La tua ricerca ha prodotto 74 risultati per collegi.
Stai visualizzando i risultati 1 - 25:

I collegi alla Scala di Milano

Il resto sarà una conseguenza» (Antoine de Saint-Exupery). Quale spinta, se non la sete di conoscenza, ha mosso tanti giovani a trascorrere l’intera nottata del 12 novembre davanti al botteghino del Teatro alla Scala per conquistare un biglietto d’accesso alla prima giovani del 2019, riservata agli under 30. Ad aprire la stagione lirica 2019-2020 La Tosca di Puccini, diretta da Riccardo Chailly, preceduta, come da tradizione, dall’anteprima riservata ai giovani sotto i trent’anni e accessibile a prezzi vantaggiosi. collegi #scala #teatro #cultura #lascalaunder30 Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Agostini semper, la lezione di Zamagni

Sono le parole centrali della lezione che Stefano Zamagni ha tenuto lo scorso 16 novembre alla XXIV Assemblea annuale dell’Associazione degli studenti del Collegio Augustinianum “Agostini Semper”. Nell’ambito della giornata “agostina” è stato conferito il premio “ Agostino dell’anno ” a Zamagni, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna (facoltà di Economia), Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali e studente del Collegio dal 1962 al 1966. La lectio del professor Zamagni ha riguardato Economia sostenibile e tutela dell’ambiente in linea con l’oggetto del Corso di approfondimento promosso dal Collegio Augustinianum per l’anno Accademico 2019/2020 intitolato “ Ripara la mia casa che, come vedi, è tutta in rovina ”. Un tema, quello ambientale, affrontato dal professore con estrema lucidità partendo dalla sua esperienza in Augustinianum e focalizzando l’attenzione sul ruolo che il progetto educativo gioca in questo contesto. I lavori sono stati aperti dal rettore Franco Anelli , dalla prorettrice e presidente di Educatt Antonella Sciarrone Alibrandi , e dagli interventi del presidente dell’associazione “Agostini Semper” Daniele Clarizia , e del direttore del Collegio Edoardo Grossule . Nell’occasione è stato conferito il riconoscimento Laureato dell’anno, intitolato alla memoria di Michele Bruno Fasciolo, ad Aurelio Messina , e dei premi di laurea “Francesco Realmonte” (a cura dell'Associazione Francesco Realmonte onlus) e “Umberto Pototschnig” per tesi particolarmente meritevoli, rispettivamente a Michele Raggi e Angelo Bonaiti . La giornata si è conclusa con la santa messa in Cappella Sacro Cuore e con i saluti conviviali in Collegio tra gli ex collegiali giunti da ogni parte d’Italia.

 

Collegi, l’apertura sul mondo

Solomon si trova al collegio Sant’Isidoro , a Piacenza, in compagnia di studenti che arrivano da ogni parte del mondo e che contribuiscono a rendere l’atmosfera del collegio cosmopolita. Nel mese di febbraio scorso, infatti, 50 ragazzi si sono cimentati in una sfida culinaria con lo scopo di far conoscere i piatti tradizionali dei loro Paesi d’origine, dalla lontana Taiwan alla più vicina Germania. Lo spirito cosmopolita permea anche la Ravizza Guesthouse di Roma , struttura giovane e contemporanea, rivolta a un pubblico totalmente internazionale, e la residenza Buonarroti di Milano , che conta un alto numero di ospiti stranieri. Operando in un’ottica internazionale, i collegi e le residenze, nella loro veste di luogo di crescita personale e professionale, offrono ai loro ospiti anche la possibilità di frequentare dei corsi di lingua straniera, dall’inglese al cinese. Il Language Project si somma a tante altre iniziative culturali organizzate all’interno delle soluzioni abitative gestite da Educatt, che, in base a quanto è emerso nel Report d’impatto , vengono considerate dagli studenti l’elemento più prezioso della loro esperienza universitaria. Foto di Andrea Aschedamini #collegi #studenti internazionali #accoglienza Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Un anno in collegio: i bilanci

COLLEGI Un anno in collegio: i bilanci Augustinianum e Marianum hanno pubblicato i Bilanci di Missione: attività svolte, risultati raggiunti e punto di partenza. by Sara Barboglio | 20 settembre 2019 Un anno in collegio: quanta vita, quante attività e quante occasioni di crescita che vanno oltre la formazione professionale, quanta voglia di mettersi in gioco si respira negli anni di formazione universitaria vissuti in Università Cattolica. Da qui la voglia di raccontarsi e raccontare la strada percorsa: così nascono i Bilanci di missione dei collegi, occasione di sintesi e di riflessione per confrontare obiettivi e risultati, per mettere un punto all’anno trascorso e disporsi con entusiasmo alla programmazione del seguente. Nel mese di luglio il Collegio Augustinianum e Marianum hanno rilasciato i rispettivi Bilanci di Missione per l'anno accademico trascorso, compendio di attività proposte con trasparenza di obiettivi e momento di analisi volta a evidenziare l’impegno sostenuto dagli studenti e dalla Direzione. La seconda edizione del Bilancio di Missione del Marianum si fa portavoce dell’impegno nella formazione culturale, ma soprattutto personale, delle giovani studentesse e riconferma il collegio luogo privilegiato di edificazione di sé. La proposta culturale affonda le radici nei valori cristiani proiettando lo sguardo sull’attuale contesto storico che offre copioso materiale di riflessione e confronto. Entrambi i Bilanci riservano una sezione alle numerose attività ricreative come i cineforum intercollegiali, le visite a mostre e spettacoli e le gite culturali: momenti di condivisione importanti che permettono di scoprire nuovi interessi e condividerli, aiutando a gettare le basi per percorsi professionali stimolanti e amicizie durevoli.

 

Collegi in Campus, i progetti per il futuro

COLLEGI Collegi in Campus, i progetti per il futuro Si è svolta a Bocca di Magra dal 12 al 14 settembre l’incontro per le direzioni dei Collegi, promosso da EDUCatt e Centro Pastorale. Un'occasione per approfondire il progetto formativo e mettere in cantiere idee, risorse ed energie per il nuovo anno by Valentina Stefani | 01 ottobre 2019 Si è svolta a Bocca di Magra dal 12 al 14 settembre la tre giorni di confronto sui collegi. L’incontro annuale per le direzioni dei Collegi in campus , organizzato da EDUCatt in collaborazione con il Centro Pastorale , è stato l’occasione per approfondire il progetto formativo e mettere in cantiere idee, risorse ed energie per il nuovo anno. Per il direttore di EDUCatt Angelo Giornelli "i tre giorni di Bocca di Magra, a cui hanno partecipato tutte le direzioni dei collegi, gli assistenti spirituali e i vari responsabili delle sedi di Educatt, hanno avuto l'obiettivo di rafforzare la comunità educante dei nostri collegi". Questo è il grande contributo che l'Ateneo riesce a dare ai suoi studenti, e stiamo parlando di circa 1500 studenti, una realtà straordinariamente importante all'interno della popolazione studentesca". collegi #bocca di magra Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Ritornare in Collegio e ritrovare sicurezza e aria di casa

Ormai è diventato un inno alla vita, un modo per ricordarci che, nonostante l’emergenza, se ci impegniamo tutti, t utto tornerà a splendere e anche più di prima. Le ragazze del collegio_paolosesto che sono rimaste a Milano vogliono ricordarlo a tutte le altre che sono lontane, nella speranza di poter presto prendere il treno dei nostri desideri che ci riporti tutte nella nostra seconda casa ». Come ogni anno le settimane precedenti la ripresa delle lezioni universitarie vedono l’arrivo di ragazzi e ragazze che fanno per la prima volta il loro ingresso nelle residenze collegiali, mentre tanti altri vi fanno ritorno, in questo caso dopo un inaspettatamente lungo periodo di tempo. I riscontri da parte dei membri delle commissioni sono stati molto positivi», scrive Matteo Viadana Piovesan , che in relazione alla modalità telematica del CollegeCamp aggiunge: «È uno strumento che si può sicuramente affinare, nell’ottica di mantenerlo in futuro accanto ai colloqui in presenza». È la medesima opinione di Pietro Rossi , che ha avuto la possibilità di seguire passo dopo passo lo svolgimento del concorso per le sedi di Milano, Piacenza e Roma, dove i numeri delle domande di partecipazione, nonostante la situazione particolare, sono stati buoni. Anche da remoto sono stati palpabili l’entusiasmo e la voglia di condividere i bei momenti che anche solo fino all’anno scorso si sono ovviamente svolti in presenza, come le presentazioni, i colloqui, le testimonianze e i racconti dei collegiali ai loro potenziali “colleghi”. Il rientro in Collegio porta dunque con sé delle obbligate novità, ma non vengono dimenticate le “vecchie” abitudini; anche quest’anno è previsto infatti per i collegiali un regalo di benvenuto/bentornato, ovviamente in linea con le necessità dell’attuale situazione.

 

In collegio un cineforum "smart"

In questo modo, ad esempio, ognuno nel finale di Taxi driver avrà potuto leggere e interpretare qualcosa di diverso, decidendo poi di condividere la sua opinione con gli altri partecipanti e riscuotendo consensi o obiezioni. È proprio questo che distingue l’esperienza del cineforum dal vedere, ad esempio, un film su Netflix da soli nella propria camera: il momento della condivisione. studente del quarto anno del corso di laurea in Medicina e Chirurgia #collegi #nuovojoanneum #cineforum #studenti Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Educatt, nuovi sconti per aiutare gli studenti lontani dai collegi causa Covid

STUDENTI Educatt, nuovi sconti per aiutare gli studenti lontani dai collegi causa Covid La Fondazione farà pagare meno per ogni mese trascorso fuori dalle sue residenze per il periodo ottobre-dicembre 2020. Posticipata anche la scadenza per seconda e terza rata 09 novembre 2020 Un aiuto concreto per gli studenti e le loro famiglie in questi mesi difficili. EDUCatt h a scelto di scontare parte della quota annua ai collegiali che non potranno usufruire di vitto e alloggio e altri servizi a causa della seconda ondata dell’emergenza sanitaria in corso. Per ogni mese passato lontano dal collegio verrà scontato sulla seconda rata l’equivalente di 1/11 della quota annua prevista dal bando. Potranno beneficiare di questa agevolazione tutti gli studenti di collegi e residenze EDUCatt presenti in tutte le sedi dell’ateneo, a patto che risultino in regola con il pagamento della prima rata, in scadenza a novembre 2020 e per cui il MAV sarà disponibile da metà mese su MyEDUCatt. Non rientrano nell’agevolazione i titolari di borsa di studio EDUCatt ed eventuali rinunciatari, per i quali le condizioni economiche sono riportate al punto 10.1.3 del bando di concorso. La Fondazione valuta la possibilità di prorogare l’iniziativa anche nel 2021 in base all’evolversi della pandemia e a seconda della disponibilità economica dell’ente.

 

Una vita in relazione

L’incontro, tenutosi in modalità online sulla piattaforma “Zoom”, ha costituito il momento di apertura di una serie di proposte dirette ai collegiali, volte a incentivare spunti di riflessione su temi di attualità e da inserire all’interno del panorama accademico. Il titolo dell’iniziativa, che vedrà la partecipazione di diverse figure significative e di riferimento per la nostra Università, è “Intervista a…” e mira allo scopo di fortificare sempre di più l’inscindibile legame sussistente tra la collegialità e il nostro Ateneo. Senza dimenticare il fondamentale passaggio dell’insegnamento, che gli ha permesso di entrare in contatto con una realtà che lo ha molto segnato. A partire dalla consapevolezza dell’assurdità di sprecare la propria vita, dell’importanza di scegliere chi essere, di non subire passivamente gli eventi, di poter essere una risorsa per coloro che si incontrano lungo la via, della certezza che non si vive solo per se stessi. In un clima amichevole e informale, Sua Eccellenza ha cercato di soddisfare tutte le curiosità che in maniera incalzante gli venivano chieste dai ragazzi, affascinati da una figura che forse immaginavano più distante dalle problematiche della vita concreta e reale. Quale gioia scoprire invece che la vita di un uomo di fede può nascondere una pienezza inimmaginabile se non ci si limita all’apparenza, se si ascolta, se si conosce. Bisogna cercare di essere presenti in questo periodo di cambiamenti, facendo tesoro dell’esperienza con gli altri, che non va vissuta in maniera piatta e indifferente ma come fonte infinita di stimoli, un’occasione di crescita personale e spirituale.

 

Il collegio sulle orme di San Benedetto

I motivi per cui si decide di cominciare con una gita sono molteplici: permettere di socializzare ai nuovi membri del collegio, avere l’occasione di visitare posti mai visitati, che possano far scaturire in noi momenti di riflessione e crescita. Quest’anno però non è un anno come gli altri e quindi la scelta, coraggiosa, di mantenere questa tradizione ha assunto un significato ancora più grande. La gita a cui faccio riferimento è stata dedicata a San Benedetto da Norcia e ci ha portato a visitare, lo scorso 10 ottobre, luoghi, nei pressi della cittadina di Subiaco, che furono fondamentali nella sua vita e nel suo cammino di santità. La regola benedettina, riassunta nella famosa formula “Ora et Labora”, scritta subito dopo il crollo dell’Impero Romano d’Occidente, è un’indicazione che il santo ci offre sul ruolo cruciale del Lavoro, della Riflessione e della Preghiera in un momento di grande subbuglio e disorientamento generale. Noi collegiali, con la guida di una nuova e rinnovata direzione, siamo pronti ad affrontare le sfide che si presenteranno quest’anno, magari proprio con l’augurio e l’auspicio di poterlo fare …”Sui passi di San Benedetto”. studente del sesto anno corso di laurea in Medicina e chirurgia #collegi #studenti #subiaco #nuovojoanneum Facebook Twitter Send by mail Print NERO SUBIACO. LA TESTIMONIANZA di Pino D’Ambrosio * Il nuovo anno accademico inizia per i collegiali del Nuovo Joanneum, nel contesto della proposta formativa “ Omnia vestra in caritate fiant - L’amor che move il sole e l’altre stelle”, con un ritrovo fuori porta nell’hinterland romano organizzato dalla nuova e rinnovata direzione del collegio.

 

La solidarietà “agostina” per gli studenti meritevoli

Nel Collegio Augustinianum dell’Università Cattolica questa forma di sostegno, articolata in bandi per l’accesso a varie forme di contributo economico, è possibile grazie alla collaborazione e al sostegno di benemerite realtà associative legate all’Ateneo quali l’ Associazione Agostini Semper e l’ Associazione Francesco Realmonte Onlus . In particolare tre le iniziative a favore degli studenti meritevoli messe in campo per il prossimo anno accademico, la cui assegnazione avverrà nel mese di luglio. La seconda borsa di studio, sempre di due mila euro, è intitolata all’avvocato Paolo Persia, matricola nel 1987, venuto a mancare lo scorso anno, ed è stata istituita grazie ad una iniziativa spontanea dei suoi compagni di studio in Collegio al fine di ricordare l’amico prematuramente scomparso. Infine sono stati stanziati mille euro per finanziare l’acquisto di libri presso la libreria d’ateneo Vita e Pensiero. In particolare emerge l’impegno del Collegio Augustinianum e dell’Associazione Agostini Semper a creare occasioni di aiuto verso gli studenti che potrebbero trovarsi in un momento di difficoltà. È in questo lo spirito dell’Augustinianum, come dichiara il direttore Edoardo Grossule : «Tali iniziative nascono nel segno di autentiche amicizie che dopo anni si rivelano sempre più solide e preziose. Si vuole dunque testimoniare e trasmettere alle nuove generazioni lo ‘spirito agostino’ andando oltre il semplice supporto economico».

 

Rientro in collegio, un kit sicurezza

Educatt Rientro in collegio, un kit sicurezza I collegiali dell’Università Cattolica si preparano a rientrare nelle strutture. Il vademecum, inviato nelle scorse settimane a tutti i collegiali per e-mail, illustra in maniera snella e precisa le buone pratiche da seguire, con l’intento di garantire l’ospitalità nel proseguimento della crescita della persona e dello sviluppo delle competenze trasversali.

 

Collegi universitari, un appello alla politica

In una lettera aperta l’ Acru (Associazione nazionale dei collegi e delle residenze universitarie) rivolge un appello al governo e al parlamento perché vengano presi in considerazione due aspetti relativi a questa realtà. Il primo riguarda i collegi e le residenze studentesche che in questo periodo si sono dati da fare per continuare a ospitare e dare sostegno ai ragazzi che si sono fermati senza tornare nei luoghi d’origine (per altro non contravvenendo, così, alle disposizioni ufficiali). L’altro punto sottolineato dalla lettera dell’Acru è relativo alla richiesta di sostegno alle famiglie di questi studenti fuori sede che, non potendo tornare a casa, e rimanendo nei collegi o in appartamento devono sostenere le spese di affitto. L’Università Cattolica è coinvolta direttamente con le sue strutture residenziali nelle sedi di Milano, Piacenza e Roma che ospitano in questo periodo circa 150 studenti. Fin da subito abbiamo deciso di rimanere aperti offrendo il massimo aiuto possibile a chi è rimasto - aggiunge Giornelli - relativamente all’istruzione, alla formazione e agli strumenti per garantire la massima sicurezza in termini di igiene, dispositivi di protezione e distanziamento all’interno del collegio. Inoltre sono stati attivati due servizi importanti, uno sanitario e uno di ascolto psicologico in modo da permettere a chi si trova in difficoltà di ricevere un triage telefonico ed eventualmente la prescrizione di medicinali». Come hanno testimoniato i messaggi di auguri che gli studenti hanno condiviso con il personale di EduCatt e come è naturale che sia in una grande famiglia.

 

Collegi solidali al tempo dell’emergenza

Ateneo Collegi solidali al tempo dell’emergenza Per i collegiali dell’Università Cattolica vivere questo periodo vuol dire non solo prendersi cura di sé, ma anche mettersi a disposizione di chi ha più bisogno in questo momento di difficoltà. Le iniziative da Nord a Sud by Valentina Giusti | 23 aprile 2020 Anche e soprattutto in questo periodo di chiusura e isolamento forzato, i collegiali agiscono nel pieno rispetto delle normative e danno il loro contributo, piccolo o grande che sia, nell’aiutare chi si trova nell’emergenza e nella difficoltà. È il caso dell’esemplare atteggiamento del Collegio San Luca Barelli , le cui aree, visto il forte coinvolgimento della sede di Roma nella situazione emergenziale, sono state interamente messe a disposizione della Fondazione del Policlinico Gemelli . Con la consapevolezza di trovarsi accanto e dentro a realtà fortemente coinvolte, i Collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore hanno inoltre deciso di contribuire con donazioni e quote devolute a sostegno di istituzioni in prima linea in questo particolare momento storico. Il Collegio Ker Maria ha deciso di partecipare, a supporto della zona di Monte Mario, all’iniziativa della vicina parrocchia dei Monfortani, che organizza raccolte di beni di prima necessità da distribuire a domicilio. In collaborazione con l’associazione Agostini Semper , i collegiali dell’ Augustinianum hanno organizzato una raccolta fondi (in cui è confluita parte del fondo destinato alle attività del collegio) interamente devoluta alla Regione Lombardia per la lotta contro il coronavirus. Anche il Collegio Marianum , assieme all’associazione delle ex studentesse M.E.A ., ha effettuato donazioni all’Istituto Auxologico di Milano per l’acquisto di materiale sanitario.

 

Care Marianne, la direttrice porta il collegio in giro per l'Italia (per colmare la distanza)

Milano Care Marianne, la direttrice porta il collegio in giro per l'Italia (per colmare la distanza) Maria Grazia Fiorentini scrive alle studentesse del Marianum, la storica residenza universitaria del campus di Milano. La sua proposta di sperimentare nuove formule educative per coltivare la dimensione comunitaria anche online 10 marzo 2020 Care ragazze, queste mie parole raggiungono la quasi totalità di voi al di fuori del nostro Marianum. Il repentino aggravarsi di una minaccia latente non ci ha trovate preparate alle conseguenze che avrebbero rapidamente dato una veste nuova al corrente anno accademico, ma, oggi più che mai, occorre riscoprire il valore autentico del nostro essere Collegio. Sono certa che, anche al di fuori di queste mura, non abbiate mai smesso di coltivare la rete di relazioni che è il frutto tangibile e immediato del vivere collettivo: aggiornamenti sulla situazione del Paese, suggerimenti su come affrontare lo studio, confronti sulla didattica, e tanto altro. Dunque, ripensando alle parole di Einstein, se è vero che la crisi è la migliore benedizione che può arrivare perché porta progresso, stimola la creatività e fa affiorare il meglio di ciascuno, allora abbiamo il dovere di cogliere questa opportunità. Raccoglieremo le vostre idee e le condivideremo, così che ognuna possa scegliere, a seconda delle proprie possibilità e risorse, in che modo usare il tempo a disposizione a beneficio del Collegio. Nei suoi oltre ottant’anni di storia, il Collegio Marianum ha sempre preso attivamente parte alle vicende che hanno richiesto un coinvolgimento organico delle competenze più alte.

 

Borse di studio, gli esiti definitivi

Educatt , da sempre dalla parte degli studenti per la propria mission di Ente per il Diritto allo Studio, lancia un segnale e non si ferma: continua nell'espletamento del suo mandato e pubblica gli esiti definitivi della domanda di Borsa di studio 2019/2020 . La prima rata della borsa di studio sarà erogata in servizi di ristorazione (accesso alle strutture ristorative per l’anno solare 2020) e/o abitativi. Tutti gli studenti beneficiari, esclusi gli ospiti nei collegi a pensione completa, utilizzando il badge rilasciato dall'Università hanno diritto, da gennaio a dicembre 2020, a consumare un pasto presso i punti di ristoro gestiti o in convenzione con Educatt. Per gli iscritti ai primi anni di corso, la borsa di studio e il rimborso delle tasse saranno corrisposti ai soli studenti che conseguiranno, entro il 10 agosto 2020, un livello minimo di merito, secondo quanto indicato nel bando di concorso . Gli studenti risultati beneficiari hanno diritto all'esonero dal pagamento delle tasse e contributi universitari e a ricevere una borsa di studio dell’importo lordo riportato nell'esito definitivo consultabile nell'area riservata MyEducatt. Ma anche gli studenti risultati idonei non beneficiari hanno diritto all'esonero dal pagamento delle tasse e contributi universitari, pur non ricevendo l’aiuto economico in denaro previsto dalla borsa di studio. Inoltre, è sospeso il pagamento della seconda e terza rata del Collegio in favore degli studenti risultati idonei non beneficiari , fino alla pubblicazione degli esiti finali (disponibili solitamente nel mese di giugno/luglio).

 

I Collegi non si fermano

Ateneo I Collegi non si fermano Nonostante la situazione critica i collegiali di tutta Italia non perdono il sorriso. Andrà tutto bene», come recitano i cartelloni dai davanzali dei Collegi dell’Ateneo by Valentina Giusti | 27 marzo 2020 Al momento la situazione è stazionaria: dai Collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nessuno entra e nessuno esce. Le residenze sono aperte esclusivamente per gli ospiti interni che non sono tornati a casa all’inizio della sospensione delle lezioni, i visitatori non sono ammessi. Il loro motto è quello che rimbalza di bocca in bocca, di tastiera in tastiera, di balcone in balcone in tutta Italia: andrà tutto bene. Così anche i ragazzi del Collegio San Luca-Barelli a Roma : l’invito che emerge dai social è proprio quello di prendersi cura l’uno dell’altro, ma a distanza. Rispettare i dieci comportamenti da seguire del ministero della Salute, seguire assieme le Sante Messe in diretta dalla pagina Facebook della diocesi di Roma, prendere parte al ritiro spirituale predicato da don Fabio Rosini , ovviamente sempre in streaming: sono questi i modi per mantenersi virtualmente vicini e darsi ascolto. Le ragazze del Ker Maria infine raccontano le loro due settimane di quarantena su Instagram, pubblicando foto scattate (in momenti diversi) nel loro giardino ed esprimendo il desiderio di poter tornare presto a farne molte altre tutte assieme.

 

L’informazione, tra cartaceo e digitale

Il servizio di HUB digitale di Educatt by Valentina Giusti | 13 febbraio 2020 Essere aggiornati su quanto accade nel mondo è (e dovrebbe essere) una priorità per i giovani studenti universitari. Non stupisce perciò che i Collegi dell’Università Cattolica mettano a disposizione per i ragazzi e le ragazze, che lì vivono la propria esperienza universitaria, giornali e riviste per permettere loro di interessarsi e ampliare la propria visione e la propria cultura. La situazione è molto variegata, da Collegio a Collegio, e gli studenti si dividono abbastanza equamente tra chi preferisce sfogliare “fisicamente” una rivista e chi invece apre un’app sul cellulare per avere una visione più ampia e immediata delle notizie dell’ultimo minuto. Il vicino Collegio Ludovicianum invece vede un diffuso utilizzo di risorse online (grazie anche a incontri di formazione organizzati dalla direzione e dalla commissione cultura del Collegio) ad affiancare la lettura “materiale” di “Vita”, “Time”, “Bonhams” e “Studi Cattolici.”. Questo non toglie, come racconta la vicedirettrice del Collegio Giulia Rugna Sapia , che « il cartaceo mantiene sempre il suo impatto ; avvicinarsi alla lettura di un giornale o di una rivista è più facile se è basato su qualcosa di materiale, che si può stringere tra le mani». collegi #educatt #hubdigitale #informazione Facebook Twitter Send by mail Print HUB DIGITALE Libri, quotidiani, musica, video e dati di ogni tipo: una grande varietà di contenuti a disposizione per gli studenti, in maniera facile e intuitiva, letteralmente a portata di click. Promosso da Fondazione ENDISU all’interno del progetto Piazza dello Studente , HUB digitale si aggiunge, con finalità differenti e con una copertura ulteriore di media e titoli, all’offerta di tipo accademico messa a disposizione dal sistema bibliotecario e documentale di Ateneo.

 

Collegi, educati alla rappresentanza

Educatt Collegi, educati alla rappresentanza Un progetto formativo di responsabilizzazione e crescita: grazie ai quattro appuntamenti del Progetto Agorà gli studenti di Roma hanno approfondito le dinamiche organizzative della vita in collegio e degli eventi intercollegiali. È stato un percorso estremamente positivo sia dal punto di vista degli studenti che da parte delle istituzioni dei collegi» racconta Rita Lucia Montrone , responsabile del Progetto Agorà assieme a Daniela Lo Tenero , don Giacomo Pompei e Matteo Viadana . Il timore iniziale che l’iniziativa proposta potesse annoiare è svanito davanti all’ entusiasmo dimostrato dai partecipanti. roma #collegi #softskills #rappresentanza Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Collegi, un anno vissuto intensamente

ateneo Collegi, un anno vissuto intensamente Al termine delle lezioni i collegi e le residenze universitarie sospendono le attività e proposte formative e la vita dei ragazzi nelle strutture trascorre tra esami e ritorno in famiglia. by Martina Vodola | 04 luglio 2019 Mentre si avviano le selezioni per il nuovo anno con i College Camp , le numerose attività formative dei collegi e delle residenze universitarie volgono momentaneamente al termine per dar spazio agli studenti per la preparazione agli esami e il rientro a casa. In questa particolare atmosfera “da sessione estiva”, dove il fermento delle lezioni viene messo a tacere dal clima di raccoglimento pre-esame e dalla chiusura dell’anno accademico, le strutture diventano via via sempre più vuote fino alla loro chiusura a fine luglio. I collegi e le residenze sospendono quindi momentaneamente il loro servizi dagli ultimi giorni di agosto fino ai primi di settembre, quando gli studenti fanno ritorno alla vita universitaria. Con le strutture riprenderanno a pieno regime i percorsi e le attività formative che durante l’anno affiancano gli studi dei ragazzi, andando a integrare i loro profili professionali grazie all’acquisizione di quelle competenze trasversali note come soft skills. Con settembre riprenderanno, al fianco di nuove, molte delle iniziative che sono state proposte nell’anno appena trascorso, nell’ottica di offrire ai ragazzi una formazione integrale della persona, capace di ampliare competenze personali e professionali. Grazie al supporto offerto da Educatt a queste iniziative, l’Ente per il diritto allo studio dell’Università Cattolica contribuisce al progetto formativo dell’Ateneo.

 

In collegio è foto mania

by Giada Meloni | 09 maggio 2019 Uno scatto può raccontare tanto senza bisogno di parlare: attraverso la fotografia si possono esprimere stati d’animo, emozioni, raccontare esperienze e narrare storie che si celano dietro un luogo o un volto. È con questo intento che gli studenti e le studentesse del Collegio Ludovicianum e del Collegio San Luca - A. Barelli hanno lanciato i due contest fotografici di quest’anno accademico. Con Luogo eletto – concorso fotografico promosso dal Collegio Ludovicianum di Milano con il sostegno di Educatt – gli studenti vogliono raccontare i luoghi d’origine attraverso l’uso di immagini che rappresentino i propri “paesaggi del cuore”. Il contest vuole invitare gli studenti a narrare, attraverso la fotografia, il locus che per loro maggiormente rappresenta l’idea di “casa”, sia esso uno scorcio di natura, le strade di una città o le stanze di un appartamento. A differenza delle edizioni precedenti (si ricordano Origini del 2017 e To connect del 2018), quest’anno il contest promosso dal Collegio San Luca - A. Barelli si concentra sulle illusioni: l’intento è scandagliare l’animo umano e gettare via la maschera dell’ipocrisia e del pregiudizio per conoscere davvero a fondo l’altro. Con questo topic si vogliono invitare gli studenti a mostrare, attraverso la fotografia, il retroscena nascosto dell’animo umano, che spesso viene oscurato dalle forzature esterne a cui si è sottoposti e dai modelli che ci vengono imposti dalla società. Stesse modalità di votazione ma su piattaforma differente per il contest del Collegio Ludovicianum Luogo eletto : gli scatti inviati dagli studenti del collegio milanese approderanno lunedì 13 maggio sul profilo Instagram ufficiale del Collegio.

 

L’Europa va in collegio

milano L’Europa va in collegio In vista delle elezioni europee, che si terranno nei vari Paesi dell’Unione europea tra il 23 e il 26 maggio, gli studenti riflettono sull’identità del vecchio continente e sul ruolo che essa ricopre nel panorama mondiale e nella vita dei singoli Stati. Alle soglie delle elezioni europee del prossimo maggio nei collegi dell’Università Cattolica non sono mancate occasioni per riflettere sull’identità, sulla necessità e sul ruolo dell’Unione Europea, con una serie di iniziative e di incontri di approfondimento sul tema. La terza edizione della Winter School , organizzata dal collegio Augustinianum , ha immerso gli studenti nel cuore delle istituzioni europee con workshop nella sede del Parlamento, della Commissione e presso la Casa della Storia europea. Il viaggio a Bruxelles, che ha coinvolto gli studenti dal 3 al 6 aprile, è stato preparato e seguito da incontri dedicati al tema europeo, tra cui l’intervento del 2 aprile del professor Francesco Bestagno , docente di Diritto dell’Unione Europea del nostro Ateneo, dal titolo «L’Unione Europea: radici, realtà e prospettive». Di identità europea si è parlato al collegio Marianum con un dialogo tra Antonio Campati e Alberto Martinelli : dall’incontro, che ha avuto luogo l’11 aprile, è emersa la volontà di costruire un’identità partendo dal rafforzamento dei valori condivisi e investendo in politiche che concorrano al miglioramento della democrazia europea. Alla domanda sulla necessità o meno, oggi, di un “unione europea” ha risposto con fermezza la lectio tenuta il 19 marzo in Augustinianum dal già presidente del Consiglio e presidente della Commissione europea (1999-2004) Romano Prodi dal titolo «L’Europa che verrà: perché non possiamo farne a meno». collegi #europa #elezioni #educatt Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Soft skills in Collegio

INDAGINE Soft skills in Collegio La ricerca Acru sul legame tra competenze trasversali e residenze universitarie prosegue, coinvolgendo più di 900 collegi. In arrivo le risposte delle 1.000 matricole intervistate per il progetto, che ha interessato anche i collegiali della Cattolica. by Valentina Giusti | 28 marzo 2019 Prosegue l’indagine per la valutazione del ruolo del Collegio nell’acquisizione delle soft skills delle matricole universitarie . Dopo la raccolta dati e il contatto diretto, all’inizio del 2019 si è entrati ufficialmente nella terza fase del progetto: la somministrazione di questionari a un campione di 1.000 studenti selezionati. Partita nel mese di ottobre 2018, la ricerca – a cura dell’Associazione Collegi e Residenze Universitarie (Acru) in collaborazione con l’Istituto Toniolo – è nata con la finalità di esaminare la progettualità educativa all’interno delle strutture che accolgono studenti e studentesse negli anni dell’Università. Da un campione di 100 strutture di tutta Italia sono state selezionate 1.000 matricole, a cui è stato somministrato, a partire dal mese di gennaio, un questionario da cui ricavare le informazioni necessarie per un riscontro sul collegamento soft skills-vita collegiale. Questa terza fase, attualmente in corso, ha prodotto da subito riscontri positivi: la maggior parte delle regioni coinvolte dimostra una partecipazione buona o addirittura ottima; sono state raggiunte 28 città, con la somministrazione (all’altezza degli inizi di marzo) di più di 600 questionari.

 

Casa Fogliani per i collegi

educatt Casa Fogliani per i collegi Durante la presentazione del marchio di mercoledì 27 febbraio, gli studenti dei Collegi hanno avuto l’occasione di conoscere il progetto, che avrà anche risvolti di solidarietà, e di assaggiare alcuni dei prodotti enogastronomici d’eccellenza. by Maria Serena Chiocca | 26 febbraio 2019 Nel pomeriggio di mercoledì 27 febbraio la Sala “Ruffilli-Giavazzi” del Collegio Augustinianum ha ospitato un incontro, dedicato agli studenti dei collegi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, durante il quale è stato presentato il progetto di Casa Fogliani . Grazie all’evento i collegiali hanno avuto l’occasione di conoscere più approfonditamente il brand nato nel contesto della Villa di Castelnuovo Fogliani, in provincia di Piacenza, e hanno assaggiato i suoi prodotti enogastronomici selezionati e di alta qualità. All'importante valore sociale il progetto unisce come obiettivo la valorizzazione del territorio : l’officina creativa Casa Fogliani ed Educatt si impegnano a prestare attenzione allo sviluppo delle risorse presenti nel territorio di Castelnuovo Fogliani e a esaltare e diffondere la genuinità dei suoi prodotti. casafogliani #collegi #enogastronomia #solidarieta' Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Tradizione e futuro dei collegi

MILANO Tradizione e futuro dei collegi Il 7 febbraio si è svolto alla Fondazione Corriere della Sera il convegno «I collegi universitari. Una eredità per il futuro» , concluso con una tavola rotonda coordinata dal rettore della Cattolica Franco Anelli e da quello di Pavia Fabio Rugge by Sara Barboglio | 14 febbraio 2019 Uno sguardo al passato ma soprattutto al futuro. Di questo si è parlato lo scorso 7 febbraio nella Sala Buzzati della Fondazione Corriere della Sera. Ad aprire il convegno «I collegi universitari. Inoltre, ha aggiunto la professoressa Sciarrone Alibrandi riferendosi alle esperienze di Cambridge e Yale, investire sul Sistema ricerca e formazione può essere la chiave per generare l’attrattività di studiosi e studenti esteri e incrementare così l’internazionalizzazione della nostra Università. collegi #missione #welfarecommunity Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Go top