La tua ricerca ha prodotto 22 risultati per borsedistudio:

Borse per merito a 200 studenti

milano Borse per merito a 200 studenti Lunedì 18 marzo saranno premiati in Aula Magna i migliori studenti che si sono diplomati nel 2018 e quelli con la media più alta tra gli iscritti all’Università Cattolica. All’evento ( Aula Magna, largo Gemelli 1 a Milano alle ore 16.30 ), promosso dall’ Università Cattolica e dall’Istituto Giuseppe Toniolo con la collaborazione di Fondazione EDUCatt, interverranno Giulio Rapetti Mogol , autore e scrittore, il rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli , Antonella Sciarrone-Alibrandi , Presidente Fondazione Educatt e prorettore, Simone Del Bianco , presidente BDO Italia. In particolare, a sostenere l’edizione in corso è stata BDO Italia, parte del network globale di revisione contabile e consulenza alle imprese (www.bdo.it), con l’offerta di ulteriori 15 Premi di studio per i 15 migliori studenti iscritti al secondo anno del corso di laurea magistrale in Economia. Per effetto di questa manovra e dell’azione coordinata degli enti coinvolti, entro l’anno accademico 2018/19 è prevista l’erogazione complessiva annuale di almeno 368 agevolazioni: viene quindi ancor più accresciuto l’impegno dell’Ateneo a sostegno di studenti meritevoli. borsedistudio #dirittoallostudio Facebook Twitter Send by mail 100 BORSE DI STUDIO START E RUN Queste borse di studio sono state erogate attraverso un concorso nazionale che si è tenuto contemporaneamente in 10 città italiane (Alghero, Bari, Bologna, Brescia, Catania, Lamezia, Milano, Palermo, Piacenza, Roma) lo scorso maggio. Gli studenti coinvolti sono i diplomati nel 2018, oggi iscritti al primo anno di una laurea triennale o magistrale a ciclo unico (60 Borse Start di 2.000), o al primo anno di un biennio magistrale (40 Borse Run di 2.000). PREMI DI STUDIO SMART Il premio di studio è destinato a studenti in corso, già iscritti a un anno successivo al primo di una laurea triennale o magistrale, selezionati in base alla media.

 

Borse di studio, vince il talento

milano Borse di studio, vince il talento In aula magna la cerimonia di assegnazione dei premi per merito assegnati da Università Cattolica, Istituto Toniolo e Fondazione Educatt. Per l’occasione i premiati hanno potuto assistere a un’inconsueta “lezione” di Mogol sulla musica pop. by Agostino Picicco | 19 marzo 2019 «Noi abbiamo riconosciuto il vostro talento e per questo vi abbiamo premiato, vi auguro che nella vita troviate anche altre persone e istituzioni che vi sappiano apprezzare». Ha esordito così il rettore Franco Anelli salutando la platea dell’Aula Magna gremita degli oltre 200 studenti vincitori di borse di studio per merito finanziate da Università Cattolica, Istituto Toniolo e Fondazione Educatt. Ospite d’eccezione della cerimonia di assegnazione dei premi, che si è tenuta lunedì 18 marzo, l’autore e scrittore Giulio Rapetti Mogol , noto per il sodalizio artistico con Lucio Battisti e con il quale ha fatto sognare e innamorare intere generazioni. Mogol ha tenuto un’inconsueta lezione sulla musica pop, facendo ascoltare e fornendo una chiave di lettura di indimenticabili successi di musica italiana, molti dei quali famosi in tutto il mondo. merito #talento #borsedistudio #premi Facebook Twitter Send by mail.

 

Borse Zegna, poker Unicatt

cattolicapost Borse Zegna, poker Unicatt Dal naso elettronico che fiuta le malattie al “taglia-incolla” del DNA che studia la progressione dei tumori; dalle tecnologie 3D per il movimento dentale agli studi sulla longevità . Tre ricerche di frontiera per tre cervelli italiani che, grazie al programma Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship , potranno sviluppare o proseguire i loro progetti in prestigiosi centri di ricerca internazionali. Lavoro alla realizzazione di quello che comunemente viene chiamato “naso elettronico”, una piattaforma di sensori in grado di rilevare specifiche molecole di gas, per applicazioni soprattutto biomediche » spiega Sonia. Soffiando sui sensori è possibile determinare se un paziente è sano o presenta qualche patologia - cancro, fibrosi cistica, broncopneumopatie cronico ostruttive, per citarne alcune - perché nel nostro respiro ci sono centinaia di molecole, che però sono in quantità diversa se una persona è sana o se è malata». Insieme a Sonia, Luigi ed Edoardo, quest’anno l’Università Cattolica ha calato il poker, grazie alla conferma della borsa Zegna a Davide Vetrano , il 32enne geriatra della facoltà di Medicina già da tre anni a Stoccolma per un dottorato di ricerca all’Aging Research Center del Karolinska Institutet. Un'iniziativa, istituita in onore del fondatore dell'azienda, che ha compiuto cinque anni e che è stata festeggiata a Trivero - dove nel 1910 venne inaugurato il Lanificio Zegna - con i 114 studenti selezionati nelle edizioni passate e i 49 a cui è stata assegnata la borsa di studio per l’anno accademico 2018/2019. A oggi una ventina di loro sono rientrati in Italia e sono professionalmente attivi nel settore pubblico e privato anche con il sostegno del Gruppo Zegna, che si impegna a verificare i progressi dei borsisti durante gli studi all’estero e a facilitarne il rientro.

 

Borse di studio per tutti gli idonei

Ateneo Borse di studio per tutti gli idonei La manovra straordinaria di 1,6 milioni di euro , approvata da Università Cattolica e Educatt, anche quest’anno riesce a garantire il sostegno ai 600 studenti idonei a ricevere una borsa di studio che i fondi regionali non riuscirebbero a coprire. luglio 2018 Ancora un investimento importante, il più significativo degli ultimi anni, quello che l’Università Cattolica ha messo in campo quest’anno per garantire la borsa di studio a tutti gli studenti idonei ma non beneficiari . Infatti, a fronte delle risorse sempre più limitate provenienti dalla Regione Lombardia che quest’anno erogherà le borse di studio solo all’80% degli idonei, l’ Ateneo e l’ente per il diritto allo studio Educatt investiranno 1,6 milioni di euro per coprire il restante 20%. Dei 600 idonei non beneficiari coperti dalla manovra straordinaria di Università Cattolica e Educatt 350 sono studenti della sede di Milano, 102 di Brescia, 65 di Piacenza-Cremona e 80 di Roma. Gli importi variano da un minimo di 1.880 euro e un massimo di 5.139 euro con una media di 3.400 euro circa, e si stabiliscono in base a due criteri: studenti in sede, fuori sede o pendolari; tre diverse fasce di reddito. borsedistudio #manovrastraordinaria #educatt Facebook Twitter Send by mail BORSE E PREMI DI STUDIO Oltre alle borse di studio per studenti meritevoli e bisognosi, le borse Start e Run e i premi Smart per l’anno accademico 2018/19, compresi i rinnovi delle borse Start e Run dell’anno accademico 2017/18, ammontano a 636.000 euro . A tutti i beneficiari di Borse Start o Run è offerta l’Opzione Campus, ossia la possibilità di ricevere una somma supplementare di 1.000 euro all’anno per coloro che aderiscono alla proposta formativa dei Collegi “in campus”.

 

Un premio ai migliori 200

milano Un premio ai migliori 200 Sono state consegnate in aula magna le borse di studio per gli studenti del primo anno delle triennali e delle magistrali e gli iscritti agli anni successivi con la media più alta. febbraio 2018 di Stefano Francescato e Mariangela Masiello * L’Università Cattolica premia i suoi talenti con 200 borse di studio assegnate dall’Ateneo e dall’Istituto Giuseppe Toniolo agli studenti selezionati sulla base del merito. Anche se lavorerete con strumenti che ancora non esistono, si tratta di imparare a usare la testa, di tirar fuori il talento e di insegnarvi principi e metodi perché siate voi a costruire le conoscenze del futuro». Lo studente sente che qualcuno è attento al suo cammino formativo e che l’università non è una presenza anonima» ha commentato Paola Bignardi , in rappresentanza dell’Istituto Toniolo. Questi sostegni materiali sono una risposta dinamica alla propria vocazione, permettono di sentirsi parte di una grande famiglia universitaria» ha poi aggiunto leggendo alcune righe di una email ricevuta da una studentessa vincitrice di borsa». A portare il punto di vista delle aziende è stato Andrea Mezzadra , partner di Bdo Italia, società leader nel campo della revisione contabile con 74mila professionisti in 160 Paesi, che sosteneva 15 premi di studio per studenti iscritti al secondo anno della laurea magistrale in Economia. L'idea di un supplemento che bilanci la mole quotidiana di notizie "negative" è nata dal «grande bisogno di positività che vediamo tutti i giorni.

 

L’Augustinianum premia il merito

EDUCATT L’Augustinianum premia il merito Il collegio milanese ha stanziato un fondo di 5mila euro in onore del professor Umberto Pototschnig per sostenere progetti di studio o ricerca dei migliori studenti. settembre 2017 Tra le opportunità offerte agli studenti dei collegi InCampus, ci sono anche premi e borse di studio che permettono di vedere riconosciuto il proprio merito e di approfondire il proprio percorso di crescita e di formazione. Il primo, istituito dal Collegio insieme all’Associazione “Antichi Studenti del Collegio Augustinianum – Agostini Semper” per onorare la memoria del professor Umberto Pototschnig, mette a disposizione un fondo di 5 mila euro finalizzato al sostegno di progetti di studio, ricerca o collaborazioni per studenti meritevoli del collegio. Ci si può candidare presentando diverse tipologie di progetto: periodi di studio o di ricerca finalizzati all’arricchimento del proprio curriculum vitae, esperienze di studio, ricerca o lavoro all’estero, esperienze di volontariato, collaborazioni che possano arricchire l’esperienza formativa in Collegio e sostenere il proprio percorso di studio in Università Cattolica. L’altra opportunità – bandita dall’Associazione “Agostini Semper” – consiste in 5 borse premio del valore di 200 euro l’una erogabili in buoni-libro da utilizzare presso la libreria “Vita e Pensiero” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. borsedistudio #collegi #educatt Facebook Twitter Send by mail I BANDI Fondo di sostegno del merito in favore di studenti del Collegio Augustinianum capaci e meritevoli. Il link alla pagina dedicata Bando di concorso per l’assegnazione di borse premio in favore degli studenti del Collegio Augustinianum maggiormente meritevoli.

 

Partono i College Camp 2017

Ateneo Partono i College Camp 2017 Al via le ammissioni ai collegi, con la possibilità di partecipare il 27 maggio in dieci città al concorso del Toniolo per 100 borse di studio maggiorate dall’Opzione campus e, nel mese di luglio, alle prove di selezione nelle diverse sedi dell’Ateneo. maggio 2017 Si rinnovano anche quest’anno l’offerta collegi e il programma di appuntamenti per partecipare alle selezioni, come sempre articolato in diverse occasioni e sedi. Grazie alla collaborazione con l’Istituto Toniolo e la fondazione EDUCatt, inoltre, negli ultimi anni l’Università Cattolica si è dotata, per le proprie strutture residenziali, di strumenti all’avanguardia, in linea con le caratteristiche dei migliori collegi universitari nazionali e internazionali. Come per gli anni precedenti, è prevista l’Opzione Campus: il superamento del concorso vale come prova scritta di ammissione ai collegi dell’Università Cattolica e l’ottenimento del posto in collegio prevede un aumento dell’importo della borsa per un valore pari a 1000 euro. Per info e aggiornamenti: www.collegiunicattolica.it #educatt #collegi #borsedistudio Facebook Twitter Send by mail.

 

Per le matricole 31 borse di studio

piacenza e cremona Per le matricole 31 borse di studio La Fondazione di Piacenza e Vigevano mette a disposizione dei nuovi iscritti delle facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali e di Economia e giurisprudenza nelle sedi di Piacenza e Cremona, 100mila euro da destinare agli studenti meritevoli. agosto 2017 Trentuno borse di studio per i nuovi iscritti della laurea triennali e magistrali nei campus di Piacenza e di Cremona dell’Università Cattolica . Le mette a disposizione la Fondazione di Piacenza e Vigevano che ha stanziato 100mila euro per le facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambiental i e di Economia e Giurisprudenza . In particolare, tre sono riservate a matricole meritevoli del corso di laurea triennale in Scienze e tecnologie alimentari e altrettante alla triennale in Scienze e tecnologie agrarie del campus piacentino . Sono quattro, invece, i contributi per chi si iscrive al nuovo corso di laurea triennale in lingua inglese Safe - Sustainable agriculture for food quality and environment , che partirà a settembre nella sede di Piacenza. Le otto borse per le laurea magistrali si dividono equamente tra il corso di laurea in Scienze e tecnologie agrarie e in Scienze e tecnologie alimentari. Per quanto riguarda la facoltà di Economia e Giurisprudenza , i nuovi iscritti al corso di laurea in Economia aziendale avranno a disposizione otto borse , da dividere tra le cinque della sede di Piacenza e le tre della sede di Cremona.

 

Premio al merito per 200 studenti

Il riconoscimento sarà assegnato martedì 21 febbraio a 100 iscritti e 100 neoimmatricolati nell’anno accademico 2016-2017, nel corso di una cerimonia con la testimonianza di Nicolas Bargi , fondatore e Ceo di Save the Duck e laureato dell’Ateneo. Gli studenti coinvolti sono i diplomati nel 2016, oggi iscritti al primo anno di una laurea triennale o magistrale a ciclo unico ( 60 Borse Start di 2.000 euro), o al primo anno di un biennio magistrale ( 40 Borse Run di 2.000 euro). A tutti i beneficiari di Borse Start o Run è offerta l’Opzione Campus: nel caso lo studente aderisse alla proposta formativa dei Collegi “in campus” l’importo della Borsa di studio viene aumentato di 1.000 euro annuali. L’esperienza all’estero durante il liceo è stata decisiva anche per Francesca Sisto , di Bari, iscritta al primo anno del corso di laurea in Economics and management della facoltà di Economia di Milano. Internazionale è anche il percorso di Alice Gungui , che ha scelto di trasferirsi dalla Sardegna a Piacenza dove è iscritta al secondo anno della laurea magistrale in Progettazione pedagogica per i minori della facoltà di Scienze della formazione. In particolare l’iniziativa riguarderà 57 studenti della sede di Milano, 46 di Roma, 1 di Brescia, 1 di Piacenza e 2 di Cremona. Nel bando pubblicato sul portale unicatt.it sono raccolte tutte le condizioni per partecipare alla selezione, che riguarda laureandi di laurea magistrale o di laurea magistrale a ciclo unico dell’Ateneo con una media degli esami di almeno 28/30; oppure laureati con voto di laurea magistrale non inferiore a 105/110.

 

Assoreti, 4mila euro in borse di studio

MILANO Assoreti, 4mila euro in borse di studio L’Associazione italiana per la consulenza agli inverstimenti premia gli studenti meritevoli della magistrale in Management per l’impresa di Economia nell’ambito di una convenzione che punta a rilanciare la professione del consulente finanziario. L’hanno ricevuta Ambra Negrini e Silvia Lastrucci ( nella foto in alto da sinistra insieme con il presidente di Assoreti e il professor Marco Oriani ), due studentesse della facoltà di Economia dell’Università Cattolica, iscritte al corso di laurea magistrale in Management per l’impresa. Ad assegnarle, giovedì 9 marzo, l’Assoreti – Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti – nell’ambito di una Convenzione di due anni stipulata con l’Ateneo, che prevede il conferimento di complessive otto borse di studio per l’ammontare di 32mila euro. E il nostro settore presenta un’anzianità media molto elevata, pertanto, da una parte, abbiamo l’esigenza di nuove leve competenti e specializzate, dall’altra, c’è la necessità che la professione del consulente finanziario entri a far parte dell’immaginario collettivo dei giovani». Nel mondo della consulenza finanziaria è in atto un processo culturale che stiamo assecondando e incentivando» afferma Marco Tofanelli , segretario generale di Assoreti. Il mondo della consulenza finanziaria è in evidente crescita e i consulenti svolgono un ruolo professionale importante, con una non sottovalutabile valenza sociale» sostiene Marco Oriani , direttore del Dipartimento di Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale dell’Università Cattolica. E aggiunge: «La Convenzione con Assoreti apre la possibilità a diversi studenti del nostro Ateneo di entrare in contatto con questa realtà e di mettere la loro freschezza e la loro preparazione al servizio degli intermediari operanti nel settore».

 

Il Charity guarda a Oriente

CHARITY WORK PROGRAM Il Charity guarda a Oriente Per la prima volta il programma di volontariato internazionale estivo per gli studenti dell’Ateneo avvia un progetto nelle Filippine. Per la prima volta gli studenti dell’Ateneo, che sceglieranno di arricchire il loro curriculum con un’esperienza estiva di volontariato internazionale, potranno recarsi nelle Filippine . Entrambi saranno realizzati nella baraccopoli di Dandora a Nairobi (tra le nuove destinazioni), con l’affiancamento dello staff di Twins International, una Onlus di Milano attiva nel Paese africano dal 2006, dove sviluppa i progetti di Alice for Children a favore dell’infanzia più vulnerabile. Dando un rapido sguardo ai numeri, per la sua nona edizione il Charity porta a 54 le borse di studio della durata di 3–8 settimane , con un incremento del 350% rispetto al 2009, anno in cui è stato avviato il programma di volontariato dell’Ateneo. Lo confermano i 46 studenti delle diverse facoltà che nel 2016 hanno vissuto un’estate all’insegna della solidarietà, come hanno avuto modo di raccontare nella rubrica “Diari di viaggio” . Tra questi c’è anche la testimonianza-video di Beatrice Distort , laureanda della facoltà di Giurisprudenza, mandata in onda lo scorso novembre durante la trasmissione televisiva di TV2000 Giovani e futuro: lo speciale “Millennials” condotto da Arianna Ciampoli (qui sopra il video) . Beatrice, grazie al Charity Work Program, ha avuto la grande opportunità di lavorare con i volontari di Vis e Missioni Don Bosco, che hanno dato vita alla campagna “Stop Tratta” per aiutare i potenziali migranti con progetti di sviluppo.

 

Un premio per il merito

Ateneo Un premio per il merito Sono state consegnate dal rettore in aula magna le 200 borse di studio destinate da Università Cattolica e Istituto Toniolo agli studenti migliori dell’Ateneo. Sul palco il fondatore e Ceo dei piumini eco friendly Save The Duck, Nicolas Bargi GALLERY by Graziella Matarrese e Benedetta Maffioli | 22 febbraio 2017 Sono duecento gli studenti meritevoli che martedì 21 febbraio sono stati premiati nell’Aula Magna dell’Università Cattolica di Milano, con altrettante borse di studio. Ed emblema di questo sodalizio tra l’Università Cattolica e suoi alumni è proprio Nicolas Bargi, fondatore e Ceo di Save the Duck, brand innovativo di piumini eco friendly . Laureatosi in Economia nel 1996, ricorda ancora con passione gli anni passati tra i chiostri dell’Università: anni per lui essenziali nella realizzazione di quello che è oggi, che gli hanno fatto capire il senso dello studio, della fatica e dell’impegno che bisogna mettere per raggiungere i propri obiettivi. Ma ricordatevi che bisogna studiare con passione, scegliendo qualcosa che vi piaccia e che vi aiuti a realizzare il vostro sogno. Consonni ha sottolineato come il rapporto tra mondo universitario e mondo aziendale debba sempre più essere coltivato, scommettendo sulla crescita personale degli studenti, che andranno ad alimentare la società del futuro. Una società a cui con responsabilità bisogna pagare il prezzo del proprio talento - ha concluso il Magnifico Rettore - e dalla quale bisogna raccogliere il testimone riuscendo però a trovare una strada diversa da quella già percorsa dalle generazioni precedenti, facendosi guidare dalla scintilla di una nuova idea».

 

Studenti editor a Wikipedia

MILANO Studenti editor a Wikipedia Micaela Mauro e Stephanie Bortolussi , iscritte al master in Digital Communications Specialist, grazie alle borse di studio assegnate dalla Fondazione Bracco, lavoreranno fianco a fianco con i professionisti della famosa enciclopedia online. Ad avere l’opportunità di intraprendere questo percorso professionale sono Micaela Mauro e Stephanie Bortolussi , studentesse del master in Digital Communications Specialist : entrambe hanno vinto le borse di studio messe a disposizione dalla Fondazione Bracco e finalizzate alla formazione di curatori di testi della più consultata e famosa enciclopedia online. L’assegnazione è stata effettuata sulla base della qualità dei progetti presentati dagli studenti del master sul tema dell’implementazione della voce dell’azienda Bracco nella parte di storia del gruppo omonimo e la possibile apertura di una voce enciclopedica relativa alla Fondazione Bracco. Le lezioni su Wikipedia, ricevute durante il master, sono state molto utili al fine di strutturare correttamente il progetto per la riscrittura della storia del Gruppo Bracco e l’apertura della voce della Fondazione» spiega Stephanie Bortolussi ( nella foto a sinistra ). Anche in questo caso gli studenti del master, edizione 2015/16, avevano presentato dei progetti e quelli selezionati come più meritevoli da una commissione composta da docenti del master e membri delle realtà coinvolte erano confluiti nell’ideazione e attivazione della strategia di comunicazione sui social media del progetto. Il percorso formativo ha come obiettivo la formazione di figure professionali con un elevato grado di specializzazione, capaci di operare sul fronte della comunicazione digitale all’interno di agenzie e aziende, anche in una dimensione internazionale. La costante relazione con il mondo delle agenzie e delle imprese e degli sbocchi professionali del Master consente di aggiornare di anno in anno i contenuti trattati al fine di offrire una formazione realmente al passo con i tempi.

 

Assoreti premia il merito

MILANO Assoreti premia il merito Marianna De Vita , del corso di laurea magistrale Management per l’impresa, è la vincitrice per l’anno accademico 2016-2017 della borsa di studio del valore di 4.000 euro assegnata dall’Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti. È Marianna De Vita l’unica vincitrice per l’anno accademico 2016-2017 della borsa di studio assegnata dall’Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti ( Assoreti ). Il riconoscimento rientra nell’ambito di una Convenzione di due anni stipulata con l’Ateneo che, oltre al conferimento di borse di studio a studenti meritevoli, prevede di agevolare il loro inserimento nel mondo professionale grazie all’attivazione di tirocini formativi in società associate ad Assoreti. L’incontro, promosso dal dipartimento di Scienze dell’economia e della gestione aziendale, è stato anche l’occasione per fare il punto sull’organizzazione e sugli obiettivi degli stage con alcuni esponenti di risorse umane e selezione del personale del settore bancario e finanziario. L’iniziativa si è conclusa con la presentazione del rinnovo, anche per l’anno accademico 2017-2018, della Convenzione Università Cattolica-Assoreti. assoreti #borsedistudio #economia Facebook Twitter Send by mail.

 

Assoreti, 20mila euro in borse di studio

MILANO Assoreti, 20mila euro in borse di studio È il valore dei premi messi a disposizione degli studenti di Economia più meritevoli dall’Assoreti-Associazione delle Società per la Consulenza agli Investimenti. Il riconoscimento rientra nell’ambito di una convenzione stipulata nel 2015 tra Università Cattolica e Assoreti - che ha portato al conferimento di tre borse di studio - e poi rinnovata nell’ anno accademico 2017/2018 , mettendo in palio ulteriori sette premi economici per un totale di 28mila euro. L’accordo, insieme all’assegnazione di borse di studio, prevede di agevolare l’inserimento dei giovani talentuosi nel mondo professionale grazie all’attivazione di tirocini formativi in società associate ad Assoreti. Tra i requisiti richiesti per vincere la borsa di studio: essere iscritti al secondo anno in corso della laurea magistrale in Management per l’impresa, aver indicato nel piano di studi gli insegnamenti di Risk Management e di Private Banking , conseguire uno stage aziendale in una delle associate Assoreti. L’attività che il consulente finanziario svolge quotidianamente richiede specifici requisiti di conoscenza e competenza espressione di consolidata professionalità che gli permettono di comprendere gli obiettivi, le esperienze e le esigenze dei clienti investitori, instaurando una relazione di fiducia che privilegia il “contatto umano”. Ci auguriamo, pertanto, che la convenzione con Assoreti apra in futuro la possibilità a diversi studenti del nostro Ateneo di entrare in contatto con questa realtà offrendogli la possibilità di mettere la loro preparazione al servizio degli intermediari operanti nel settore». Al dibattito sono intervenuti alcuni esponenti di associate Assoreti, tra cui Marta Cozzi , Sviluppo Professionale & Training Pfa - Human Resources di FinecoBank, Luca Iandimarino , Responsabile Investment Center di Bnl-Bnp Paribas - Life Banker, Paolo Lecco , Marketing e Vendite Gruppo Fideuram, Alberto Romano , Senior Executive Manager Recruiting di Banca Mediolanum.

 

Due scolarship per la Lse di Londra

MILANO Due scolarship per la Lse di Londra Per due laureandi della Cattolica, borse di studio da 15 e 10mila euro erogate da UnipolSai e Banco BPM per frequentare il Diploma in Accounting and Finance, un programma congiunto di Scienze bancarie finanziarie e assicurative e London School of Economics. maggio 2017 Sono Francesco Bucciaglia e Jessica Pedroni , laureandi in Economia delle imprese e dei mercati dell’Università Cattolica, i vincitori delle borse di studio erogate da UnipolSai e Banco BPM dell’importo rispettivo di 15mila e 10mila euro. Come ha ribadito anche Pascal Frantz , direttore del Diploma in Accounting and Finance di LSE, ponendo l’accento sulla spiccata multiculturalità che ancora, nonostante la Brexit, caratterizza LSE. Un progetto che ha trovato il sostegno di alcune aziende, UnipolSai e Banco BPM, che hanno deciso di sponsorizzare l’iniziativa. Queste borse di studio indicano il ruolo sociale che oggi un’azienda può rivestire all’interno delle università – ha detto Alberto Federici , direttore comunicazione UnipolSai –. Abbiamo bisogno di forze nuove, in particolare di laureati in economia, di statistici, di attuari, e da questo punto di vista realtà come la Cattolica possono dare un contributo notevole. Basti pensare che solo nell’ultimo anno abbiamo assunto 256 persone, di cui 98 laureate in discipline economiche, 43 in quelle giuridiche, 28 in materie umanistiche». Le conclusioni dell’evento sono state affidate a Salvatore Poloni , Condirettore Generale Banco BPM, che ha sottolineato l’importanza per gli studenti di iniziative congiunte con università di eccellenza a livello internazionale.

 

Assbb premia il merito di 20 studenti

MILANO Assbb premia il merito di 20 studenti L’Associazione per lo Sviluppo degli Studi di Banca e Borsa ha conferito borse di studio per un valore di 30mila euro ai migliori allievi delle facoltà di Economia, Giurisprudenza, Lettere e Scienze bancarie. dicembre 2016 Anche quest’anno l’Associazione per lo Sviluppo degli Studi di Banca e Borsa ( Assbb ) ha conferito le sue borse di studio per un valore di 30mila euro. A ricevere il premio di 1.500 euro, 20 studenti meritevoli dell’Università Cattolica, di cui sette iscritti a Economia, tre a Giurisprudenza, tre a Lettere e filosofia e sette a Scienze bancarie, finanziarie e assicurative. I giovani sono stati selezionati su proposta di una Commissione composta da due professori delle facoltà coinvolte, designati dai rispettivi presidi, e da un rappresentante indicato dall’Assbb. La cerimonia di consegna si è tenuta mercoledì 14 dicembre nella Cripta dell’Aula Magna dell’Ateneo al termine dell’assemblea annuale dell’Associazione. Erano presenti, tra gli altri, Vittorio Conti , vice presidente vicario dell’Assbb, già commissario e vicepresidente della Consob, e Marco Lossan i , direttore del Laboratorio di Analisi Monetaria, il report quadrimestrale sulla congiuntura economica nazionale e internazionale promosso dall’Associazione. È dalla fine degli anni Settanta che l’Assbb “premia” gli studenti della Cattolica che si sono distinti nel corso della propria carriera universitaria.

 

Diritto allo studio, ecco le borse Plus

Borse di studio Diritto allo studio, ecco le borse Plus Un intervento di circa 1,4 milioni di euro da parte dell’Ateneo, di Educatt e dell’Istituto Toniolo, per sostenere economicamente e nei servizi chi, dopo la riforma dell’Isee, non può più accedere alle agevolazioni erogate con fondi regionali. febbraio 2016 Un intervento immediato mirato a sostenere economicamente e nei servizi le famiglie degli studenti che, in seguito alla riforma della normativa Isee, si sono improvvisamente trovate escluse dalla possibilità di accedere alle borse di studio erogate con i fondi regionali. Esce in questi giorni il bando di concorso straordinario delle Borse di studio “Plus” , a cui possono partecipare studenti meritevoli e in condizione di bisogno non idonei alla borsa di studio Educatt 2015/16. La Borsa di studio “Plus” , la cui gestione amministrativa è affidata alla Fondazione Educatt, consiste in: - un aiuto economico in denaro , pari a: 1.800 per studenti “fuori sede” ; 800 per studenti “pendolari” o “in sede” ; - la riduzione di 1.500 rispetto all’importo complessivo delle tasse universitarie; - un pasto al giorno per l’anno solare 2016. Il beneficio della borsa di studio “Plus” è concesso agli studenti iscritti all’Università Cattolica che rientrino nei requisiti di merito dettati dal Diritto allo Studio e che rispondano alle condizioni economiche individuate nel bando disponibile all’indirizzo www.educatt.it/agevolazioni/borseplus . Per dare un quadro complessivo delle risorse messe a disposizione dalla Regione Lombardia, considerando le graduatorie definitive pubblicate da Educatt, gli studenti dell’Università Cattolica beneficiari delle borse di studio regionali sono ad oggi 2.061 , in attesa di ampliamento con le risorse finali solitamente comunicate dalla Regione in primavera. STUDENTI BENEFICIARI : studenti che, in ordine di graduatoria, in base allo stanziamento dei fondi regionali annualmente destinati al diritto allo studio, beneficiano di un contributo in denaro (a seconda della fascia di reddito), dell’esenzione dalle tasse universitarie e di un pasto agevolato al giorno.

 

Zegna, borse per volare all’estero

Milano Zegna, borse per volare all’estero Scade il 31 marzo la possibilità per laureandi e neolaureati di candidarsi per le scholarship, con importi fino a 50mila euro, intitolate al fondatore della nota griffe. Sono i due neolaureati della Cattolica che lo scorso anno il Gruppo Zegna ha scelto nel “numero ristretto di italiani eccezionalmente promettenti all’inizio della loro carriera di intraprendere un percorso di ricerca o specializzazione post-laurea all’estero”. L’iniziativa, infatti, oltre a sostenere giovani eccellenze nel loro percorso di studi, si prefigge come obiettivo quello di rallentare il fenomeno della “fuga dei cervelli” dall’Italia ed è per tale ragione che il supporto del Gruppo Zegna è vincolato al rientro in Italia dei borsisti. Al fine di sostenere i borsisti Zegna al loro rientro, è stato istituito un Comitato Consultivo del quale fanno parte noti rappresentanti del mondo della finanza, dell’industria, della cultura e della medicina. Nel bando pubblicato sul portale unicatt.it sono raccolte tutte le condizioni per partecipare alla selezione, che riguarda laureandi di laurea magistrale o di laurea magistrale a ciclo unico dell’Ateneo con una media degli esami di almeno 27/30; oppure laureati con voto di laurea magistrale non inferiore a 104/110. La borsa di Studio Ermenegildo Zegna mi sta permettendo di frequentare il master in Screenwriting alla University of Southern California (USC), l’università al primo posto tra le università americane per gli studi su Film, Screenwriting o Directing. borsedistudio #scholarship #ermenegildozegna Facebook Twitter Send by mail BORSE E PREMI DI STUDIO Accanto alle misure finalizzate a sostenere il diritto allo studio in Università Cattolica, gli studenti, i laureandi e i neolaureati possono accadere ad altre borse di studio e di ricerca, premi e altri riconoscimenti d’ateneo.

 

Nell’area MyEDUCatt tutti gli esiti per le Borse di Studio

Nell’area MyEDUCatt tutti gli esiti per le Borse di Studio Tutti gli studenti che hanno presentato domanda trovano nell’area MyEDUCatt gli esiti provvisori e definitivi delle borse di studio. A breve uscirà anche il bando per la riammissione in collegio. by Redazione EDUCatt | 01 gennaio 0001 Con la conclusione dei corsi e l’approssimarsi dell’estate, sono stati pubblicati e sono disponibili, per gli studenti che hanno presentato domanda, gli esiti per le borse di studio e per il rinnovo del posto in collegio. Per quanto riguarda la Riammissione alle Residenze e ai Collegi universitari, sono stati pubblicati da EDUCatt i requisiti necessari e i termini e le modalità della riammissione per l’anno accademico 2016/2017, mentre il bando di concorso sarà disponibile al più presto (http://educatt.unicatt.it/educatt-news-introductory-act-293-riammissione-alle-residenze-e-collegi-universitari-2016-2017). borsedistudio #collegi #borseplus #esiti #esitidefinitivi #esitiprovvisori #myeducatt Facebook Twitter Send by mail.

 

Borse di studio, beneficiari tutti gli idonei

ateneo Borse di studio, beneficiari tutti gli idonei Grazie all’investimento di propri fondi, l’Ateneo con il contributo di Educatt garantirà anche per il 2018/2019 le borse a tutti gli studenti aventi diritto. Tutti gli idonei alla borsa di studio risulteranno quindi beneficiari. Gli studenti beneficiari di borsa di studio regionale – l’agevolazione economica che le Regioni mettono a disposizione in attuazione delle leggi sul diritto allo studio e dell’art. Il pagamento della borsa di studio sarà effettuato, per tutti gli studenti, con tempistiche compatibili con le rimesse dei fondi da parte della Regione Lombardia, presumibilmente entro il mese di ottobre 2019. Gli studenti beneficiari frequentanti anni di corso successivi al primo riceveranno entro la prima decade di agosto il rimborso delle tasse pagate nell’anno accademico 2018/2019. borsedistudio #agevolazioni #studenti Facebook Twitter Send by mail COSA SUCCEDE Tutti gli studenti beneficiari, esclusi gli ospiti nei collegi a pensione completa, utilizzando il badge rilasciato dall'Università hanno diritto, da gennaio a dicembre 2019, a consumare un pasto presso i punti di ristoro gestiti o in convenzione con Educatt. Per gli iscritti ai primi anni di corso, la borsa di studio e il rimborso delle tasse saranno corrisposti ai soli studenti che conseguiranno, entro il 10 agosto 2019, un livello minimo di merito, secondo quanto indicato nel bando di concorso .

 

Prima viene il diritto allo studio

Ateneo Prima viene il diritto allo studio Presentata la manovra straordinaria di 2,4 milioni di euro varata dall’ateneo insieme a Educatt per garantire la borsa di studio a tutti gli studenti idonei. luglio 2019 A fronte dell’aumento degli studenti idonei alla borsa di studio, la quantità di risorse ministeriali è rimasta pressochè invariata. Le risorse messe a disposizione dalla Regione per gli studenti idonei della Cattolica sono, infatti, circa 8.200.000 euro ma ne sono necessari più di 10.600.000 per coprire i 2.942 aventi diritto . Se dunque attualmente i 2.190 studenti risultano coperti dai fondi regionali, i restanti 752 ne resterebbero esclusi (si troverebbero cioè nella condizione di idonei non beneficiari, ossia studenti che pur avendone diritto non avrebbero potuto fruire della borsa di studio per mancanza di fondi pubblici). Dal 2011 a oggi , in considerazione del perdurare delle difficoltà dei propri studenti e con l’intenzione di lasciare aperta la possibilità di studio agli studenti capaci, meritevoli e bisognosi, l’Ateneo ha investito quasi 8,5 milioni di euro per coprire ogni anno tutti gli studenti idonei non beneficiari . Dei 752 idonei non beneficiari (sui 2.942 totali) coperti dalla manovra straordinaria di Università Cattolica e Educatt, 443 sono studenti della sede di Milano, 145 di Brescia, 72 di Piacenza-Cremona e 92 di Roma. Gli importi in denaro delle Borse di studio variano da un minimo di 1.200 euro e un massimo di 4.500 euro, e si stabiliscono in base a due criteri: studenti in sede, fuori sede o pendolari; tre diverse fasce di reddito.

 
Go top