito. Gesù non è un idealista, che ignora la realtà» ha spiegato il Papa: quando dice “amate i vostri nemici”, sta parlando “del nemico concreto, del nemico reale: “colui che ci odia, ci mette al bando, ci insulta e disprezza il nostro nome come infame». continua a leggere sull’Agenzia Sir ] La foto in alto è tratta da Vatican News #papa #francesco #africa #pace Facebook Twitter Send by mail.

 

Bassetti e Il papa americano

Milano Bassetti e Il papa americano Il cardinale presidente della Cei parteciperà alle 11 alla presentazione del libro di Silvina Pérez e Lucetta Scaraffia ( VeP ). La tavola rotonda, a cui parteciperanno l’assistente ecclesiastico generale dell’Ateneo monsignor Claudio Giuliodori e il professor Vittorio Emanuele Parsi , sarà introdotta dal rettore Franco Anelli . All’evento saranno presenti le autrici e il direttore dell’Osservatore Romano Giovanni Maria Vian . Il libro mette a fuoco con arguta vena narrativa gli elementi di novità rappresentati dall'elezione, sorprendente, di Jorge Mario Bergoglio, il settantaseienne arcivescovo di Buenos Aires, che prima di diventare papa era quasi sconosciuto in Europa. La storia personale di papa Bergoglio e le linee-maestre della riforma che Francesco sta imprimendo alla Chiesa cattolica sono qui raccontate e saranno oggetto del dibattito. papa #francesco #cei #vitaepensiero Facebook Twitter Send by mail.

 

Incontro col Papa e Gu, la festa è doppia

ATENEO Incontro col Papa e Gu, la festa è doppia Settimana densa di appuntamenti per l’Ateneo, con il pellegrinaggio giubilare a San Pietro sabato 9 aprile e la Giornata universitaria domenica 10 aprile . Da Brescia, che celebra i cinquant’anni della sede, la diretta Tv su Rai 1 della messa delle 11 31 marzo 2016 "Nell'Italia di domani io ci sarò. In questa occasione e nella ricorrenza del cinquantesimo anniversario dell'inaugurazione della sede di Brescia domenica 10 aprile 2016 alle ore 11, verrà trasmessa in diretta Tv su Rai 1, dalla Chiesa di S. Francesco d'Assisi (Brescia, via S. Francesco d'Assisi, 3) la celebrazione eucaristica , presieduta dall’assistente ecclesiastico generale dell'Ateneo monsignor Claudio Giuliodori . L’obiettivo della Giornata per l’Università Cattolica è sostenere il desiderio di partecipazione delle nuove generazioni, promuovendone, con numerose e articolate iniziative, la formazione, il diritto allo studio, i percorsi di eccellenza, le esperienze internazionali. In linea con il tema “Nell’Italia di domani io ci sarò”, sono già in atto una serie di iniziative volte a valorizzare l’impegno dei giovani anche nel volontariato: non solo dunque studio ed esami, ma apertura agli altri. giubileo #pellegrinaggio #papa #francesco Facebook Twitter Send by mail L’INCONTRO COL PAPA A SAN PIETRO In occasione dell’Anno Santo della Misericordia, l’Università Cattolica del Sacro Cuore organizza sabato 9 aprile 2016 un Pellegrinaggio in Piazza San Pietro per tutti i suoi studenti, docenti e personale amministrativo. Alle ore 10 è prevista la partecipazione all’Udienza generale di Papa Francesco in Piazza San Pietro e alle ore 13 la Santa Messa celebrata all’altare della Cattedra di San Pietro.

 

Con la Cattolica alla Gmg di Cracovia

ATENEO Con la Cattolica alla Gmg di Cracovia Una delegazione di studenti di Milano e Roma, guidata dall’assistente ecclesiastico generale monsignor Claudio Giuliodori, alla Giornata mondiale della Gioventù con Papa Francesco dal 25 al 31 luglio . Alla trentunesima Giornata mondiale parteciperà anche una delegazione dell’Università Cattolica composta da una quarantina di studenti delle sedi di Milano e Roma accompagnati dall’assistente ecclesiastico generale monsignor Claudio Giuliodori e da due assistenti spirituali delle due sedi, don Daniel Balditarra e don Paolo Morocutti . Ventunenne, studente del terzo anno di Giurisprudenza, originario di Reggio Emilia e ospite del Collegio Ludovicianum, Simone sarà anche uno dei nostri corrispondenti dalla Giornata mondiale della Gioventù . Perciò quest'anno ho deciso di aderire alla delegazione organizzata dalla Università Cattolica» aggiunge Simone, che spera di «riuscire a valorizzare ogni persona che mi capiterà di conoscere, sia che provenga da chissà quale parte del mondo, sia che appartenga al mio gruppo». L'impegno che, partendo, ho preso con me stesso è di far tesoro di ogni esperienza che vivrò durante questa settimana in Polonia, in modo da poter tornare in Italia un po' più grande di quando sono partito». Don Daniel Balditarra, del Centro pastorale della sede di Milano, ha realizzato un blog per l’occasione, su cui è possibile seguire l’esperienza dei giovani dell’Ateneo e curiosare nel programma del loro viaggio. Il convegno si terrà nell’Aula Magna della Università Jagellonica in apertura della settimana dedicata alla trentunesima Giornata Mondiale della Gioventù ed è in continuità con quello sulla Salvaguardia del Creato organizzato in occasione della Gmg di Rio 2013.

 
Go top