La tua ricerca ha prodotto 11 risultati per nomina:

La nomina di Luigi D’Alonzo nel Comitato nazionale sui DSA

Il nuovo Comitato, del quale fanno parte i massimi esperti italiani sul tema, si è insediato alla presenza della Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che ha fortemente voluto la sua ricostituzione dopo l’ultima convocazione avvenuta nel 2013. Le linee guida che regolano i processi di inclusione a scuola delle persone con Disturbo specifico dell’apprendimento (DSA), dopo nove anni da quando sono state emanate, hanno bisogno di essere prese in mano per un’attenta riflessione - ha dichiarato D’Alonzo -. L’esperienza di questi anni non è stata sempre positiva, diversi problemi sono emersi e meritano di essere risolti per il bene degli allievi con DSA e per il bene della scuola». Armonizzare la normativa vigente e aggiornare le Linee guida per il diritto allo studio delle alunne e degli alunni con DSA alle nuove evidenze scientifiche in campo pedagogico e psicologico sono i due principali obiettivi di lavoro del gruppo di esperti. Il Comitato, pur previsto dalla legge, non è stato ricostituito negli ultimi anni - ha sottolineato la Ministra Azzolina -. È invece importante che un settore così delicato sia presidiato da alte professionalità scientifiche, in grado di fornire orientamenti alle scuole. Abbiamo davanti molto lavoro, ma lo dobbiamo alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi: miglioreremo il percorso di inclusione, per una scuola che sia sempre più accogliente e capace di garantire il meglio ai nostri studenti e alle nostre studentesse».

 

Scienze della formazione, Domenico Simeone nuovo preside

Ateneo Scienze della formazione, Domenico Simeone nuovo preside Il docente di Pedagogia generale e sociale assumerà la guida della facoltà dal 1° novembre. Succede al professor Luigi Pati by Antonella Olivari | 08 luglio 2020 È Domenico Simeone il nuovo preside di Scienze della formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore per il quadriennio 2020/21-2023/24. Il professor Simeone, ordinario di Pedagogia generale e sociale nella stessa facoltà che promuove corsi nelle tre sedi di Milano, Brescia e Piacenza, entrerà in carica il 1° novembre. Il rettore Franco Anelli , a nome dell’intera comunità universitaria, si è congratulato con il professor Simeone per il nuovo incarico, augurandogli buon lavoro per il prossimo quadriennio. Simeone insegna nei campus di Milano e di Brescia e nella sede milanese è coordinatore del corso di laurea triennale in Scienze dell’educazione e della formazione. Si tratta della prima Cattedra Unesco a esser assegnata all’Università Cattolica e, in particolare, alla sede di Brescia dell’Ateneo. Dedicata al tema “L’educazione per lo sviluppo integrale dell’uomo e per lo sviluppo solidale dei popoli”, nasce dalle sollecitazioni dell’Enciclica Populorum progressio di Paolo VI e dalla tradizione di impegno negli ambiti dell’educazione e della cooperazione internazionale che caratterizza il territorio bresciano.

 

Rivoltella, nuovo presidente Sirem

Nomina Rivoltella, nuovo presidente Sirem Cambio al vertice della Società di ricerca sull’educazione mediale. Il pedagogista Pier Cesare Rivoltella torna a dirigere l’ente che aveva contribuito a fondare 07 luglio 2020 Oggi il professore Pier Cesare Rivoltella è stato nominato presidente della SIREM, Società di ricerca sull’educazione mediale. Ho accettato con molto piacere di riprendere la presidenza della SIREM, la Società di Ricerca sull'Educazione Mediale, che ho contribuito a fondare nel 2007. La SIREM raccoglie gli studiosi che si occupano di media e tecnologie nei contesti educativi e formativi: quindi, oltre a una quota significativa di pedagogisti, anche psicologi, sociologi, colleghi di altri settori scientifico-disciplinari accomunati da questo interesse». Nella situazione difficile in cui si è trovata la scuola durante il lockdown e in previsione delle incertezze che ancora la caratterizzeranno alla ripresa delle attività a settembre, le attività di questa Società avranno un ruolo particolarmente significativo. A questo proposito Rivoltella ha affermato che «la pervasività dei media nella società informazionale e le nuove esigenze legate allo smart working e al distance learning rilanciano l'importanza di una riflessione sul loro impatto nei contesti educativi e della ricerca di nuove sempre più convincenti strategie di intervento. Questa è la sfida che il nuovo direttivo sotto la mia presidenza dovrà affrontare».

 

La professoressa Malaguti alla guida di Unidroit

Nomina La professoressa Malaguti alla guida di Unidroit La giurista della facoltà di Economia è stata nominata dal ministro degli Affari esteri alla presidenza dell’organizzazione internazionale per l’uniformazione del diritto privato con sede a Roma. Tra gli obiettivi, l’attenzione all’intelligenza artificiale 07 agosto 2020 Maria Chiara Malaguti , ordinario di diritto internazionale presso l’Università Cattolica nelle sedi di Roma e di Milano, è stata nominata presidente di Unidroit dal Ministro Luigi Di Maio. Prima donna a ricoprire quell’incarico, prenderà il posto che ha occupato per due mandati il professor Alberto Mazzoni, ordinario di diritto commerciale anch’egli presso il nostro Ateneo, prematuramente scomparso l’anno scorso. Spero di saper portare avanti le tantissime idee che Alberto aveva, che peraltro avevano radici nella sua grandissima conoscenza della storia di Unidroit e quindi delle scelte che avevano fatto i suoi predecessori - ha dichiarato la professoressa -. Oggi Unidroit si apre sempre di più al rapporto tra gli studiosi e gli operatori del mercato ed è attenta ai temi di maggiore attualità, come l’Intelligenza artificiale, cercando di interpretarli entro le categorie più ampie del diritto. Trovo però molto interessanti i progetti sul contract farming , che servono anche tanto ai Paesi in via di sviluppo, e tutti quelli sugli strumenti di finanziamento, che servono all’accesso al credito soprattutto per le piccole e medie imprese. La professoressa Malaguti, da sempre coinvolta nei negoziati multilaterali di uniformazione per l’Italia, è anche chair di uno dei gruppi di lavoro dell’organizzazione sorella Uncitral ed è riconosciuta arbitro internazionale soprattutto per il diritto degli investimenti stranieri.

 

Antonella Occhino, nuova preside di Economia

Ateneo Antonella Occhino, nuova preside di Economia La docente di Diritto del lavoro guiderà la Facoltà a partire dal 1° novembre. Succede al professor Domenico Bodega 14 luglio 2020 È Antonella Occhino la nuova preside di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore per il quadriennio 2020/21-2023/24. La professoressa Occhino, ordinario di Diritto del lavoro nella stessa facoltà, entrerà in carica il 1° novembre. Antonella Occhino è professore ordinario di Diritto del lavoro nella Facoltà di Economia dell’Università Cattolica dal 2014, dove è stata ricercatore dal 2001 e professore associato dal 2007. Nella Facoltà di Economia è coordinatrice del Corso di laurea magistrale in Economia e Legislazione di Impresa (LM ELI) e direttore del Master di II livello in Corporate Governance (COR-GOV). economia #nomina #preside Facebook Twitter Send by mail Print Cambio al vertice anche a Scienze della formazione È Domenico Simeone il nuovo preside di Scienze della formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore per il quadriennio 2020/21-2023/24. Il professor Simeone, ordinario di Pedagogia generale e sociale nella stessa facoltà che promuove corsi nelle tre sedi di Milano, Brescia e Piacenza, entrerà in carica il 1° novembre.

 

Scienze politiche e sociali, terzo mandato per Guido Merzoni

Il rettore Franco Anelli , a nome dell’intera comunità universitaria, si è congratulato con il professor Merzoni per il nuovo incarico, augurandogli buon lavoro per il prossimo quadriennio. Guido Merzoni, al suo terzo mandato, è professore ordinario di Economia politica alla facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica. Ha studiato all’Università di Warwick (Regno Unito), dove ha conseguito il Ph.D. in Economics, ed è stato Human Capital Research Fellow presso il Department of Economics. È socio ordinario della Società Italiana degli Economisti, membro del Coordinamento editoriale e del Comitato scientifico della rivista Economia politica - Journal of Analytical and Institutional Economics e del Consiglio Scientifico del Centro di Ricerche in Analisi economica e sviluppo economico internazionale (Cranec) dell’Università Cattolica. I suoi interessi di ricerca riguardano l’analisi economica delle istituzioni, della fiducia e delle relazioni interpersonali; la teoria della delega e dei contratti; il capitale sociale e la sussidiarietà. Su questi temi ha scritto numerosi saggi pubblicati in sede nazionale e internazionale.

 

Quadrio Curzio ambasciatore di OWSD

OWSD, inoltre, è una organizzazione dell’Unesco e fa parte della TWAS, accademia scientifica con sede a Trieste che annovera oltre mille scienziati provenienti da circa 70 Paesi e si occupa di promuovere lo sviluppo sostenibile nel sud del mondo. Le attività di OWSD sono finanziate prevalentemente attraverso il generoso e fondamentale contributo della Swedish International Development cooperation Agency e dello International Development Research Center, strumenti di cooperazione internazionale di natura governativa che fanno riferimento rispettivamente alla Svezia ed al Canada. Gli ambasciatori di OWSD sono scienziati e/o scienziate che per prestigio e seniorità accademica internazionale possono contribuire a farla conoscere nel mondo. Alberto Quadrio Curzio è professore emerito di Economia politica all'Università Cattolica di Milano, dove è stato ordinario di Economia politica dal 1976 al 2010 e preside della facoltà di Scienze Politiche dal 1989 al 2010. È presidente emerito dell’Accademia Nazionale dei Lincei di cui è socio dal 1996, dove è stato presidente della Classe di Scienze Morali, Storiche e Filologiche della stessa Accademia dal 2009 e presidente dal 2015 al 2018. Ad oggi la disparità di genere è ancora molto marcata e migliorare gli indicatori di genere è necessario, ma non sufficiente. È una iniziativa molto importante, supportata quest’anno da 89 paesi, che a mio avviso deve sempre avere sullo sfondo la dichiarazione universale dei diritti umani (Onu, 1948) e, con riferimento al XXI secolo, sia i “Millennium Development Goals” (MDG, 2000) sia i “Sustainable Development Goals (SDG, 2015) sempre dell’Onu.

 

Monsignor Adriano Cevolotto, nuovo vescovo di Piacenza

Nomina Monsignor Adriano Cevolotto, nuovo vescovo di Piacenza La diocesi di Piacenza ha un nuovo vescovo. Oggi è stato nominato monsignor Adriano Cevolotto , vicario generale della diocesi di Treviso, in sostituzione di monsignor Gianni Ambrosio che ha lasciato per raggiunti limiti di età by Agostino Picicco | 16 luglio 2020 Monsignor Gianni Ambrosio lascia la diocesi di Piacenza. Al suo posto è stato eletto vescovo monsignor Adriano Cevolotto , del clero di Treviso La diocesi di Piacenza-Bobbio, sede del campus piacentino dell’Università Cattolica, ha un nuovo vescovo: è monsignor Adriano Cevolotto, vicario generale della diocesi di Treviso. Inoltre ha ringraziato la comunità diocesana, caratterizzata da una ricca storia di fede e solidarietà, ha ricordato coloro che hanno sofferto di più in questo periodo di pandemia, e ha affermato che ora si dedicherà maggiormente alla preghiera e al servizio sacerdotale nella diocesi piacentina. Da sempre c’è uno stretto legame tra la diocesi di Piacenza e l’Università Cattolica, che qui ha una sua sede voluta dal fondatore padre Gemelli per far sorgere la facoltà di Agraria, la cui posa della prima pietra avvenne nel 1949 alla presenza dell’allora Presidente della Repubblica Luigi Einaudi. Lo stesso monsignor Ambrosio, quando è stato nominato vescovo di Piacenza, il 22 dicembre 2007, era Assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica, e dal gennaio 2010 siede nel Consiglio d’Amministrazione dell’Ateneo in rappresentanza della Santa Sede. Per la cronaca il vescovo eletto Cevolotto, quando studiava presso la Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale, ha avuto monsignor Ambrosio quale docente di sociologia della religione e di teologia pastorale.

 

Pareglio nominato nel Cda di Atm

Brescia Pareglio nominato nel Cda di Atm Il professor della facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali della sede di Brescia è stato nominato nel Consiglio di amministrazione dell’Azienda Trasporti Milanesi. novembre 2017 Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha nominato il prof. Stefano Pareglio nel Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Trasporti Milanesi – ATM Spa, in sostituzione del consigliere dimissionario Fabrizio Barbieri. Pareglio in questi anni ha acquisito una qualificata esperienza gestionale essendo già stato componente del Consiglio di Sorveglianza (2012-2014) e poi del Consiglio di amministrazione di A2A dove era presidente della Commissione per il territorio e la sostenibilità. Dal 2014 è direttore del CRASL - il Centro di ricerca sull’ambiente, l’energia e lo sviluppo sostenibile e docente associato di Economia dell’ambiente e dell’energia nel corso di laurea in Matematica, indirizzo economico dell’Università Cattolica. atm #nomina #attualita #milano Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Don Cinquetti, nuovo assistente pastorale

Brescia Don Cinquetti, nuovo assistente pastorale Nominato dalla Presidenza della CEI giovedì 30 ottobre, Don Mauro Cinquetti è il nuovo assistente pastorale della sede bresciana dell'Ateneo by Antonella Olivari | 19 novembre 2019 Don Mauro Cinquetti è il nuovo assistente pastorale della sede bresciana dell'Università Cattolica, nominato dalla Presidenza della CEI giovedì 30 ottobre. Don Mauro subentra a don Roberto Lombardi, che ha ricoperto quest’incarico dal 2011. Don Cinquetti è nato a Orzinuovi nel 1978, ha ottenuto la licenza ecclesiastica in filosofia presso la Pontificia Università Gregoriana in Roma, una laurea magistrale e dottorato in Filosofia e antropologia presso l’Università degli Studi di Parma. Dal settembre 2013 è docente del corso di Storia della filosofia al Seminario di Brescia. Ha prestato servizio pastorale come collaboratore nella parrocchia di Roncadelle dal 2013; è stato assistente ecclesiastico gruppo FUCI Brescia e Direttore della Scuola di Teologia per Laici del Seminario diocesano di Brescia. Dal 2017 è Direttore della Biblioteca Diocesana “Luciano Monari” di Brescia. brescia #nomina # Facebook Twitter Send by mail Print.

 

Paolo Nusiner nuovo direttore amministrativo dell'Università Cattolica

Ateneo Paolo Nusiner nuovo direttore amministrativo dell'Università Cattolica La nomina ufficiale all'unanimità è stata effettuata dal Consiglio di Amministrazione dell'Ateneo il 23 ottobre e avrà decorrenza dal 1° gennaio. Il dottor Paolo Nusiner succede al professor Marco Elefanti che dirige la Fondazone Policlinico Gemelli IRCCS 31 ottobre 2019 Il Consiglio di Amministrazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore nell’adunanza del 23 ottobre 2019 ha nominato all’unanimità Paolo Nusiner direttore amministrativo. Nato a Bergamo, coniugato con due figli e laureato in Economia all’Università Cattolica, Paolo Nusiner dopo una decennale esperienza presso il gruppo multinazionale Italcementi, dal 30 ottobre 2002 ha assunto la carica di direttore generale del quotidiano Avvenire. Dal 27 giugno 2015 è stato nominato da Papa Francesco, direttore per gli Affari Generali del nuovo Dicastero per la Comunicazione creato dalla Santa Sede per gestire la riorganizzazione del sistema comunicativo del Vaticano. Dal 30 ottobre 2002, direttore generale di Avvenire S.p.A.. I compiti che gli sono stati affidati dall’editore sono stati il consolidamento del rilancio della testata, la riorganizzazione della struttura manageriale e la razionalizzazione dei costi. Il 27 giugno 2015 è stato nominato da Papa Francesco direttore per gli Affari generali del nuovo Dicastero per la Comunicazione, creato per accorpare, riorganizzare e rendere adeguate all’attuale contesto le nove istituzioni che si occupavano di comunicazione per la Santa Sede. Il 1° gennaio 2018 è entrato a fare parte del Consiglio di amministrazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e, su proposta del Rettore, del Comitato esecutivo dell’Università.

 
Go top