La tua ricerca ha prodotto 5 risultati per viticoltura:

Approccio innovativo della gestione del suolo nel panorama della viticoltura

Piacenza Approccio innovativo della gestione del suolo nel panorama della viticoltura Da Bruxelles alla sede di Piacenza: in visita ai vigneti del Parco del Ducato di Piacenza e Parma. luglio 2019 Ancora un deciso passo in avanti per la ricerca Life SOIL4Wine finanziata dall’Unione Europea e coordinata dal prof. Poni del Dipartimento di Produzioni vegetali sostenibili (Di.Pro.Ve.S.). della sede di Piacenza, che è stata oggetto nei giorni scorsi di una visita di monitoraggio da parte del funzionario della Commissione Europea dr. M. Quicheron. (Regione Emilia Romagna), Ente di Gestione dei Parchi e della Biodiversità dell'Emilia Occidentale e la Società di servizi Vinidea, è stato avviato il 1 gennaio 2017 e terminerà il 31 dicembre 2019. I principali risultati attesi dal progetto interessano primariamente due tematiche: il supporto alle decisioni dei viticoltori per la gestione del suolo e la valorizzazione e remunerazione dei servizi ecosistemici forniti dall'ecosistema vigneto. Grande la curiosità e l’attenzione da parte dei viticoltori che, in futuro, potrebbero beneficiare di strumenti di remunerazione in caso di adozione di comportamenti virtuosi a favore del mantenimento della salute del suolo. Gli ultimi mesi di progetto permetteranno di validare i risultati ottenuti e avviare le attività di divulgazione lungo la filiera vitivinicola locale e non. #viticoltura #dss #sostenibilitaeconomica #suolo #progettolife #unioneeuropea Facebook Twitter Send by mail.

 

A Castell'Arquato, i Demo Days per l'innovazione in agricoltura

Tito Caffi del Dipartimento di produzione vegetali sostenibili (Di.Pro.Ve.S.). dell’Università Cattolica e la dott.ssa Emiliana Carotentuto di Horta - della situazione fitosanitaria dell’annata e dell’impiego del sistema di supporto alle decisioni vite.net® per una corretta gestione dei trattamenti fitosanitari, anche in rapporto alla Direttiva europea 128/2009. E’ seguita una visita ai vigneti in cui le varie linee di difesa proposte dalle ditte citate in precedenza - con 7/8 trattamenti cadenzati secondo le indicazioni di vite.net® - sono state messe a confronto fra loro e con parcelle di viti non trattate per l’intera stagione. Tutte le linee di difesa hanno garantito una protezione eccellente di foglie e grappoli, a fronte di gravi danni sui testimoni non trattati. Il confronto proseguirà fino alla vendemmia, per valutare anche gli aspetti quali-quantitativi della produzione, l’eventuale presenza di residui chimici nell’uva e l’evoluzione delle resistenze ai fungicidi nelle popolazioni fungine. Le linee di difesa saranno infine confrontate attraverso una serie d’indicatori d’impatto messi a punto nell’ambito del progetto europeo INNOVINE. Per sapere le date dei prossimo DEMO DAYS, contattare s.civardi@horta-srl.com , tel. 0523 1860024.

 

Horta sbanca l’Europa con Vite.net

Piacenza Horta sbanca l’Europa con Vite.net Lo spin off della sede di Piacenza con il suo sistema di supporto alle decisioni per la viticultura sostenibile, che offre web assistance e fornisce allarmi e informazioni a chi gestisce il vigneto, ha vinto il concorso europeo bandito da TPOrganics. Questa volta il merito va ad Horta srl, che ha vinto il concorso, bandito dalla Piattaforma Europea per il Biologico-TPOrganics, per le tecnologie innovative nella gestione delle avversità in agricoltura biologica. In pratica con vite.net l’agricoltore non è più solo nel decidere se e quanto trattare o meno le coltivazioni con determinati pesticidi e in quali quantità, dato che può avvalersi di uno strumento avanzato, che favorisce raccolti più efficienti e una maggiore sostenibilità ambientale. Vite.net® è stato selezionato tra circa 30 altre proposte innovative provenienti da tutta Europa «perché è uno strumento che rende facilmente fruibili agli utilizzatori finali risultati scientifici complessi» sottolinea Elisabetta Legler. Infine, l’innovazione ha ottenuto il miglior punteggio in quanto è trasferibile anche su altre colture : Horta infatti ha sviluppato sistemi di supporto alle decisioni con la stessa struttura anche per altre colture, tra cui grano duro e tenero, orzo, soia, olivo e pomodoro». L’obiettivo di queste due giornate è stato quello di mettere intorno allo stesso tavolo leader del settore Bio e policy maker, per discutere del potenziale innovativo del settore stesso. La sua mission è quella di fornire dei servizi altamente qualificati, sia a livello nazionale che internazionale, nel campo delle produzioni vegetali al fine di aumentare la competitività delle imprese agricole e agroalimentari .

 

Agricoltura, una sostenibilità certificata

piacenza Agricoltura, una sostenibilità certificata A Piacenza venerdì 6 aprile incontro annuale sull’ armonizzazione degli standard voluta da ministero dell’Ambiente e delle Politiche agricole tra Qualità nazionale sulla produzione integrata e Protocollo Viva . marzo 2018 Si svolgerà venerdì 6 aprile , alle 9.30, nella Sala Convegni “G. Piana” dell’Università Cattolica a Piacenza, l’incontro annuale dedicato all'agricoltura sostenibile, realizzata seguendo le linee guida di un progetto, che nasce dall'accordo dei ministeri dell'Ambiente e dell'Agricoltura. Il ministro dell'Ambiente e quello delle Politiche Agricole hanno siglato recentemente un comune programma di lavoro volto ad armonizzare e integrare lo standard di Qualità Nazionale sulla Produzione Integrata (SQNPI) e il protocollo VIVA dedicato alla sostenibilità nella Vitivinicoltura. L’obiettivo dei ministeri è arrivare a uno standard di gestione sostenibile misurabile e certificabile, gestito nell’ambito dei sistemi di qualità e che sia un riferimento univoco per le produzioni italiane, nonché un biglietto da visita per le produzioni made in Italy sui mercati internazionali. In futuro si potranno coinvolgere anche altri comparti agricoli, contribuendo così a ridurre l’impatto sull’ambiente e sulla salute e nel contempo garantire un approccio economicamente sostenibile valorizzando le produzioni nazionali che da oltre un trentennio usano modelli produttivi ispirati alla Produzione Integrata . Nel corso del seminario piacentino sul tema Produzione integrata e sostenibilità. SQNPI e VIVA: un approccio coordinato , che sarà aperto dal preside della facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali Marco Trevisan , saranno presentati i risultati dei progetti e lo stato di avanzamento dell’integrazione degli standard.

 

Il futuro della viticoltura: innovazione, ricerca e precisione

Piacenza Il futuro della viticoltura: innovazione, ricerca e precisione Convegno Nazionale di Viticoltura - Co.Na.Vi. agosto 2018 "Ricerca" e "innovazione" Sono state queste le due parole chiave del 7° Convegno Nazionale di Viticoltura - Co.Na.Vi. In un contesto in cui gli impatti del cambiamento climatico sulla viticoltura sono sempre più evidenti e dirompenti, ha catalizzato l’attenzione dei ricercatori lo studio delle modalità di adattamento delle tecniche di gestione del vigneto alle condizioni attuali e ai futuri scenari climatici. A supporto di quanto discusso, sono state presentate numerose attività sperimentali finalizzate a modulare o sfasare il ciclo vegeto produttivo e di maturazione nel tempo. Un notevole numero di lavori presentati ha riguardato il tema del miglioramento genetico , con particolare attenzione rivolta alle nuove tecnologie per lo sviluppo e la diffusione di varietà di viti resistenti alle principali patologie fungine e agli stress abiotici, come, ad esempio, quello idrico. Grazie alle attuali tecnologie a disposizione di tecnici e viticoltori è infatti possibile intervenire puntualmente con azioni sito-specifiche che mirano all’ottimizzazione degli input utilizzati massimizzando la sostenibilità con particolare attenzione rivolta alla qualità dei prodotti finali: l’uva e il vino. Durante la sessione tecnica sono stati presentati settori di tendenza, come la viticoltura di precisione e l’importanza che essa sta assumendo, ampliamente dimostrata dalle linee d’innovazione dei settori della meccanizzazione, difesa e nutrizione.

 
Go top